Otiti ricorrenti

Salve, scrivo qui poichè ho davvero bisogno di un parere spero da più specialisti, per un problema che ormai mi trascino da giugno 2012.
Come prima cosa, io sono sordo dall'orecchio dx dall'età di 4 anni per una parotite.

Luglio 2012: il mio medico di base ha notato pus nell'orecchio pensando fosse un fungo ed erano comparsi degli acufeni e vertigini quindi mi prescrive una visita dall'otorino.

26/07/12 Alla visita: la dottoressa mi dice che non avevo nessuna otite, ma per il discorso degli acufeni mi manda ad un pronto soccorso per fare dei controlli.

Al pronto soccorso: vedendo l'orecchio dx, mi dicono subito che c'è del pus e quindi una dermatite cue dx mi effettuano un lavaggio ed un esame audiometrico per il discorso dell'acufene.
Dall'esame audiometrico l'orecchio sinistro risulta perfetto.
Mi vengono prescritte delle gocce di tobradex da effettuare per 5 giorni e dopo ripresentarmi per un controllo.

30/07/12 Al controllo: presenza di materiale ceruminoso sulla membrana timpanica dx che viene asportato in otomicroscopia, membrana timpanica ispessita, iperemia del cue destro, a sinistra mt opaca.
si consiglia di proseguire la terapia con tobradex per altri 3 gg, non bagnare l'orecchio.

3/08/12 Altra visita siccome avevo ancora dolore: il medico trova di nuovo un otite ma questa volta a tutte e due le orecchie mi prescrive di continuare a usare il tobradex per altri 15 gg e se gli acufeni continuassero prendere pastiglie di TRENTAL per 20 gg

11/09/12 Visita: otite esterna destra e sinistra, si esegue un tampone che risulta negativo sia ai batteri sia ai miceti.

13/12/12 Altra visita poichè i sintomi continuavano: il medico mi riscontra una dermatite cronica a tutte e due le orecchie mi dice fare di mettere delle gocce di acqua borica al 3% ogni sera. ( che non ho eseguito)

A questo punto lascio perdere tutto ma dopo poco tempo, inizio a sentire forti dolore alle orecchie sopratutto all'orecchio sinistro, gli acufeni non hanno mai smesso , e sento anche dei rumori dalla parte dell'orecchio quando soffio dal naso.
Vado dal mio medico che dice di non trovare nulla.
Ma non contento poichè avvertivo molto dolore mi reco al pronto soccorso.

31/01/13 Al pronto soccorso l'otorino mi riscontra un otite media acuta all'orecchio sinistro e mi prescrive tobradex per 6 giorni e velamox per 6 giorni.

inizio la cura ma decido di farmi visitare a pagamento da un altro specialista poichè è da giugno che tutto questo va avanti

4/02/12: il dottore mi spiega che ho il condotto pieno di una sostanza molto appiccicosa che non va via neanche con dei lavaggi, in più nell'orecchio è pieno di pelle morta e sotto la pelle morta la pelle è infiammata e questo non permette di far vedere bene il timpano.
mi dice di continuare con il velamox ma per 10 giorni anzichè 6.
mi prescrive il diflucan sempre per 10 giorni.
gocce di cexidal per 10 giorni.
e gocce di deflan da prendere oralmente sempre per 10 giorni.
e ripetere il tampone dopo 15 gg

per il cexidal io ho un'allergia nota ai chinolonici, in più sul farmaco c'è scritto che è controindicato per l'otite media..
Ho già provato a prendere lo sporanox che è molto simile al diflucan e mi ha dato molti problemi, tanto che ho dovuto sospendere
Sono allergico ai macrolodi, chinolonici, lucen.
ed intollerante agli antiinfiammatori e allo sporanox.
Ed ho molte altre allergie a piante ecc..

I miei dolori continuano intermente all'orecchio, ho acufeni, vertigini, formicolii sopra l'orecchio e dolori alla testa e alla parte sinistra della faccia

Le mie domande sono:
1 Cosa ne pensate di tutta questa storia? cosa mi consigliate?
2 E' proprio necessario prendere tutti questi farmaci insieme? soprattutto per un soggetto che come me è allergico e non ama per niente i farmaci.
3 Non si potrebbe fare un test specifico per sapere di preciso cosa infesta il mio orecchio prima di prendere i farmaci? non so un altro tampone o un otomicroscopia?

Spero abbiate avuto la pazienza di leggere tutto e spero mi possiate aiutare poichè è l'unico orecchio che mi rimane.
Grazie mille.
[#1]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,6k 190 26
Gentile Paziente, quando una patologia si presenta come "ricorrente", come nel caso dell'Otite Media Acuta Ricorrente (OMAR), spesso c’è qualcosa nel terreno, cioè nel distretto anatomico in cui la patologia “ricorre” ad attirare l’agente eziologico, che invece è innocuo per gli altri componenti della famiglia e addirittura, se monolaterale; spesso anche per l’altro l’orecchio.
In questi casi è spesso in gioco una disfunzione tubarica, cioè un cattivo funzionamento di quel tubicino (tuba o Tromba di Eustachio) che porta aria all’orecchio medio e ne drena le secrezioni. La tuba passa a pochi millimetri dall'articolazione temporo mandibolare (ATM), e per attivarla quando andiamo in montagna o in aereo, muoviamo la bocca o deglutiamo. Chi ha problemi di occlusione dentaria può (sottolineo PUO') a volte presentare un conflitto tra il condilo mandibolare e la tuba che interferisce con il suo corretto funzionamento, e sostiene, a cascata, le problematiche che dalla disfunzione tubarica dipendono, e che vanno da un po’ di cerume in più (sintomo spesso incompreso) all’OMAR.
Forse, a lato del trattamento farmacologico dell'episodio acuto, che dà un beneficio immediato ma non evita le ricadute, nei casi di OMAR sarebbe il caso di valutare la presenza di problematiche strutturali e occlusali-ortodontiche.
Per questo, oltre ad approfondire le problematiche di specifica pertinenza otorinolaringoiatrica, le suggerisco di consultare anche un dentista –gnatologo esperto in problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare.
Dia anche un'occhiata, su questo stesso sito, agli articoli qui sotto linkati. Cordiali saluti ed auguri.

• Otite ricorrente: colpa dei denti?
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/961-otite-ricorrente-colpa-dei-denti.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1348-acufeni-e-disfunzioni-dell-articolazione-temporo-mandibolare-atm.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1408-la-vertigine-di-pertinenza-odontoiatrica.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/934-la-cefalea-che-viene-dalla-bocca.html

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

L'acufene (o tinnito) è un disturbo dell'orecchio che si manifesta sotto forma di ronzio o fischio costante o pulsante. Scopri i sintomi, le cause e i rimedi.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test