Utente
Cari Egregi medici vorrei illustrarvi il mio problema,che ormai persiste da anni(circa 3).
Nel luglio 2004 ho avuto un omprovviso episodio di costrizione alla gola, quasi di soffocamento nn appena arrivata in una località di mare per passare le ferie. Subito fui portata in guardia medica dove risultò tutto normale.(auscultazione torace ,battiti cardiaci).queste crisi che poi tornarono furono accompagnate da pianto,tremore e senso di impazzire.
i sintomi durarono tre giorni,in quanto presi del bentelan compresse 1mg.(riferisco che il posto di villeggiatura era circondato da una rigogliosa vegetazione e piante e fiori di ogni genere).
pur essendo stata da piccola un soggetto asmatico allergico(acari della polvere) gli attacchi di asma si erano allontanati dopo la pubertà.é possibile una loro riacutizzazione?
Non appena ritornai in Sicilia i sintomi si ripresentarono e ogni volta erano accompagnati da crisi di pianto,tremori,tachicardia..);volevo essere accompagnata in guardia medica e dopo il controllo mi riprendevo.era come se il pianto mi allentasse il groviglio alla gola.(sono iscritta ad una facoltà che nn rispecchia le mie attitudini e per questo soffro tutt'ora,con crisi di pianto,rifiuto di seguire le lezioni,stati depressivi ,apatia verso tutto)
I medici mi dicevano si trattasse di attacchi di panico e quindi dovevo trovare la causa altrove.
Comunque ,nonostante ciò ad agosto ho effettuato una visita da un allergologo e ho fatto il prick test.sono risultata allergica ad acari,graminacee,compositae,salsola kali,assenzio,artemisia,ulivo.
mi ha prescritto una terapia di 10 gg pulmaxan breva 5goc 2cm sol.fisiologica.I sintomi si allontanarono.
Per eliminare ogni sospetto feci visita ORL (anamnesi negativa per flogosi tonsillare recidivante.laringoscopia negativa).Devo anche aggiungere che sono tornata dall'otorino lamentando i soliti sintomi,ma nn ha trovato nulla.tutto a posto.
ho effettuato spirometria=esito nella norma
Esame del sangue=valori nella norma a parte sideremia,ferritina ,emoglobina leggermente bassi ma che ho curato con la sola alimentazione.
Esami ormoni tiroidei=nella norma
Ecografia del capo e del collo=tiroide in sede e assenza di adenopatie laterocervicali
Visita cardiologica con ecocolor doppler,ecocardiogramma ed elettrocardiogramma=tutto ok
Ho ripetuto visita ORL =otoscopia negativa,rinoscopia anteriore:turbinati pallidi;fosse nasali,in atto,ampie.Rinoscopia posteriore condotta con fibre ottiche negativa.Tonsille ipertrofiche,criptiche.segni laringei di probabile reflusso gastro-esofageo.
inoltre ho effettuato IgE specifiche=dermatophagoides p.e f. classe 6
assenzio selvatico classe6
graminacee classe 3
compositae classe 4
Inoltre ho eseguito test allergici alimentari per scongiurare la presenza di edema della glottide=tutto negativo
Dopo questi esami gli episodi di costrizione alla gola sono stati considerati causa di una consistente ed allarmante allergia.
ultimamente soffro anche di frequenti bruciori alla gola con faringiti ricorrenti.ho fatto una cura con BIOMUNIL per quattro mesi e devo dire che quest'anno gli episodi sono diminuiti.durante gli attacchi faccio l'aerosol e bentelan al bisogno.
Seguo terapia antistaminico AERIUS e ALIFLUS la mattina e sra
E in più terapia desensibilizzante acari della polvere (gocc sub linguali)
Volevo chiedervi se questi disturbi alla gola possono essere causati dalla sola allergia visto che ad ogni corsa in guardia medica i bronchi nn sono mai stati ostruiti.é possibile chr l'allergia si fermi nel tratto orofaringeo?da piccola i miei attacchi erano diversi.si trattava di asma.
Che concomitanza può esserci con gli attacchi di panico?il nervosismo può incidervi?io sono una persona molto ansiosa e mi allarmo per le sciocchezze
Sicura di una vostra esauriente e tempestiva risposta porgo i miei cordiali saluti e un particolare ringraziamento


[#1]  
Attivo dal 2005 al 2015
Non credo, da quello che racconta, che la sintomatologia descritta possa derivare da problemi a livello della gola, quali edemi o altro di natura allergica.

Le consiglio di stare calma e di non allarmarsi.

[#2] dopo  
Utente
grazie innanzitutto per la tempestiva risposta.
quindi potrebbe essere un problema di ansia?
il medico curante dice che ho fatto tutti gli esami possibili , quello che resta è di seguire una terapia con uno psicologo e capire fino in fondo il mio vero problema che più che patologico è psicosomatico.
Ovviamente i problemi allergici ci sono e sono stati pure attestati ma è pur vero che di fondo ci sono altri problemi che vanno risolti diversamente.
Cosa mi consigliate? io sono preoccupata seriamente per la mia salute e molte volte resto in casa perchè ho paura che i miei sintomi fuori possano aggravarsi e stare male.

[#3]  
Attivo dal 2005 al 2015
Si è già risposta da sola.

Saluti

[#4]  
Dr. Alessandro Valieri

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)
CODIGORO (FE)
RAVENNA (RA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Cara paziente,
tenderei ad escludere malattie organiche del distretto faringolaringeo. Si affidi alla saggezza del Suo medico curante.
Dr. ALESSANDRO VALIERI
*Centro Laser Chirurgia Emilia e Romagna*
www.alessandrovalieri.it

[#5] dopo  
Utente
Grazie per la temoestiva risposta.
Ma i sintomi che ho sono tipici di un allergia?e possono essere aggravati dall'ansia?Mi creda non capisco più nulla.
Quando ho questa sensazione di soffocamento cosa devo fare?
Nasonex, aliflus,aerosol(budesonide), bentelan....ho sempre dietro questi farmaci .Faccio uso del bentelan soprattutto la notte perchè mi sveglio agitata e con la sensazione di non poter respirare.Prendo la compressa piango a singhiozzare per circa 15 min e poi appena mi calmo vado in guardia medica.I medici non hanno mai trovato nulla e mi dicono di stare tranquilla.L'unica cosa riguarda il fatto che avendo le tonsille ipertrofiche quando ho mal di gola mi si gonfiano e quasi mi occludono le vie respiratorie.Ho fatto visita orl ma lo specialista mi ha detto di non allarmarmi e di seguire la cura con biomunil prescritta dal mio allergologo.
La mia situazione è un pò particolare .Quello che ancora non capisco è se questi sintomi sono allergici o psicosomatici?
Il problema dello studio può influire ad acuire queste reazioni di panico?

Cordiali saluti e sentiti ringraziamenti

[#6]  
Dr. Alessandro Valieri

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)
CODIGORO (FE)
RAVENNA (RA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Cara paziente,
viva i Suoi problemi con meno apprensione e, ripeto, il Suo medico curante Le ha già dato un buon indirizzo terapeutico.
Dr. ALESSANDRO VALIERI
*Centro Laser Chirurgia Emilia e Romagna*
www.alessandrovalieri.it

[#7] dopo  
Utente
grazie per la risposta .Allora seguirò il suo consiglio.
dato che problemi organici non dovrebbero essercene andrò da uno psicologo .Ho deciso.
Da sola penso non riuscirò a risolvere il problema.
La ringrazio

[#8] dopo  
Utente
volevo chiedervi un'altro parere .é il caso di fare una phmetria ?
devo dire che ultimamente ho acidità frequente e tampono con riopan.
In alternativa a questo esame cosa potrei fare?(a parte radiografia con mezzo di contrasto).
Vorrei provare una cura con lansoprazolo 15mg al dì, gaviscon dopo ipasti.
Se nn riesco a risolvere il problema faccio la ph metria.
Cosa mi consigliate?

[#9]  
Dr. Alessandro Valieri

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)
CODIGORO (FE)
RAVENNA (RA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
La Phmetria è consigliata a prescindere dal risultato della terapia.
Dr. ALESSANDRO VALIERI
*Centro Laser Chirurgia Emilia e Romagna*
www.alessandrovalieri.it

[#10] dopo  
Utente
ma posso cominciare questa terapia?o sarebbe meglio prima accertarsi se effettivamente c'è presenza di reflusso per evitare di iniziare una terapia inutile?
Io volevo provare in questo senso per evitare la ph metria.
Ho molta paura di questi esami invasivi.
cmq prendere del gaviscon dopo ipasti può farmi male se i disturbi di reflusso nn sono presenti?
Grazie

[#11]  
Dr. Alessandro Valieri

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)
CODIGORO (FE)
RAVENNA (RA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Il Gaviscon non le farà male.
Dr. ALESSANDRO VALIERI
*Centro Laser Chirurgia Emilia e Romagna*
www.alessandrovalieri.it

[#12] dopo  
Utente
grazie ancora per la risposta
la sua professionalità è eccellente
allora prenderò del gaviscon dopo ipasti e le farò sapere come va
distinti saluti