Utente 349XXX
Salve, vado per i 30anni e a distanza di un annetto avverto una strana sensazione agli incisivi inferiori.
Purtroppo ho dei denti molto deboli, malocclusione ed ho l'incisivo centrale sinistro arretrato, e il centrale destro che si accavalla, non so come descrivervi meglio la cosa.
Un annetto fa, ma anche meno sono andato dal mio dentista perchè avvertivo un liebe dolore/torpore localizzato presso i due incisivi a destra. È un dolore sopportabilissimo, quasi una sensazione di torpore alla base del dente, le gengive non sembrano sofferenti e non sanguinano.
Mi ha fatto un controllo con una panoramica ed ha riscontrato una carie in un molare, poi ha provato a saggiare la sensibilità dei denti interessati picchiettandoli e applicando una sorta di pasta refrigerante, però onestamente non ho notato reazioni eccessive. Quindi mi ha prenotato una pulizia (non ne facevo una da parecchio tempo ed avevo molto tartaro) e ha ipotizzato che fosse la conseguenza del tartaro o di un trauma dato che era periodo di potature e spesso capitava di cascare o saltare giù.
Ci siamo rivisti per curare la carie e poi ho eseguito una seconda pulizia a 6 mesi.
Purtroppo come anticipavo ho denti deboli di mio, mangio molti cibi acidi (è mia abitudine mangiare limoni ad esempio), bevo molti caffè, mangio davvero spesso, fumo e il fine settimana bevo spesso qualche super alcolico con amici.
Inoltre purtroppo in sicilia il lavoro è quello che è (giardiniere/operaio agricolo) , 10 ore di lavoro se va bene... con picchi di 15, mezzora di pausa pranzo ecc... non mi viene proprio facile lavarmi spesso i denti. Aggiungiamoci anche un lungo periodo di depressione che mi ha portato a trascurarmi in ogni senso. Diciamo che comunque qualsiasi cosa sia me la sono cercata. Sono consapevole che non è possibile fare una diagnosi, purtroppo da agosto pago le conseguenze del mio lavoro (in nero e sottopagato) e mi ritrovo con una erosione corneale che non guarisce, disoccupato e senza un soldo a fare la staffetta da un oculista all'altro.
È il caso di passare visita immediata dal dentista o posso attendere ancora un mesetto? Purtroppo sono costretto a fare una scelta tra quale visita passare.
Mia madre ha sofferto di paradontite e la cosa in po' mi preoccupa, potrebbe essere un sintomo? Grazie in anticipo per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente comprendo il suo stato attuale, ma se vuole modificarlo deve cambiare le abitudini e gli stili di vita. Quando non si possiede uno stato economico minimo, si devono eliminare tutti i vizi, fumo, caffè, alcol ecc. ; con questo si migliora lo stato economico e anche quello di salute. Se lei intende mantenere l'attuale stato, i denti non sono il problema principale e può posticipare le cure, se intende cambiare lo stile di vita le cure preventive sono tra più indicate.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 349XXX

La ringrazio per la risposta, si purtroppo dal punto di vista alimentare conduco una vita abbastanza sregolata. Il fumo spesso è l'unica cosa che ho per stemperare i dolori e mandar giù l'ambiente lavorativo. Con l'alcol comunque ormai ho dato un taglio netto, concedendomi quei due/tre bicchieri quando riesco ad uscire qualche ora il fine settimana. Più che altro vorrei chiudere con il tabacco ma senza un po' di serenità confesso di non riuscire.
Come le dicevo sono senza un lavoro da parecchi mesi e l'infortunio all'occhio mi sta impegnando molto economicamente. In una peggiore delle ipotesi, se ad esempio fosse un esordio di paradontite (anche se le gengive appaiono tutto sommato sane, senza perdite di sangue ecc...) rischierei di aggravare le cose se aspettassi un mesetto per la visita? vorrei poter risolvere l'erosione corneale, che ormai non mi lascia dormire da agosto. Il dolore è comunque sopportabilissimo.

Ne approfitto per porle un'ultima domanda, è possibile lavarsi i denti senza l'uso di dentifricio?

Grazie ancora.