Utente 514XXX
Mi è stato otturato un dente per recidiva cariosa prossimale; ora si farà una corona; il dentista mi a ha detto che se la carie fosse scesa poco più in basso avrebbe dovuto estrarlo. Mi è stata poi fatta una radiografia endorale dalla quale si vede che l'otturazione è arrivata al livello dell'osso alveolare.
Dalla radiografia è emerso che anche il dente limitrofo ha una carie fino a quel punto senza coinvolgimento della polpa.

Quando una carie profonda necessita l'estrazione e quando invece il dente è ancora salvabile con la conservati e/o l'endodonzia?
E' possibile in certi casi salvare carie che si sono spinte sotto il livello dell'osso alveolare?
La scelta tra estrazione o otturazione è dettata solo dalla profondità della carie o anche dalla capacità del dentista?

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, non esiste l'odontoiatria dalle mani miracolose, esiste l'odontoiatria che sa valutare il paziente secondo i suoi stili di vita. Ci sono pazienti a cui va fatta la dentiera e che vivono bene con essa, proporre rialzi del seno mascellare con prelievo dalla teca cranica sarebbe un errore in questi pazienti. Anche nel suo caso, la scelta non è data da una misura, ma è dato dal buon senso dell'Odontoiatra che sta lavorando con scienza e coscienza.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 514XXX

Dr. Ruffoni, intende che non c'è un limite di profondità per trattare la carie ma solo una maggiore o minore convenienza all'estrazione e successivo impianto rispetto a un accanimento con la conservativa e nella valutazione costi- benefici delle due alternative si deve prendere in considerazione anche il tipo di paziente?

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Sicuramente il rapporto costi biologici benefici è influenzato dal tipo di paziente. Ritengo che ci sia una grande differenza di cure, tra un paziente dedito alla visita semestrale rispetto a un paziente che non la rispetta, così ci sarà differenza, tra un paziente con una buona igiene orale, rispetto a chi guarda il lavandino quando si lava i denti. Identificare lo stile di vita del paziente permette di ottenere le migliori cure per quel paziente. Non a caso alcuni disabili, vengono sottoposti a bonifica cavo orale con avulsioni multiple, anche di denti con possibilità di cure conservative.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/