Utente 424XXX
Salve,torno a chiedere un vostro parere,per cercare di fare un pò di luce sulla mia situazione circa 3 mesi fa mi sono accorta di avere un nodulo sotto l'ascella sinistra,sono stata dal mio medico curante che mi ha mandata a fare un ecografia al seno e al cavo ascellare,il seno è tutto ok non presenta nulla di anomalo.
Invece al cavo ascellare di sinistra sono presenti due noduli uno di 21×8 mm e uno di 6 mm totalmente calcificato.
Il medico che mi ha fatto l'ecografia mi ha rassicurata dicendomi che sono vecchi referti,anche perchè io gli ho raccontato un episodio adolescenziale dove un ascella si era gonfoata moltissimo e il cardiologo sove mia madre lavorava mi ha fatto prendere un antibiotico che ha risposto la situazione.secondo lui sono linfonodi che si sono attivati per combattere un infezione (mi ha parlato di un idrosadenite o di un graffio di gatto) e che non torneranno mai ad avere dimensioni millimetriche.
Ho rifatto un controllo dopo 3 mesi e sono ancora la senza essere cambiati di una virgola,ancora una volta il radiologo mi ha rassicurata dicendo di fare un controlla a 6/8 mesi e dicendomi che tanto quasi sicuramente li troveremo sempre così mi ha detto anche che non hanno caratteristiche sospette,la forma è ovale,i margini sono netti e non è presente vascolarizzazione.
Io non mi sento ancora molto rassicurata,temo che possono essere la spia di qualcosa di molto grave come un linfoma o comunque un tumore....non vorrei passare per quella ipocondriaca,sto solamente cercando di capire se un graffio di gatto (animale che ho avuto sempre in casa) o un idrosadenite possono avere come conseguenza un linfonodo che rimane ingrossato e uno che si calcifica...
Il mio medico dice di stare tranquilla ,anche perchè in 2/3 mesi un tumore qualsiasi un pò sarebbe cresciuto e poi comunque non sarebbe ovale ma piuttosto tondo avrebbe vascolarizzazione e margini non netti....voi cosa pensate??è il caso si preoccuparsi?può un idrosadenite o un graffio di gatto lasciare queste "cicatrici"??grazie mille a chi mi risponderà.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto descrive starei tranquilla e i linfonodi anche quelli reattivi possono persistere per anni ingrossati.
>>..non vorrei passare per quella ipocondriaca...>>

Ancora no, ma se continua a consultare Internet su un tema così ansiogeno rischia di diventarlo...(^___^)

Legga perché dovrebbe staccare e le allego alcuni consulti, anche se richiesti su temi differenti, ma che hanno in comune...la cancerofobia.
https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/273602-per_il_dott_catania.html

https://www.medicitalia.it/consulti/Medicina-interna/485977/Linfonodi-collo-gonfi#2225113

https://www.medicitalia.it/consulti/Senologia/481804/Retrazione-cutanea-al-seno-a-16-anni

https://www.medicitalia.it/consulti/Oncologia-medica/501083/Preoccupazione#2295319

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/linfonodi_sistema_linfatico.htm

Tanti saluti
Salvo Catania




Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 424XXX

Grazie dottore!
Io avevo letto su internet che tutti i linfonodi con dimensioni maggiori di 2 cm sono raramente benigni,
Poi il mio medico mi ha detto che le dimensioni non contano molto perchè un linfonodo millimetrico potrebbr avere chiari segni di malignità mentre uno di 3 cm potrebbe apparire del tutto reattivo.è vero che la dimensione dice poco?
Quindi il mio linfonodo potrebbe veramente essere la "cicatrice" un graffio di gatto o di una passata idrosadenite?(l'unico episidio che mi ricordo è il gonfiarsi dell'ascella quando avevo circa 13/14 anni)
E potrebbe rimanere così per sempre?? A me non piace molto l'idea di avere un bozzoletto sotto l'ascella :-(

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Condivido quanto espresso dal suo curante
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 424XXX

Grazie mille lei è molto paziente!!
Quindi è possibile che,come mi ha detto il radiologo,un idrosadenite o un graffio di gatto lasciano queste "cicatrici" (mi passi il termine cicatrici perchè non so come definirli.
..

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Si è possibile
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 424XXX

Salve dottore!posso farle un ulteriore domanda?una settimana fa mi sono svegliata con molte vescicole di herpes sulla bocca almeno 5 ero mostruosa....ho sentito dolore vicino al mento...
Tra il mento e la mandibola precisamente e toccando ho sentito una bella pallina grossa almeno come una noce e molto dolorante....sono corsa da mio medico che mi ha detto che uno dei linfonodi si era gonfiato per l'herpes e distanza di una settimana tovvando sento ancora questa pallina,più piccola e non più dolorante ma la sento....e mi fa direi abbastanza paura....il mio incubo peggiore è sempre il linfoma (si lo so sobo ipocondriaca non ci posso fare niente) ho fatto un eco giovedì dalla mia ecografista di fiducia e mi ha detto che da entrambe le parti ho dei linfonodi reattivi di piccole dimensioni....mi ha detto di non fare ulteriori controlli....ho sempre avuto degli herpes ma che mi ricordi mai con lonfonodi gonfiati....potrebbe darmi consigli sul da farsi?grazie