Utente 356XXX
Buonasera,
molti molti anni fa per una retrazione gengivale ho fatto rifare il colletto del canino superiore solo a scopo estetico. Al dente fu praticato il bisello con mordenzatura e applicazione del composito su un area circolare piuttosto estesa. Dopo tre mesi però questa otturazione mi è risultata insopportabile con una sensazione di "dente che tira" e sotto microscopia ho fatto asportare la pasta lasciando la dentina scoperta.
Ovviamente il dente ne ha risentito e non solo esteticamente ma non ho mai accusato una particolare sensibilità.
A distanza di ben 19 anni, sperando in nuovi materiali e con il desiderio di mettere comunque in sicurezza il canino, ho voluto ripetere l'esperienza con un collega estremamente attento al mio problema tanto da non usare mordenzanti nè trapano nè lucidatura finale ma solo materiale biocompatibile (ignoro la natura ma il dottore diceva enamel n.3) e due fotopolimerizzazioni con un risultato estetico ottimo e invisibile ma.....
Ora, a distanza di 20 giorni, sono ripiombata nell'incubo..... stessa sensazione di allora, con pulsioni continue e una certa parestesia fino all occhio... Come suggeritomi, sto provando a sopportare ma mi sembra che la situzione peggiori ogni giorno che passa.
Ho bisogno di sapere come comportarmi perchè temo che il dente non sopporti un ulteriore insulto da asportazione, ammesso che si possa, visto che la pasta stavolta sembra fusa con il mio cemento/dentina.
Grazie per il conforto.
M

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Personalmente sono contrario ai "patchwork estetici" per le recessioni gengivali. Per la recessione è necessaria una valutazione parodontale ,una diagnosi,poiche' il gold standard è la chirurgia muco- gengivale per coprire la recessione.Consulti un esperto Parodontologo.


Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 356XXX

Grazie dottore, probabilmente avessi agito cosi dall'inzio nn mi troverei ora a dover affrontare il problema, che invece esiste... ho letto che con il laser è possibile agire sui tubuli per togliere la sensibilità. E' un metodo sicuro?

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Esistono lacche desensibilizzanti che usano normalmente alcuni Colleghi,oltre a dentifrici e colluttori specifici .Se non riescono nel loro intento è preferibile la devitalizzazione.

Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 356XXX

buonasera dottore,
purtroppo non sopportando dopo due mesi il composito ho deciso di farlo asportare. Il medico lo ha scalzato con curette senza usare trapano ma solo una lieve fresatura. il materiale pero si staccava a fatica e a briciole...
ora il dente è pieno di scalini.... e fa male... sto usando un gel dela mentadent e dentifrici tipo elmex ma con scarsi risultati
mi hanno proposto una mascherina con gel al fluoro da mettere tutta la notte per piu giorni, per desensibilizzare e anche per rimineralizzare la zona che è piuttosto ampia. Che mi suggerisce di fare adesso?
Sono avvilita.
La saluto cordialmente

[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Mi può inviare una foto della parte all'indirizzo e-mail del mio studio che trova sul sito.


Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia