Principio di ascesso tonsillare

Salve,soffro da quando ero bambino di un’ipertrofia monolaterale della tonsilla destra,fumando e lasciando spesso i capelli bagnati(sono queste le cause che mi sono state indicate,anche se sulla seconda,nonostante le insistenze del medico di famiglia,mi sento molto dubbioso), ho avvertito improvvisamente un forte bruciore alla gola,sottovalutandolo poiché abituato ad infiammazioni della gola.
Successivamente è sopraggiunta la febbre,ho chiamato immediatamente il medico di famiglia che mi ha detto di prendere Augmentin compresse due volte al giorno(nulla di nuovo per me).
Le cose si sono complicate quando ho sentito che l’infiammazione interessava anche la parte più bassa rispetto alle tonsille e che avevo il collo gonfio sul lato della tonsilla ipertrofica infiammata.
Poi ha cominciato ad infiammarsi la zona vicina all’orecchio ed il giorno dopo ed il giorno dopo il medico è venuto a visitarmi.
Mi ha levato l’Augmentin prescrivendomi punture di Rochefin per 6 giorni,i primi 3 con una puntura ogni 12 ore e gli ultimi 3 una puntura ogni 24 ore,quello che ha notato è stato un principio di ascesso.
Dopo 2 giorni di punture il dolore non è sparito e le tonsille presentano ancora delle linee bianche,credo sia pus,è come se dietro la tonsilla ipertrofica si prolungasse un’infiammazione con rigonfiamenti,questa mia sensazione è stata confermata dal medico.
Quello che io vorrei chiedere è come posso alleviare questo dolore che non accenna a diminuire? Sento un fortissimo dolore quando deglutisco,quando parlo e ovviamente quando mangio,ovviamente la febbre scende ma risale e non passa finché la condizione delle mie tonsille non migliora. Oltre a questo mi si sono infiammate le gengive,com’e possibile che dopo 2 giorni di antibiotico e 2 di punture di Rochefin io non senta nessun progresso anche minimo?
Chiedo cortesemente un parere,grazie mille!
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32k 1,1k
Consiglio una visita specialistica otorinolaringoiatrica urgente perché. se fosse veramente un ascesso, bisognerebbe intervenire in tempi stretti. Ok per la cura antibiotica: aggiungerei una dose di cortisone, 4 mg al giorno.
Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test