Utente
buonasera, a seguito di un movimento evidentemente sbagliato ho subito un trauma al ginocchio destro.Il referto della risonanza magnetica effettuata dice:
L'esame mostra distacco parcellare della spina tibiale anteriore, in assenza di lesioni del legamento crociato posteriore, dei menischi e dei legamenti collaterali. Il legamento crociato anteriore appare moderatamente edematoso al suo III distale, da trauma distrattivo parziale. Non evidente versamento articolare.
Il ginocchio non è mai stato gonfio o arrossato. Mi fa un po'male quando salgo e scendo le scale e quando lo piego.
Secondo voi posso tentare di risolvere con un tutore? E se sì, posso o no camminare e quindi caricare sulla gamba destra? Che tipo di flessione posso fare eventualmente con il tutore? Lo devo portare anche di notte?
Ho due bimbi piccoli, di cui uno di 17 mesi e vorrei tenare di evitare l'intervento. Il radiologo in sede di rsm mi ha accennato al fatto che il frammento osseo poterbbe essere un po' piccolo per poterci applicare una vite (anticipandomi però di non essere un ortopedico) Questo può essere vero?
Grazie per la risposta

[#1]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
Non ci dice quando c'è stato il trauma.
Nel distacco di spina, di solito si porta un tutore o un gesso per più di un mese, per farla riattaccare, a meno che il frammento non sia troppo lontano dalla sede di disinserzione e richieda un intervento per "riattaccarlo". Il radiologo ha ragione, se il distacco è troppo piccolo non si riesce a fissarlo.
Le conviene farsi vedere il prima possibile da un ortopedico.
Cordialità.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#2] dopo  
Utente
gentile dottore, La ringrazio per la risposta.
Effettivamente nel frattempo sono stata dall specialista che mi ha confermato che il frammento è troppo piccolo per essere ri-fissato e che secondo lui questo distacco c'è stato per avulsione causata dal lca che, a sua volta, risulta danneggiato. In realtà,però, neanche dalla rsm si capisce bene se lesionato o rotto. L'ortopedico mi ha fatto vedere che il lcp ha una strana posizione davanti al lca che fa presupporre la lesione, considerando anche il fatto che sia edematoso. Il suo consiglio quindi è stato tutore (di quelli post operatori) per 15 giorni. Posso articolare fino a 90°. Nel frattempo tecar terapia e ginnastica isometrica. poi, mi vuole rivedere.
Il trauma è successo il 23 giugno. prima radiografia il 29 giugno. Rsm il 1 luglio e visita specialistica l'8 luglio. Devo dire che il dolore è notevolmente diminuito da quando porto il tutore. L'unico problema è, che avendo due bimbi, non è facile stare a completo riposo e quindi sono spesso in piedi. Prendo brufen la mattina e ghiaccio appena posso.Immagino che questo possa rallentare i tempi di guarigione ma non ho molta scelta.
Grazie

[#3]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Segua le indicazioni dello specialista il più possibile, la guarigione si ha nei primi tempi dopo un trauma e poi è troppo tardi, non è solo una questione di rallentare la guarigione.
Cordialità.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#4] dopo  
Utente
Gentile Dr. Nucci, come già detto ho il tutore sulla gamba dx da ormai più di 20 giorni. Posso articolare fino a 90° e camminare senza esagerare. Il dolore è sparito quando cammino, scendo le scale e piego la gamba, ma...Quando tolgo il tutore, per fare la doccia, provo a piegare la gamba. Fino a 90 non ho problemi. Oltre 90° sento dolore nella parte di dietro del ginocchio. Pensa che sia normale o che il problema della lesione sussista ancora? Devo dire che con il tutore mi sento molto più sicura e quindi psicologicamente quando non ce l'ho, ho paura di camminare in maniera "sbagliata". Nel frattempo ho fatto anche le sedute di tecar che lo specialista mi aveva consigliato. Il muscolo quadricipite mi sta lentamente abbandonando, nonostante io stia camminando.
Ora, in attesa di andare di nuovo per la visita di controllo dallo specialista, vorrei sapere se quel dolore che sento è normale, se dipende dal fatto che la gamba non è stata utilizzata al massimo delle potenzialità.
Grazie

[#5]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Di solito il dolore che descrive è dovuto all'immobilizzazione. Ma ovviamente, non avendola visitata, non posso esserne sicuro.
Cordialità.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it