Utente
Da circa un mese e mezzo dopo un forte raffreddore con mal di gola e qualche linea di febbre risolti, mi è rimasto del catarro fastidioso nelle orecchie (più quella sx rispetto alla destra).Ho provato tutti i tipi di cura...aerosol,fluifort,suffimigi.Stò ultimando le cure termali, e nel frattempo sono andato da un OTORINO che mi ha visitato (con relativo esame audiometrico e timpanografia entrambi nella norma)con l'esito di otite media catarrale secretiva tra l'altro in fase di risoluzione.Mi ha detto di ultimare le cure e in più fare delle insufflazioni endotimpaniche sempre allo stabilimento termale e successivamente otovent a casa.Devo dire che ormai ho quasi finito le cure termali comprese le insufflazioni ma i risultati non ci sono,anzi paradossalmente accuso maggiormente gli "scoppiettii"all'interno delle orecchie.
Premetto che non ho particolari dolori ma soltanto questi crepitii dovuti al catarro,Vi chiedo gentilmente se per voi è normale l'evoluzione della malattia in questo senso e, anche se ormai sono a fine cura termale se i risultati delle insufflazzioni si vedono più avanti perchè finora non ne ho avuto beneficio.
Grazie in anticipo per la pazienza e la cortesia.

[#1]  
Dr. Maurizio Ruosi

24% attività
4% attualità
4% socialità
MONDRAGONE (CE)
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SARNO (SA)
OTTAVIANO (NA)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Gli scoppettii che riferisce sono un buon segno, le è stata indicata la cura migliore. L'efficacia del trattamento termale in particolare con acqua sulfurea va valutato ad almeno 10 giorni di distanza. Poi se ha davvero avuto una virosi molto aggressiva deve lasciare il tempo all'organismo e cioè alle cellule della muco Rino faringea tubarica , di ristabilirsi. Segua con fiducia le indicazioni che le sono state date.
resto a sua disposizione per ulteriori chiarimenti dott.maurizio ruosi

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto dottor Ruosi.Domani finisco le cure termali e spero di risolvere al meglio, e mi auguro il prima possibile, questi fastidi alle orecchie soprattutto quella di sx.Tra un paio di settimane parto per il mare e quindi la situazione spero davvero arrivi ad una svolta visto che ormai sono un mese e mezzo che ho questo catarro nelle orecchie.Volevo disturbarla ancora e chiederle se secondo lei,con questa situazione ancora in essere, è sconsigliabile fare immersioni anche se solo semplice apnea a qualche metro di profondità?
La ringrazio infinitamente

[#3]  
Dr. Maurizio Ruosi

24% attività
4% attualità
4% socialità
MONDRAGONE (CE)
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SARNO (SA)
OTTAVIANO (NA)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Almeno per la prima settimana sarebbe meglio evitare di forzare il meccanismo di compensazione e si dovrà limitare a dei bagni di superficie, quindi dovrà valutare senza forzare la compensazione ad immergersi inizialmente lentamente. Ricordi che immergersi di pochi metri non vuol dire evitare problemi perché le maggiori difficoltà di compensazione sì hanno proprio nei primi metri. Buone vacanze.
resto a sua disposizione per ulteriori chiarimenti dott.maurizio ruosi

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio moltissimo dottor Ruosi,farò come dice,pur di risolvere questo fastidio del catarro rinuncio, anche se mal volentieri,ad andare sott'acqua, e mi limiterò a bagni di superficie....spero solo di risolvere questo fastidio che è la cosa più importante.
Grazie ancora

[#5] dopo  
Utente
Egregio dottor Ruosi,scusi se approfitto ancora della sua cortesia.Ho finito le cure e l'OTL dello stabilimento termale,a conclusione del ciclo di terapie,mi ha detto che,eventualmente,se accuso ancora e spesso fastidio posso provare a prendere per un paio di settimane un mucolitico enzimatico (Altan o Flaminase).Secondo lei,egregio dottor Ruosi,l'assunzione di questo medicinale mi può essere utile quantomeno all'attenuazione della sintomatologia?Tra l'altro,paradossalmente,finito le cure avverto ogni tanto anche qualche dolore (per carità niente di insopportabile)e una sensazione di pesantezza o pienezza all'orecchio sx (quello dove accuso maggiormente i famosi scoppiettii).
La ringrazio tantissimo per la sua cortesia e l'infinita pazienza

[#6]  
Dr. Maurizio Ruosi

24% attività
4% attualità
4% socialità
MONDRAGONE (CE)
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SARNO (SA)
OTTAVIANO (NA)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Dovrebbe però cercare lei di essere più "paziente" nel vero senso della parola. Faccia passare una decina di giorni e tranne problemi seri ne riparleremo.
resto a sua disposizione per ulteriori chiarimenti dott.maurizio ruosi

[#7] dopo  
Utente
Ok dottore,a questo punto mi dò tempo altri 10 giorni senza fare nè prendere nulla, dopodichè valuterò se ci sono stati o meno miglioramenti.Nel caso in cui però la sintomatologia resta inalterata cosa mi consiglia di fare?
La ringrazio

[#8]  
Dr. Maurizio Ruosi

24% attività
4% attualità
4% socialità
MONDRAGONE (CE)
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SARNO (SA)
OTTAVIANO (NA)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Ah ah vedo che oltre alla pazienza le manca anche la fiducia. Comunque se dovesse piovere apriremmo l'ombrello. Per ora Non ci penso.
resto a sua disposizione per ulteriori chiarimenti dott.maurizio ruosi

[#9] dopo  
Utente
Non è la pazienza nè la fiducia che mancano,,ma dopo oltre un mese e mezzo senza risultati significativi avere un minimo di scoraggiamento penso sia normale.Ad ogni modo la ringrazio lo stesso e mi scuso per il disturbo che le ho arrecato.

[#10]  
Dr. Maurizio Ruosi

24% attività
4% attualità
4% socialità
MONDRAGONE (CE)
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SARNO (SA)
OTTAVIANO (NA)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Le assicuro nessun disturbo, ma capirà la difficoltà ad essere estremamente precisi senza poter visitare un paziente , w mi rendo anche conto che arrivare a farsi dare consigli da un medico sconosciuto probabilmente passa da una fase di sfiducia in quello che ha provato fino ad ora, ma io davvero più di questo non posso fare se vogliamo rimanere seri. Le auguro una completa guarigione, mi faccia sapere eventuali novità.
resto a sua disposizione per ulteriori chiarimenti dott.maurizio ruosi