Utente 548XXX
Buongiorno,
mi sono iscritto al forum appositamente per fare questa domanda. Spero di riuscire a spiegarmi dato che non conosco i termini medici ecc.!!
Sono un ragazzo di 22 anni.
Circa tre anni fa mi son venute emorroidi esterne che ho curato con un paio di supposte.Da allora nessun altro fastidio.

Però, da qualche mese noto nella carta igienica tracce di sangue vivo, non sono regolari, va a periodi!!!
Non mi sono mai preoccupato più di tanto perchè so che i miei genitori soffrono di emorroidi (ho visto pomate e medicine varie a casa) quindi ho pensato che fossero emorroidi anche nel mio caso!
Evaquo regolarmente, le feci sono morbide e di colore marroncino chiaro.Non ho mai sentito dolore ne fastidi all'ano ne in nessuna altra parte addominale.

Giovedì pomeriggio però è cominciato un mal di pancia molto strano, non riesco a capire da cosa sia dovuto perchè è la prima volta che sento questo tipo di fastidi.Mi spiego: sento delle fitte che vanno e vengono , a intermittenza, qualche minuto una dall'altra e mai della stessa intensità!! Non posso dare una collocazione precisa delle fitte perchè a volte le sento nello stomaco, a volte all'altezza del fegato, comunque sempre nella parte centrale e destra dell'addome. In contemporanea a questo mal di pancia sento dei strani movimenti all'altezza dell'ano (come delle contrazioni).
Venerdì dopo l'evaquazione ho notato molto più sangue del solito, mentre le feci erano normali, come al solito (non ho mai notato niente di strano, ne muco ne tracce evidenti di sangue).
Sabato mattina l'evaquazione non è stata dolorosa ma la forma e l'intensità delle feci era strana: a grappoli e liquefatta ma non era diarrea.
Oggi è sabato, i dolori all'addome continuano a farsi sentire e anche le strane "contrazioni" all'ano!!

Non ho la più pallida idea di cosa fare (data la delicatezza dell'argomento ed il mio carattere timido).Non sono andato dal dottore perchè fino a venerdì pomeriggio non ho fatto caso ai sintomi. Ci andrò lunedì!! Promesso.. ;-PP

Sono un donatore di sangue, gli ultimi esami risalgono a non più di 50 giorni fa ed era tutto ok!!

Comunque non so se devo pensare a qualcosa di grave, o se i dolori all'addome sono dovuti da una debole influenza intestinale.
Per quanto riguarda le perdite di sangue, cosa mi consigliate?
Non vorrei mai che i dolori siano legati alle perdite di sangue.

Spero di essere stato abbastanza chiaro,
Vi ringrazio anticipatamente
Saluti... ;-)

[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente
ritengo sia opportuno farsi visitare!
Chi ha letto altri miei consulti sà che sono "fissato" sul fatto che la clinica non può nè deve essere sostituita dal mezzo mediatico, che invece giova ai fini di approfondire determinate informazioni.
Dopo la visita il Suo curante valuterà il da farsi.
Tenga presente che oltre i sintomi è necessario al fine di un corretto orientamento diagnostico, conoscere i suoi stili di vita (alimentazione, orari di pranzo e cena, utilizzo di caffè, alcolici etc etc)...
Il dolore in senso epigastrico potrebbe essere riferibile ad una gastrite ovvero in rari casi ad appendiciti (nei casi in cui essa ha la sua punta rivolta verso l'alto); tali sintomi potrebbero essere associati in atto a crisi emorroidaria. MA SONO SOLO SUPPOSIZIONI SENZA AVER MESSO UNA MANO SUL PANCINO!.
La invito pertanto a rivolgersi al Suo medico o in caso di peggioramento dei sintomi nel week end al servizio di continuità assistenziale (ex Guardia Medica).
Rimango a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali Saluti
Dr Alessandro D'Angelo
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)