Utente
Buonasera gentili dottori,
venerdì mattina dopo aver passato una notte insonne, sono andata dal medico generico. Lì mi è stata diagnosticata un'otite nell'orecchio sinistro, ma non sono sicura come l'ho contratta. La prescrizione del mio medico generico è stata: Isocef e Anauran gocce. Nonostante la prescrizione, ho sofferto di insonnia anche quella notte, dovuto al particolare dolore legato all'orecchio (non riuscivo ad es. ad appoggiarlo sul cuscino), oltre ai disagi alla masticazione dato che la mandibola faceva particolarmente male. Sabato ho avuto febbre alta tutto il giorno e lo specialista presente al pronto soccoro della mia città ha diagnosticato la presenza di due otiti entrambe nell'orecchio sinistro, esterna ed media. Mi ha consigliato di continuare ad assumere l'isocef, di sospendere l'anauran e di sostituirlo con Betafloroto gocce 3 volte al giorno e Nasonex, nonchè di integrarlo tutti i giorni con dei fermenti lattici e prendere eventualmente un antidolorifico se il male dovuto all'otite dovessere essere insopportabile. Il dolore legato all'orecchio ora sembra essere diminuto, lasciandomi una sensazione come da "cuscino premuto" costantemente sull'orecchio, ma a volte ho delle fitte. Ho un acufene non troppo forte ma unito al gonfiore dell'orecchio a volte sento poco.
Lo specialista mi ha chiesto di tornare dopo una settimana per verificare i risultati.
Ieri ho iniziato l'assunzione di Nasonex, oggi con il Betafloroto e le mie domande sono le seguenti:
-la cura e' approppiata?
-Va bene appoggiare una piccola borsa dell'acqua calda sull'orecchio?
-C'è un modo corretto per pulire l'orecchio sinistro o è meglio attendere sia guarito completamente? Come è meglio pulirlo (Spray, cotton fioc o altro)?
-Dopo la seconda somministrazione di Betafloroto (non sono sicura di averlo amministrato bene nel pomeriggio e per problemi mi sono alzata dopo un paio di minuti scarsi) avverto una sensazione di freddo a tratti sia nel condotto auricolare sia nel condotto nasale. Può capitare? magari per sensibilità?
-dato che so poco dell'argomento, l'acufene che provo è legato all'otite e quindi poi sparisce con lui?
Ringraziando anticipatamente, porgo cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La terapia farmacologica prescritta dallo Specialista è validae consiglio di seguirla scrupolosamente. Non deve appoggiare all'orecchio cose calde o cercare di pulirlo. L'acufene passa con la guarigione. Le auguro una buona giornata
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
La vorrei ringraziare innanzitutto per la sua gentilissima risposta, farò come mi ha suggerito lei. In effetti oggi sto iniziando a sentire i primi benefici della cura. Purtroppo nei momenti in cui non potevo prendere antidolorifici e avevo la febbre alta, ho appoggiato cose calde sull'orecchio dato che sembrava darmi sollievo. Potrebbe aver causato danni in generale? Glielo chiedo così da tenerlo a mente nel caso dovrebbe tornarmi utile, per me o per la mia famiglia.
Un'ultima domanda, se posso, quando potrei uscire all'aperto? Dovrei fare un colloquio di lavoro settimana prossima e sono ancora incerta sul poter presenziare.
Grazie ancora.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
L'aver appoggiato cose calde sull'orecchio, di certo naon ha provocato alcun danno, se non il rischio di accentuare il rocesso infiammatorio. Se il dolore è passato, puo' tranquillamente recarsi al colloquio di lavoro, importantissimo! In bocca al lupo!
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Dottore, scusi se la disturbo nuovamente. Dato che la visita di controllo dallo specialista fino alla fine della prossima settimana non verrà effettuata, vorrei un suo parere, solo per sapere come comportarmi in questi giorni d'attesa.
E' possibile avere una ricaduta di otite? In questi giorni ha fatto parecchio freddo e in quei giorni in cui sono stata costretta ad uscire ho portato un cappello per impedire che l'aria venisse a contatto con l'orecchio.
Nonostante questi accorgimenti, uniti a degli integratori di vitamine, è tornato dietro l'orecchio, poco sopra il lobo un pò di dolore (a volte solo fitte, altre volte è una sensazione di dolore più duratura), esattamente nel punto in cui provavo dolore quando avevo l'otite, ma internamente non provo dolore, ma solo prurito.
Cosa posso fare?
La ringrazio nuovamente per l'attenzione.

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
In attesa della visita, se lo ritiene necessario, puo' assumere per qualche giorno un antinfiammatorio per via orale. Probabilmente, l'otite non era guarita del tutto. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori