Dolore a spalla, bicipite, nervi sotto ascella

Buongiorno,
spero di scrivere nella sezione corretta, visto che il problema è un po' articolato.
Pratico tiro con l'arco e praticavo anche un po' di palestra (nulla di eccessivo comunque)
Il problema inizia nel sett 2010, con dolore localizzato nella zona del capolungo del bicipite dx ed un leggero fastidio/formicolio alla zona posteriore della schiena, tra scapola e colonna vertebrale, sempre a dx; a questo si aggiungevano ocntinui "blocchi", tipo colpo d'aria nella zona posteriore, con dolore molto intenso.
Da risonanza ed ecografia allo sola spalla è stata evidenziata leggera tenosinovite del CLB con leggero versamento, ed un ganglio, ma non ricordo bene la definizione al momento.
Da visita ortpedica mi hanno detto di trattare con laser + ionoforesi, ma non è servito a nulla.
Da visita fisiatrica mi è stata prescritta riabilitazione con fisioterapista, il quale ha evidenziato un non corretto utilizzo della scapola destra con evidente sovrautilizzo della spalla che probabilmente va a "spingere" in avanti generando infiammazione.

Dopo circa 3 mesi di riabilitazione il dolore alla spalla (zona CLB) è scomparso, ma comunque il fastidio/formicolio alla schiena si è tradotto in un pizzicare o sentire brividi, più di sovente.
Nel frattempo ci siamo accorti che con certi movimenti avevo una componente di dolore proveniente da sotto l'ascella destra, che prosegue poi "dentro" il bicipite fino a circa metà braccio.

Secondo il fisioterapista questo dolore si origina dai nervi (mediano, radiale,..?), ma con gli esercizi di "mobilitazione" che mi ha proposto, ho solo un aumento del dolore e nessun miglioramento.
Pensandoci bene, questo fastidio sotto l'ascella (come se a fare certi movimenti facessi dello stretching e sento tirareparecchio, fino poi a tramutarsi in pizzicare/pungere) l'avevo avvertito in passato anche prima di Settembre 2010, senza farci mai troppo caso.
Nelle ultime 2 settimane, svolgendo azioni normali che comportano allungamento del braccio o movimento della spalla, mi è ricomparso anche il dolore alla spalla, zona CLB o li vicino.

Ora, mi piacerebbe arrivare a capire la vera causa, che genere di altri esami dovrei fare o che specialisti dovrei sentire, al fine di arrivare ad una risoluzione della situazione, che limita di parecchio le attività che giornalmente posso svolgere.

Ringrazio in anticipo per ogni suggerimento possiate darmi.
[#1]
Dr. Umberto Donati Ortopedico, Chirurgo della mano, Medico legale, Perfezionato in medicine non convenzionali 7.8k 277 9
Va premesso che il fisioterapista, in quanto non medico, non può visitare e di conseguenza non può fare diagnosi (nè per lo stesso motivo prescrivere terapie, e si è visto il risultato).
Per quanto riguarda i Suoi disturbi non è facile che a distanza, senza averLa mai visitata e senza avere la conoscenza della distribuzione dei dolori e le loro caratteristiche, possiamo darLe dei pareri risolutivi.
La prima cosa da escludere è che vi siano problemi al rachide cervicale basso e al rachide dorsale alto: il fastidio sotto all'ascella può originare da problemi discali tra C8 e T3. Vi possono però essere anche problemi di competenza del chirurgo vascolare, come una sindrome degli scaleni o una sindrome del piccolo pettorale (se ad esempio, quando scrive "con certi movimenti avevo una componente di dolore proveniente da sotto l'ascella destra, che prosegue poi "dentro" il bicipite fino a circa metà braccio", i movimenti sono in abduzione). E' possibile anche che un problema piccolo possa essere ingigantito e scatenato anche dallo sport che pratica, e che proprio per questo due o più problemi siano variamente associati e possano dare una sintomatologia variegata.
Per quanto riguarda gli accertamenti, non è possibile suggerirne così a casaccio, senza averLa visitata: trattandosi oltre tutto di accertamenti ben diversi occorre che un bravo ortopedico La interroghi, La visiti e faccia ipotesi concrete che, con gli accertamenti che consiglierà, dovranno essere confermate/escluse oppure approfondite. E' possibile che l'ortopedico, DOPO averLa visitata La indirizzi presso un altro specialista (chirurgo vascolare, neurologo, ecc).
Ci tenga aggiornato quando avrà nuovi elementi.
Cordiali saluti

Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#2]
Utente
Utente
Grazie.
Mi rivolgerò al medico per ciò che riguarda il rachide, visto che anche il fisiatra da cui ero già stato consigliava un controllo che però non ho ancora fatto.

Confido poi di trovare un buon ortopedico, visto che alla precedente visita (privata) non ho ricevuto le risposte che mi aspettavo.

Vi terrò aggiornati non appena avrò altri esiti.

Cordiali saluti.