Utente 381XXX
Dottori buon pomeriggio,
vi scrivo per avere il vostro parere in merito ad una situazione che sta facendo nascere in me molti dubbi.
Mi spiego meglio: ho 38 anni e da 5/6 anni ormai effettuo ogni anno l'ecografia al seno. Non è mai stato riscontrato nulla se non la presenza di alcuni fibroadenomi.
In merito sono sempre stata tranquillizzata.
Da un anno o più però il mio seno si sta modificando, con l'ovulazione è dolorante, gonfio, duro in alcuni punti. Poi dopo il ciclo torna normale, ma in alcuni punti lo sento più vuoto e in altri granuloso, in altri sento addensamenti più o meno estesi. Ad inizio aprile di quest'anno ho effettuato l'ecografia da un bravo radiologo il quale mi ha detto di stare assolutamente tranquilla. Io però tranquilla non lo sono affatto perché quando effettuo l'auto palpazione sento sempre "qualcosa" che per me può essere tutto e niente. Ho un seno medio/piccolo per cui palpo tutto, costole comprese.
Questo mese al primo giorno del ciclo, con un seno molto dolente sento per caso nel seno destro, nella parte più bassa del QSE, proprio nel contorno della mammella un addensamento granuloso. Non so spiegarmi bene, ma sento un grumetto grande di circa 8/10 mm e su questo grumo due granuli più piccoli. In questo punto non avevo mai palpato nulla, era pulito.
Ho chiamato il medico che mi ha quasi rimproverata dicendomi che non devo effettuare l'auto palpazione in questo periodo in cui sono così ansiosa e che con l'ecografia fatta un mese e mezzo fa, non posso avere dubbi. Che tutto quello che sento, i dolori, i grumi, il tessuto granuloso sono tutte cose normali.
E adesso cosa faccio? Cioè, ciò che mi dicono ha un fondamento scientifico? Veramente avendo effettuato l'ecografia è impossibile che ci sia qualcosa di brutto? E soprattutto come faccio a convivere mese dopo mese con queste "scoperte" senza avere paura?
Mi consigliate anche voi di trascurare queste normali modificazioni e di limitarmi ad una ecografia annuale di controllo?
Spero tanto in un vostro parere.
Ringrazio anticipatamente e saluto.

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sono d'accordo che da quanto scrive non sia indicata nel suo caso l'autopalpazione che amplifica l'ansia anche quando si 2palpa" la normale conformazione ghiandolare ad aspetto nodulare.

E' sufficiente nel suo caso la ecografia periodica come Le hanno consigliato.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 381XXX

Buongiorno Dottore, grazie mille per la risposta e per il tempo che mi ha dedicata. Non effettuerò mai più l'auto palpazione che per me è una fonte di ansia infinita. Solo un'ultima cosa, se non La disturbo troppo:
Ai fini della prevenzione, nel mio caso, non effettuando autopalpazione, sarebbe meglio effettuare il controllo eco grafico ogni 8/10 mesi o sempre e comunque ogni 12 mesi?
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Va bene un controllo annuale perchè suppongo che i fibroadenomi che descrive si siano stabilizzati e a 40 anni la mammografia.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 381XXX

Riguardo ai fibroadenomi:
Mammella dx QSE uno di circa 15 mm individuato 5/6 anni fa
Mammella sn QIE uno di 8 mm individuato nel 2012
Mammella sn QSE uno di 6 mm individuato nel 2013
Mammella sn QSE uno di 3 mm individuato nel 2014
Nell'ultima ecografia di un mese fa risultavano tutti lievemente più piccoli, anche se di pochi millimetri e mi hanno confermato la diagnosi di fibroadenoma.
Però ne è stato evidenziato uno nuovo di 4mm nella mammella dx nel QSI in sede periareolare sovraequatoriale. Il radiologo mi ha assicurato che ha tutte le caratteristiche della benignità e che se avesse avuto anche il minimo dubbio mi avrebbe fatto fare ulteriori controlli. Inoltre, subito dopo, preoccupata da questa cosa, ho fatto visionare l'ecografia ad un oncologo che mi ha detto che non possono esserci dubbi sul fatto che sia un fibroadenoma.
Ho chiesto al radiologo di fare la mammografia, ma mi ha detto che ho un seno ancora troppo denso e non si vedrebbe nulla.
A questo punto Lei cosa mi consiglia di fare?

[#5]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Nulla oltre ai controlli consigliati
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 381XXX

Mille grazie Dottore per il suo prezioso parere.
Ancora una cosa, sperando di non arrecarle troppo disturbo:
Da qualche giorno avverto un lieve senso di intorpidimento che prende ascella e mammella lato sinistro. Ho letto alcuni suoi pareri in merito, mi chiedo se possa darmi conferma (avendo appunto io effettuato controlli di recente) sul fatto che non sia nulla di cui preoccuparsi da un punto di vista oncologico.
Grazie.
Saluti

[#7]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Prima della menopausa la sintomatologia che descrive non è preoccupante in senso oncologico anche se solo con la visita se ne può avere una conferma.

I disturbi che descrive fanno pensare ad una mastalgia extramammario (problemi al rachide cervicale ??)

Legga

Dolori al seno
https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/72-i-dolori-al-seno-mastalgia-mastodinia.html

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/cura_sintomo_dolore_mamario.htm

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/dolore%20al%20seno...di%20competenza%20ortopedica.htm
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#8] dopo  
Utente 381XXX

Grazie ancora Dottore.
Avendo effettuato l'ecografia il 3 di aprile, quale ulteriore visita o controllo mi consiglia di fare per tranquillizzarmi? La mammografia mi hanno detto che non posso ancora farla, perché il tessuto è troppo denso e non servirebbe a niente. E allora cosa posso fare per togliermi ogni dubbio? Sono mamma di due bambini piccoli e questa ansia mi sta impedendo di vivere serena. Inoltre questo intorpidimento non è costante. Da ieri mattina non avevo avvertito più niente e solo ora sto percependo un lieve formicolio ma solo al braccio. Inoltre l'addensamento per il quale ho richiesto il suo parere anche dopo il ciclo è rimasto lì. Si è sgonfiato, ma non è sparito. Il radiologo, il medico di base, l'oncologo mi dicono di stare assolutamente tranquilla, che con una ecografia così accurata come la mia fatta un mese fa, qualsiasi sintomo non può avere nessuna rilevanza da un punto di vista oncologico, che quello che palpo, qualsiasi cosa, grumi, ispessimenti, granuli, sono normali modificazioni del seno legate al tempo che passa, che con una ecografia all'anno non devo più dare peso a niente, ma io non so più cosa pensare. Sono esausta. Tutte queste preoccupazioni mi stanno logorando. Mi dia un consiglio per favore.
Scusi lo sfogo e grazie mille per la sua disponibilità.