Utente 461XXX
Salve, scrivo per conto di mia nonna. In seguito ad una serie di controlli è stata diagnosticata la patologia della lingua urente, siamo andati praticamente ovunque, ci hanno consigliato integratori, protettori gastrici e molte altre cose ma senza risolvere il problema. Ad oggi mia nonna presenta un forte bruciore continuato, con una marcata alterazione del gusto e una continua sensazione d'amaro in bocca. Volevo chiedervi gentilmente un consiglio per questa situazione ed eventualmente se vi è qualche suggerimento per una qualsiasi cura da applicare, dato che nessuno ci ha saputo indicare cosa fare.

[#1]  
Dr.ssa Gisella Brandani

20% attività
8% attualità
0% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2017
Non essendo stata individuata la causa certa della xerostomia (=bocca secca o bocca urente) non è stato possibile individuare una terapia risolutiva.
Taluni miei pazienti hanno tratto giovamento dai prodotti di seguito indicati:

BIOTENE colluttorio
- usare non diluito, dose corrispondente ad un cucchiaio da tavola, sciacquare per 30/60 secondi senza risciacquare con acqua.


BIOTENE ORALBALANCE Gel
- applicare una piccola quantità con un dito od un bastoncino di cotone sulle gengive, almeno 2-3 volte al giorno, distribuendo uniformemente, particolarmente la sera prima di andare a letto.
Dr.ssa Gisella Brandani
Medico Chirurgo
Specialista in Odontognatostomatologia
Consulente del Tribunale di Firenze

[#2]  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Gentilissima utente, la miglior cura in questo caso è convivere con il fastidio, tranquillizzi la nonna che non ha un brutto male. In alcuni casi queste forme come arrivano, se ne vanno spontaneamente. Sembrerebbe che la forma sia una risposta di protezione verso mali peggiori, per cui forse è veramente meglio conviverci, senza cercare di eliminarla.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#3] dopo  
Utente 461XXX

Vi ringrazio per le risposte