Utente
Gentili dottori sono un ragazzo di 25 anni, a seguito di vari disturbi ho eseguito una visita ad un otorino con endoscopia naso gola e orecchie. . Ho continue apnee notturne, difficoltà a respirare, emicranie Col dolore Agli occhi e problemi di udito sopratutto all orecchio dx. La diagnosi è: rinofaringolaringite catarrale mucopurenta. Inoltre nel refererto vi è scritto.
- membrana timpanica con triangolo luminoso ridotto (dx)
Timpanosclerosi (sx)

- deviazione setto nasale sinistroconvesso, sub stenosi fosse nasali.

- lingua impaniata, mucose orofaringee iperemiche lievemente.

- edema della laringe

A leggere tutte queste cose mi sono turbato un poco sinceramente.
Inoltre lo specialista mi ha prescritto cura con peridon (1 prima pranzo e 1 prima cena)
Riopan gel (1 bust prima pranzo e prima cena)
lucen 40 ( una alle 8 d mattina e una alle 20)

Inoltre anche lincocin, clenil, fluibron, per terapia aerosol per 10 gg e poi continuare senza lincocin per altri dieci gg.

Volevo chiederle cosa ne pensate sul tipo d terapia, se è efficace. Il dottore mi ha detto che il tutto potrebbe essere legato a un reflusso gastro che ho.
Inoltre nn ho ben capito il problema alle orecchie dato che ho parecchi fastidi. E i giramenti d testa e le emicranie O anche il senso d affitacamento che mi prende spesso possono dipendere da tutte queste cose.

Grazie in anticipo Dell eventuale risposta.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Purtroppo, a distanza, senza un esame clinico, fondamentale,non posso avallare la terapia prescritta dal Collega. Il consiglio che posso darti, pero', è quella di sottoporti inanzitutto ad una esofagogastroduodenoscopia per una conferma obiettiva della presunta patologia a carico del distretto gastroesofageo. Poi, si dovrà capire la causa delle apnee, dei giramenti di testa e delle emicranie. Iniziamo, quindi, con la visita gastroenterologica.
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio dottore per la sua risposta. Per quanto riguarda la gastro l ho già effettuata dopo continui bruciori. Esito dell esame: lieve gastrite e erosione al tratto finale Dell esofago. Cardias in sede e funzionante ( se non erro) ma dicendo al dottore che ho avuto reflusso mi risponde che l ho ancora. In effetti il reflusso lo avvertivo fino alla gola che mi bruciava fortemente. Il mio medico curante mi ha prescritto protettori gastrici p40 e il bruciore dell acido gastrico mi passa subito dal primo giorno d cura. Provando a non prendere il p40 mi titorna il bruciore che mi arriva alla gola. Le apnee mi hanno spaventato e mi hanno portato a fare vari esami fra cui anche d tipo cardiologico. L edema potrebbe provocare queste apnee ?? In giro per Internet mi sembra d aver letto che è possibile. Grazie dottore per la sua disponibilità.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Il gastroprotettore deve essere assunto per molti mesi e la sua sospensione o la variazione del dosaggio deve essere decisa dallo Specialista in base all'esito dell'esame clinico a distanza. Per quanto riguarda le apnee,dobbiamo capire come sia messa la respirazione nasale. Per questo, è utile una rinomanometria con test di decongestione dei turbinati. Probabilmente utile una polisonnografia ed una tac del cranio senza mezzo di contrasto per una valutazione dei seni paranasali. L'edema della laringe, invece, potrebbe essere causata da un fattore allergico ma, ripeto, a distanza non posso aiutarti piu' di tanto. Mi farà piacere conoscere l'esito degli accertamenti consigliati.
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Dottore è da tre giorni da quando ho iniziato la terapia aerosol e per il reflusso che le apnee non si presentano e posso dormire :) Mi si ripresentano ogni qual volta smetto il protettore gastrico. Per quanto riguarda i referti sulle orecchie che tipo di patologie sono. ? L otorino mi ha detto che quelle le rivediamo nella prossima visita non aggiungendo altro che per ora c era il problema a naso e gola da risolvere !! la ringrazio ancora per la sua disponibilità.

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Perchè interrompi la terapia per l'esofagite? Questa deve essere fatta per qualche mese, come già ti ho detto. Per quanto riguarda l'orecchio, invece, il tutto potrebbe essere detrminato da una sindrome da ostruzione nasale da deviazione del setto nasale che, di conseguenza, provoca una minore ventilazione della tuba d'eustachio con conseguente racolta di catarro nell'orecchio medio. Stai tranquillo. riuscirai a risolvere tutti i problemi!
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
Ho fatto due mesi per l esofagite. Indicato dal mio medico curante. Ho smesso i farmaci e la notte stessa i fastidiosi bruciori Dell acido gastrico alla gola. Veramente atroci di pochi secondi ma d continuo e quindi ho ripreso a riprendere il p40. A volte non lo prendo per semplice dimenticanza. Con l aerosol terapia non ho sto notando miglioramenti comunque anzi il vapore mi tappa il naso del tutto. :) comunque aspetto la prox visita alla fine delle terapie per rivalutare la situazione. Comunque grazie dottore per la sua gentilezza.
Cordiali saluti

[#7] dopo  
Utente
Gentile dottore. Oggi sono tornato per la seconda visita con l otorino. L edema alla laringe si è ridotto. Per quanto riguarda la substenosi la terapia non ha prodotto risultati e quindi l otorino mi ha consigliato intervento di settoplastica e microdecompressione dei turbinati. Mi ha detto che lo effettuerà col laser. Cosa ne pensa? È indispensabile??

[#8]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
A distanza, senza conoscere il tuo caso specifico, non sono in grado di dirti se è necexssario o meno l'intervento di settoplastica funzionale e di decongestione dei turbinati. Il laser, per la decongestione dei turbinati, non dà buoni risultati: è preferibile eseguirla con le radiofrequenze. Comunque, è sempre lo Specialista a scegliere la tecnica chirurgica in base alle proprie esperienze.
Dr. Raffaello Brunori