Utente 230XXX
Gentile dottore,
ho 67 anni .
Nel 2012 ho subito un piccolo intervento al seno sinistro dopo mesi di esami citologici per piccole secrezioni spontanee acquose dal capezzolo . Dopo mammografie ed ecografie negative comparve un piccolo nodulo retroaerolare esterno . L'esito istologico fu il seguente : parenchima mammario con sullo sfondo di fibrosi, adenosi ed ectasie cistiche duttali, circoscritto focolaio di iperplasia duttale atipica(DIN1b).

Nel mese di gennaio di quest'anno sono corsa dal senologo spaventata perchè ho notato sul capezzolo del seno destro una piccola crosticina bianca e, dopo averla rimossa spremendo (ormai sono terrorizzata dalla precedente esperienza) ho notato una piccolissima perdita trasparente. Mammografia ed ecografia negativi. Il senologo non ha dato molta importanza alla cosa , ma mi ha consigliato un citologico dal quale non è uscita secrezione. Ho atteso per un po' di tempo per motivi familiari, ma nel frattempo, solo su stimolazione ho avuto queste perdite piccolissime (forse monoporali ). La scorsa settimana in anatomia patologica , dopo sollecitazioni dolorose il medico è riuscito a ricavare del materiale e questo è stato l'esito citologico della secrezione : referto citologico del secreto mammario ematico con rarissimi microaggregati di cellule epiteliali con minima anisonucleosi e focali aspetti di metaplasia apocrina. Si consigliano ulteriori indagini.

Confesso che sono rimasta piuttosto stordita dalla cosa e non ricordo più bene quanto mi è stato riferito dal senologo che pur cercando di tranquillizzarmi, mi ha prescritto per luglio un'altra mammografia ed ecografia al seno destro.
Chiedo gentilmente un suo parere in generale e il significato dell'esito citologico in particolare (Ho molta paura).
In attesa di risposta, invio distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sin qui non è giustificata, pur se comprensibile, tanta preoccupazione.

Poiché i precedenti esami strumentali non sono stati in gradi di formulare una diagnosi ed in considerazione della sintomatologia (secrezione monoporica) completerei il quadro diagnostico tramite una Risonanza Magnetica CON mezzo di contrasto.

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/quando_perche_fare_RMM.htm

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 230XXX

La ringrazio infinitamente per la sollecita risposta seppur in giorno festivo !
Mi scrive che la mia paura non è giustificata, ma è incontrollabile . Posso comunque approfittare della sua disponibilità e conoscere il significato dei termini : .....con rarissimi microaggregati di cellule epiteliali con minima anisonucleosi e focali aspetti di metaplasia apocrina ? Sono indici di tumore? Il sangue presente potrebbe essere dovuto alla forte pressione esercitata per far uscire la secrezione ?

Ringrazio nuovamente e mi scuso per le troppe domande

[#3] dopo  
Utente 230XXX

La ringrazio infinitamente per la sollecita risposta seppur in giorno festivo !
Mi scrive che la mia paura non è giustificata, ma è incontrollabile . Posso comunque approfittare della sua disponibilità e conoscere il significato dei termini : .....con rarissimi microaggregati di cellule epiteliali con minima anisonucleosi e focali aspetti di metaplasia apocrina ? Sono indici di tumore? Il sangue presente potrebbe essere dovuto alla forte pressione esercitata per far uscire la secrezione ?

Ringrazio nuovamente e mi scuso per le troppe domande

[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non sono indici di tumore
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#5] dopo  
Utente 230XXX

La ringrazio infinitamente e mi chiedo se sia necessario per una prevenzione provocare la fuoriuscita della secrezione non essendo (almeno per ora ) spontanea ..Distinti saluti

[#6] dopo  
Utente 230XXX

Gentile dottore,

eccomi nuovamente dopo la mammografia ed ecografia ripetuta al seno destro a causa delle piccole secrezioni solo se provocate. Mammografia negativa, il senologo ha voluto rivalutare con l'ecografia una piccola cisti a pareti parzialmente calcifiche di 4,4 mm che da anni si trova nel seno destro e che fino a gennaio 2015 è rimasta invariata. La risposta è stata la seguente : Al controllo attuale la descritta piccola formazione ipo-ecogena del QIEdestro mostra un diametro sostanzialmente invariato ma una maggiore "densità"ed un disomogenia ecostrutturale al suo interno che rende necessario un approfondimento con core-biopsy ecoguidata.

Non nascondo che questo esame mi terrorizza e chiedo se quanto riscontrato e quella terminologia sono indici di una situazione preoccupante . Può una cisti ritenuta benigna per anni cambiare in pochi mesi ?

Distinti saluti

[#7] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le dimensioni della lesione ipoecogena (e quindi non si tratta di una cisti ma di lesione solida) è rimasta invariata e questa è una informazione tranquillizzante.

Corretta l'indicazione ad una agobiopsia per chiudere definitivamente con un approfondimento.

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/70-agobiopsia-mammella.html

Da quanto scrive starei tranquilla . occuparsene SENZA PREOCCUPARSENE !
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#8] dopo  
Utente 230XXX

Ringrazio per la tempestività della risposta ed oso porre una nuova domanda dopo aver letto il link da Lei suggerito sulla core- biopsy.
Mi chiedo se questo esame sia sempre un pre-operatorio o se serva anche per avere una diagnosi che potrebbe non richiedere l'intervento.

Distinti saluti

[#9] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Nei casi in cui si conferma una benignità potrebbe annullare la necessità di un intervento.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#10] dopo  
Utente 230XXX

Ringrazio nuovamente , ma perdoni la mia insistenza : ma in base a quali elementi della mia ecografia e perchè lei mi scrive di stare tranquilla? Ci sono elementi che fanno pensare ad una benignità ?

Distinti saluti

[#11] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le ho già risposto (replica #7) e l'accertamento definitivo ha scopo precauzionale in ragione della sua età
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#12] dopo  
Utente 230XXX

Gentile dottore,

questa mattina presso il reparto ospedaliero di senologia ho effettuato la tanto temuta core-biopsy ed è accaduta una cosa strana: dopo il primo prelievo ( ne avrebbero dovuto effettuare almeno altri due ) all'ecografia la formazione era sparita, non si vedeva più . Il medico a questo punto ha interrotto i prelievi ed ha detto che probabilmente si trattava di una cisti . Chiedo a lei gentilmente se tutto questo è possibile e se un episodio del genere può avere delle ripercussioni.

Distinti saluti



















[#13] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se non c'è più nulla...che ripercussioni dovrebbero esserci ?
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#14] dopo  
Utente 230XXX

Ringrazio per la pazienza e la tempestività nelle risposte . Distinti saluti

[#15] dopo  
Utente 230XXX

Gentile dottore,

le invio l'esito dell 'ago biopsia QIE mammella dx.

Notizie cliniche :
FORMAZIONE IPOECOGENA DI 8 MM CHE SCOMPARE DOPO IL PRIMO PRELIEVO (CISTI A CONTENUTO DENSO?)
U3

MACROSCOPIA:
Frustolo di tessuto grigio -giallastro della lunghezza di 0,3 cm.
Prelievi :
1-Mateiale esaminato in toto.

Diagnosi:
FRAMMENTO AGOBIOPTICO DI PARENCHIMA MAMMARIO CON FIBROSI,ADENOSI E CISTI APOCRINI
(CATEGORIA DIAGNOSTICA B2)


SNOMED:
T-04000 M33400

Non ho potuto ancora parlare col senologo che dovrebbe essere in ferie, chi mi ha dato l'esito mi ha detto di stare tranquilla, ma desidererei conoscere il suo parere e sapere se devo continuare la ricerca sulla causa della secrezione che persiste seppur minima e solo dietro sollecitazione. Ringrazio anticipatamente ed invio distinti saluti .

[#16] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
>>da anni si trova nel seno destro e che fino a gennaio 2015 è rimasta invariata. >>
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#17] dopo  
Utente 230XXX

.
Gentile dottore ,
a distanza di oltre un anno mi trovo a riscriverle sempre in merito alla secrezione dal capezzolo destro . Nel frattempo ho eseguito altri tre citologici della secrezione : l'esito dei primi due diceva : "materiale amorfo e acellulato , il penultimo dei quali eseguito a settembre 2016. Mammografia ed ecografia a febbraio negativa per seno destro , negativa anche l'eco eseguita il 7 di novembre. Secrezioni acquose ,sporadiche e quasi sempre su sollecitazione . Giorni fa invece dopo sollecitazione in seguito a una piccolissima macchia quasi marroncina ho notato altre macchiloline miste, ma non rosso vivo, sempre sul color ruggine direi. Mi sono recata dall'anatomo-patologo e l'esito dell'ultimo esame della secrezione è il seguente :" materiale amorfo", emazie e rari macrofagi" .
Chiedo gentilmente un suo parere , la presena di quei rari macrofagi è preoccupante ?

La ringrazio anticipatamente in attesa di una sua, come sempre cortese risposta

[#18] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
NO
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#19] dopo  
Utente 230XXX

Ringrazio ancora una volta per la sollecitudine della risposta che , seppur sintetica , mi ha tranquillizzata :-)

[#20] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Meno male !
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com