Utente
Cari dottori,
trovandomi all'estero vorrei chiedere un vostro parere su una situazione che dura ormai da quasi due mesi.

Da metá Novembre ho cominciato ad avere mal di gola, raffreddore e soprattutto un sacco di muco sia nel naso sia, soprattutto, in gola (premetto che soffro di reflusso e mi e stato detto anni fa che questo puo comportare irritazione della gola e muco retronasale).

Il raffreddore e il mal di gola sono passati ma é rimasto questo muco tra naso e gola che mi capita spesso di deglutire e sensazione di orecchio ovattato, uno in particolare.
Circa tre settimane fa poi ho cominciato a non sentire piu gusti e odori, alcuni giorni completamente, altri giorni a omenti e comunque sempre in modo ridotto.

Mi sono fatto vedere da un medico che mi ha diagnosticato una rinosunisite e mi ha prescritto spray nasale al cortisone (c'e differenza tra I diversi principi attivi?), decongestionante nasale, spray con acqua marina e mucolitico.

Da qualche giorno la situazione é migliorata nel senso che il catarro si e un po' ridotto (almeno nel naso) e sono tornato a sentire gusti e odori in modo soddisfacente ma ci sono tre aspetti sui quali volevo chiedere un vostro parere:

- come dicevo, il naso é piu libero, respire meglio e se soffio il naso esce poco muco ma, allo stesso tempo, quando respire, il naso mi sembra comunque 'bloccato dentro' come se l'aria facesse fatica a entrare anche se poi esce poco muco - puo esserte che le mucose siano ingrossate a prescinedere dal muco? Oppure puo essere che ci sia del muco 'dentro' che non esce soffiando il naso?

- la mattina quando mi sveglio ho quasi sempre almeno una narice chiusa e le orecchie ovattate (quando sbadiglio sento la classica sensazione nell'orecchio quando é tappato) e sento pochissimo gli odori, poi piano piano dopo aver fatto sciaqui nasali e essermi soffiato il naso la situazione migliora e torno a sentire gli odori ma come mai ogni mattina succeede cosi (sempre con poco muco espulso soffiandomi il naso)?

In sintesi, mi sembra come se il muco sia 'dentro' e influisca sul mio olfatto a momenti alterni e sul mio respiro ma se soffio il naso esce poco, cosa potrebbe significare?

La terapia prescritta é appropriata?

Ho fissato una visita con otorino e mi rendo conto questa sia necessaria ma volevo chiedere un parere preliminare sui sintomi perche mi e capitato molte volte di perdere olfatto per qualche giorno con forte raffreddore ma mai prima di perderlo per settimane e senza raffreddore perche al momento ho un sacco di muco ma non ho il raffreddore.
In piu c'e anche questa fastidiosa sensazione di orecchio tappato.

Spero di essermi spiegato e vi ringrazio per l'attenzione
Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La diagnosi formulata mi sembra giusta, sulla base della descrizione della sintomatologia, cosi' come la terapia. Aggiungerei solamente un antistaminico. la cura deve essere eseguita per almeno una ventina di giorni e, se dovesse ancora persistere il problema, allora sarà necessaria una tac dei seni paranasali senza mezzo di contrasto. Perdita dell' olfatto ed ovattamento dell'orecchio sono complicanze della patologia.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per la veloce risposta.
Preciso che dopo la visita il medico non ha ritenuto necessario prescrivermi ne antistaminici ne antibiotici perche non c'era secondo lui ne infezione batterica ne problema allergico.
Approfitto della sua disponibilita per porle qualche altra domanda, se possibile:

- c'e differenza tra lo spray cortinosico o uno vale l'altro (io sto usando mometasone)?
- ho la voce nasale, anche se come dicevo in relta di muco dal naso ne esce poco, puo esserci una congestione anche senza muco (oppure con muco che sta dentro senza uscire)?
- Infine, nei tre giorni appena trascorsi ho sentito gusti e odori bene, quasi totalmente, mentre oggi di nuovo li sento molto meno, nonostante dal naso esca poco muco (anche se come dicevo lo sento come 'tappato' dentro), come si spiega questo andamento altalenante del sintomo?

Sicuramemte completeró la terapia sperando che la situazione si stabilizzi.

Grazie di nuovo per l'attenzione

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Uno spray nasale cortisonico vale l'altro
La voce nasale puo' essere data dalla congestione delle mucose nasali o dalla mancata risonanza per la presenza di muco all'interno dei seni paranasali
L'alternanza dell'olfatto e del gusto ci sarà sino alla completa guarigione della sintomatologia, stia tranquillo.
Per l'antistaminico, puo' acquistare direttamente in Farmacia uno da banco.
Cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,
grazie nuovamente per la sua cortese risposta.
Faró come suggerito e termineró la terapia (non manca molto).
Al momento il catarro si é molto ridotto ma continuo a ritrovarmelo in gola e ad avere questa sensazione di 'naso piu stretto' quando respiro.
In particolare ho notato che il naso (di solito una narice alla volta) mi si 'chiude' spesso la sera prima di dormire e sempre la mattina appena sveglio: tute le mattine ho almeno una narice chiusa con olfatto molto ridotto, poi basta lavaggio con soluzione fisiologica e soffiata di naso per ristabilirlo ma é cosi tutte le mattine.
Deduco quindi che del catarro 'dentro' ci sia ancora.
Inoltre ho spesso un orecchio (sempre quello) ovattato e quando soffio il naso sento che si chiude ancora di piu e come un fischio, puó essere che ci sia piu cataro su un lato e in un orecchio? A volte c'e anche mal di tesat su quel lato.

Infine, chiedero al medico qui (visita tra due giorni) ma secondo lei puo essere utile prendere antistaminico anche in assenza di sintomi da allergia?
Puo a questo punto essere di aiutio anche una terapia antibiotic per facilitare la riduszione dell'infiammazione e del catarro?

Grazie come sempre per l'attenzione

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Nessuna terapia antibiotica ma, semmai, antistaminica, che non viene prescritta solo in caso di allergia, ma anche in un caso come il suo, per far asciugare il catarro che viene sciolto dal mucolitico.
Cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
Caro Dottore,
un breve aggiornamento.
Il catarro nasale é molto diminuito, l'olfatto é quasi del tutto tornato ed é molto diminuito il dolore alla base del naso e il mal di testa.
Quindi nel complesso meglio.
Rimangono peró due sintomi rispetto ai quali mi piacerebbe avere il suo parere se possibile:
- ho ancora del catarro retronasale e in gola (mi devo spesso schiarire la gola) e la mattina mi ritrovo sempre con almeno una narice intasata e olfatto ridotto (poi basta soffiare il naso e passa). Diciamo che il catarro nel naso e la respirazione sono molto migliorati ma rimane ancora catarro in gola e nel naso la mattina.
- ho sempre un orecchio ovattato, me ne rendo contto perche uando soffio il naso o sbadiglio sento dei 'rumori' nell'orecchio e la classica sensazione (non so come spiegarlo meglio) di orecchio che sta per stapparsi ma poi alla fine non si stappa.
E' sempre causato dal catarro o puo essere altro?
Che posso fare di altro se I sintomi nasali migliorano ma l'orechio rimane tappato? Esiste un altro modo per liberare la tuba di Eustachio da questo catarro?

Grazie mille per la sua attenzione

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Tutto cio' che riferisce, è espressione di una patologia infiammatoria catarrale non ancora risolta e, pertanto, deve continuare la cura ancora per una decina di giorni.
Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, la situazione migliora ma non é ancora risolta nel senso che ho ancora narice/i tappate la mattina, catarro retronasale e mi devo spesso raschiare la gola per via del catarro.
Riconosco che non ho sempre effettuato la terapia in modo ineccepibile (nel senso che qualche volta mi sono dimenticato) e questo puó aver influito.
Ho comunque in programma di svolgere visita con otorinolaringoiatra e la terró aggiornato sugli esiti.
Mi sento sempre come il naso un po 'chiuso' anche se c'e poco catarro.
Inoltre, non so se puo essere correlato, da una decina di giorni sento un gusto amaro sulla lingua e in generale in bocca e mi sembra come se la mucosa orale sia un po piu rossa (soprattutto palate molle e soto la lingua).
Mi é gia capitato in passato di avere questo sintomo per via del reflusso anche se, in questo caso, sto attualmente facendo terapia con IPP per cui mi domando se possa avere altre cause. La ringrazio per l'attenzione cordiali aluti

[#9]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Cerchi di essere piu' costante sull'esecuzione di una cura, pena un fallimento della stessa. Giusta la decisione di una visita specialistica di controllo. Continuerei ancora la cura per una settimana
Cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#10] dopo  
Utente
Grazie dottore.
In linea generale puo capitare che una situazione come questa (catarro, catarro in gola, naso chiuso e orechio tappato) si protragga per mesi?
Per la sua esperienza, da cosa potrebbe dipendere questo senso di amaro in bocca e sulla lingua? Potrei fare altri accertamenti oltre al reflusso (che sto giá curando)? Grazie nuovamente

[#11]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Si, di solito, i tempi di guarigione sono lunghi. Cira l'amaro in bocca, puo' dipendere da una infiammazione del tratto gastroesofageo o del fegato. faccia degli esami del sangue di routine
Dr. Raffaello Brunori