Utente
Buongiorno, ho 60 anni, sesso maschile e da circa 20 anni soffro di mal di gola che si ripete specialmente nei periodi da settembre ad aprile. Le tonsille sono semi-consumate e presentano delle palline bianche che certe volte tolgo con uno stuzzicadenti.
Dopo una terapia antibiotica con ZIMOX di solito si risolve. Recentemente però, dopo una ricaduta curata con Zimox si è subito ripresentata a di stanza di 3/4 giorni, il mio medico curante mi ha prescritto MACLADIN 500/mg ma non mi ha fatto nessun effetto, restandomi bruciore/rossore in gola, palline bianche sulle tossille, specialmente sul lato dx.
In attesa del responso di un tampone faringeo (richiesto con urgenza per sospetto che possa essere "altro") mi curo con TACHIPIRINA/LOCABIOTAL 15 ml. o IODOSAN GOLA/TANTUM VERDE o FROBEN, ma non cambia niente, non mi passa ormai da circa 1 mese.
Soffro anche da circa 28 anni di ernia iatale ma mi curo con successo con PANTOPRAZOLO (Pantopan 20 mg.) e da qualche giorno uso in aggiunta GAVISCON. per come stanno le cose, dopo tanto tempo, ora non so più se pensare che il persistere della infiammazione sia dovuta ad un fattore di stomaco o se è causata da altro. Grazie in anticipo.

[#1]  
Attivo dal 2006 al 2009
Da 28 anni ernia iatale, da 20 mal di gola, che si ripete specialmente nei periodi da settembre ad aprile, periodo in cui si fa vivo lo streptococco. Non importa che sia dimostrato da un tampone, bastano i dati clinici. Ormai antibiotici, cortisone, antinfiammatori, non funzionano più. I batteri e i virus sono molto più furbi di noi. Così l'Helicobacter (ernia iatale), lo streptococco (faringite), vanno affrontati da strade diverse, alternative. Pertanto va valutata la presenza di mabedue, e combattuti con il genoma opportunamente diluiti, per stimolare il sistema immunitario a portarli via. Troppo tempo sono rimasti nell'organismo. Sia l'helicobacter, che lo streptococco sono i responsabili della sua sintomatologia. Vanno portati via, ma anche la permanente acidità va trattata, sia con la dieta che con terapia alternativa adeguata.
Saluti

[#2]  
Dr. Gianluca Capra

28% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
gentile utente,
se non è mai stato visitato da un otorinolaringoiatra (specialista della gola orecchio e naso!)potrebbe essere utile una valutazione anche per controllare il naso che potrebbe risultare la causa dei suoi mali se presenza di difficolta respiratoria nasale...per quanto riguarda le tonsille da come le desrive sono criptiche cioe hanno delle piccole caverne che determinano la raccolta di cibo al loro interno, nulla di particolarmente preoccupante a mio avviso.
cordiali saluti
Gianluca Capra

[#3] dopo  
Utente
Gentilissimi Dott. Moschini e Dott. Capra,
ringrazio sentitamente per la pronta risposta, desidero aggiungere che l'esito del tampone faringeo è RISULTATO NEGATIVO, inoltre confermo una brutta respirazione dalla narice dx per un intervento di correzione al setto nasale praticatomi 23 anni fa e mal riuscito.
In questi giorni la tonsilla dx si è gonfiata provocandomi un leggero disturbo/dolore.
Grazie di cuore e distinti saluti.

[#4]  
Attivo dal 2006 al 2009
infatti, l'esito negativo, non vuol dire che il batterio o il virus, o l'Helicobacter, non ci siano!!! VUOL DIRE CHE NEL LUOGO DOVE IO HO FATTO IL PRELIEVO, NON SI SONO RILEVATI AGENTI PATOGENI, MA LE ALTRE ZONE?,
Saluti

[#5]  
Dr. Morando Morandi

24% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2004
Sono anche io convinto che Lei soffra di tonsillite criptico-caseosa. Tale condizione, pur non patologica in senso stretto, può determinare periodiche flogosi locali anche febbrili magari per il sovrapporsi di infezioni. Si rivolga al suo Otorino che, dopo aver confermato la diagnosi, potrebbe praticare una premitura tonsillare (NON in fase acuta)spesso risolutiva!
Ci faccia sapere...
dott. M. Morandi