Referto risonanza magnetica

Salve, ho sempre sofferto di dolori dorsali, poichè questi problemi ultimamente si sono acuiti, col medico di base abbiamo concordato un RM con per indagare queste dolenzie, eseguita il 02.04.
2022.
Il referto ha dato il seguente responso:
Presenza di sfumature note degenerative spondilo-discartrosiche in sede cervicale con medesti debordamenti anulari posteriori in C4-5, C5-6 e C6-7.

In D5 piccolo angioma vertebrale privo di catatteri patologici.

Note spondilodiscartrosiche in D11-12; minuti nodi intraspongiosi al passaggio dorsolombare.

globale debordamento dell'anulus fibrosus con impegn0 dei recessi inferiori dei forami di coniugazione in corrispondenza degli spazi intersomatici L-34, L4-5, sedi di discartrosi.

Regolare morfologia e segnale del midollo spinale, del cono midollare e delle radici della causa equina.

si segnala condizione di megacisterna magna.

La mi domanda è questa, 1) è una diagnosi preoccupante che può implicare ulteriori patologie, se si in che misura; 2) si può curare, la chirurgia può fare qualcosa.

Se prima le dolenzie erano facilmente superabili con palliativi, ora sento che si estesa anche alle gambe e si sono acuite.
Grazie
[#1]
Dr. Luigi Leone Ortopedico, Medico fisiatra, Medico dello sport 83 10
Buongiorno. Il referto radiologico è da considerare negativo per patologie in atto. Significa che è tutto "normale" con variazioni individuali para-fisiologiche. Quindi nessun allarme o preoccupazione. Una buona visita ortopedica risolverà i Suoi problemi.
Buona Giornata

Dr. Luigi Leone
Specialista in Ortopedia e Traumatologia, in Fisiatria e in Medicina Sportiva

[#2]
Utente
Utente
Buongiorno Dr.la ringrazio della risposta e della vostra sensibilità a dare qualche consiglio, ottimi come orientamento sul percorso che bisogna seguire, ma vorrei farle quersta domanda: Se la mia situazione è normale con questo referto, vuol dire che siffatte patologie sono comuni e diffuse? Grazie
[#3]
Dr. Luigi Leone Ortopedico, Medico fisiatra, Medico dello sport 83 10
Buongiorno. Certamente sono patologie che possono essere definite "comuni".
Cordialmente

Dr. Luigi Leone
Specialista in Ortopedia e Traumatologia, in Fisiatria e in Medicina Sportiva

[#4]
Utente
Utente
Grazie e buona giornata