Utente 496XXX
Buongiorno. Mi trovo a chiedervi alcuni consigli. Da circa due mesi soffro di gengive arrossate e dolori alla parte alla mia destra superiore della bocca. Mi sono recato dal dentista il quale mi ha diagnosticato 4 carie, di cui 2 si trovano in quella zona della bocca sul canino superiore e nello spazio a fianco tra i due denti e sono state già curate con otturazione.
Il dolore è diminuito, ma si ripresenta sporadicamente soprattutto nelle ore notturne quando sono coricato, tanto da svegliarmi per mal di denti. Mi sono recato di nuovo dal dentista e la diagnosi questa volta è stata più dura: mi aveva già anticipato che i denti del giudizio sarebbero stati da estrarre, ed il mio dolore è a sua detta causato dal dente del giudizio superiore alla mia destra (l'ultimo dell'arcata) che è stato definito con aggettivi tra cui "bucato" e "aperto". Mi ha prenotato l'estrazione chiamata avulsione per la prossima settimana.
Il dente in questione all'aspetto non è incluso, sembra come tutti gli altri, magari non proprio dritto, al contrario di quelli inferiori (uno è coricato semi incluso e l'altro incluso) che però al momento non mi danno problemi e quindi saranno estratti successivamente.
Il piccolo intervento che dovrò subire mi preoccupa molto essendo anche per me una cosa nuova e sono molto ansioso riguardo queste cose. Vorrei chiedervi un parere e maggiori dettagli su come si svolge la procedura, ed in particolare secondo le informazioni che vi ho fornito quanto può essere complicata l'estrazione.Il dente da ortopanoramica non sembra essere molto diverso dai suoi vicini, tanto che potrei benissimo scambiarlo per un dente sano.
Inoltre il dentista non mi ha detto nulla riguardo a una terapia antibiotica preventiva, mi ha detto semplicemente di presentarmi all'appuntamento. Secondo voi è necessario assumere antibiotico o qualche precauzione prima dell'intervento?
Infine, come ultima cosa, vi chiedo quali siano mediamente i tempi di recupero per un caso come il mio e se devo adottare accorgimenti per velocizzare il recupero.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Difficile darle una risposta esaustiva senza poterla visitare ed avere report clinici.Se il dente ha carie può benissimo essere curato ed anche devitalizzato se necessario.Non mi spingo oltre senza dati clinici,supponendo che il suo Dentista abbia valutata la situazione e ritenuta opportuna l'avulsione.Sulla antibioticoterapia, in assenza di ascessi o patologie cardiache o di disordini immunitari,concordo con il Collega a cui mi rivolgerei per avere tutti i chiarimenti necessari.
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 496XXX

Buongiorno, La ringrazio molto per la risposta. Da quello che mi è stato detto, essendo un dente del giudizio con molti problemi tra cui la carie l'estrazione è la cosa migliore e questa è l'opinione del dentista che mi ha in cura. Supponendo che l'intervento si svolga nel migliore dei modi e ipotizzando il dente del giudizio in una posizione "normale" quanto potrebbe durare l'intervento ed il recupero? E' alta la probabilità di andare incontro a gonfiore, ematomi e dolore post operatorio?
So che sono domande decisamente soggettive, ma valutare anche una media espressa da esperti che hanno visto molti casi potrebbe essere utile per essere più positivo nell'andare a sostenere l'operazione. Grazie mille.

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Se in posizione "normale" è una estrazione comune che richiede tempi chirurgici brevi .Così pure la morbilita' e sovrapponibile ad una normale avulsione.
Con le prescrizioni post-estrattive che le saranno indicate(ghiaccio,
antinfiammatori)il gonfiore sarà minimo e i tempi di recupero abbastanza rapidi.
Comprenda bene però che non è possibile darle una statistica in quanto la suscettibilità individuale é estremamente varia.
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 496XXX

Buonasera Dottori. Il dente in oggetto è stato estratto oggi, con esito positivo. Il tutto è durato al massimo un paio di minuti senza sentire alcun dolore. La perdita di sangue è stata praticamente nulla e non mi sono stati applicati punti di sutura.
Nonostante sia passata qualche ora non sento alcun fastidio. Ho preso un tachidol in bustina tornato a casa, per prevenzione.
Il sanguinamento è ancora assente e la zona appare soltanto un po' arrossata, come credo sia normale.
Ho cenato mangiando cose morbide e masticando dal lato opposto in modo delicato.
Ogni tanto quando deglutisco sento un leggerissimo gusto tipico di sangue in bocca, ma è un sentore molto lieve.
Vorrei chiedervi un consiglio sulla pulizia e disinfezione da applicare questa sera. Posso effettuare un normale sciacquo con collutorio a base di clorexidina? (mi ha fatto sciacquare anche il dentista con lo stesso oggi al termine dell'estrazione).
Devo fare qualcosa in particolare per disinfettare la cavità che si è creata?
In attesa di un riscontro vi porgo i miei ringraziamenti.

[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Attenda almeno 24 ore per eseguire sciacqui, e per l'alimentazione "normale";il pericolo è quello di contrastare la formazione del coagulo oppure di causarne l'eliminazione, fattore che potrebbe esitare in una alveolite.Successivamente può alimentarsi e disinfettare come da prescrizioni post-operatorie,che senz'altro le saranno state fornite.
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia