Utente
Salve Dottori,
ho una domanda circa un dubbio su un probabile caso di HPV orale. Mesi fa ho avuto un rapporto protetto con una prostituta, durante il rapporto le ho baciato il seno. Dopo circa due mesi ho notato che la mia lingua stava diventando bianca e da quel momento ho i linfonodi sottomandibolari leggermente gonfi e di tanto in tanto doloranti (dolore che è ormai scomparso da un pò). Saltuariamente si sono manifestate delle afte in bocca o sulle labbra scomparse nel giro di qualche giorno. Per un pò di tempo ho avuto anche una piccola escrescenza bianca su una tonsilla che è scomparsa recentemente. Ad oggi ho ancora la lingua bianca (e su di essa ho notato delle piccolissime palline di carne) e i linfonodi del collo leggermente gonfi. Ho effettuato due tamponi per batteri comuni risultati entrambi negativi. Sono stato da un otorino che ha diagnosticato una probabile infezione da HPV, che secondo lui, data la mia età (29 anni) dovrebbe risolversi da sola senza cure o analisi ulteriori. Non ho approfondito eccessivamente la questione con il medico in questione (dal quale dovrei comunque tornare tra un paio di mesi).
E' possibile aver contratto tale infezione semplicemente baciando seno e capezzoli? E' una infezione che può colpire anche tale parte anatomica? Inoltre, in caso di contagio effettivo, è vero che posso anche ignorare per il momento il problema aspettando una sua naturale risoluzione?
Grazie.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Onestamente, se fosse confermata una diagnosi di hpv, non si dovrebbe trascurare. Nel suo caso, il contagio, come descritto, non penso proprio che sia potuto avvenire. Comunque sia, per scrupolo, è bene che si rivolga ad un Infettivologo, rivolgendosi ad un Ambulatorio dell'ospedale della sua città.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la celere risposta Dr. Brunori.
Sono stato già da un infettivologo e mi ha detto più o meno la stessa cosa sostenendo che avrei potuto aspettare un pò di tempo e aspettare una guarigione spontanea e in caso negativo procedere a valutazioni cliniche più approfondite dell'occhio nudo di uno specialista (mi passi l'espressione).
Per quanto riguarda il mezzo dell'eventuale contagio non possono esserci alternative. Prima di quell'episodio non ho mai avuto problemi simili, ne tantomeno ho notato una patina bianca sulla lingua. Il mio dubbio al riguardo è nato proprio dal fatto che l'infettivologo sostiene che un contagio causato dal contatto con un capezzolo presentante delle lesioni sia possibile, mentre l'otorino ha detto che una simile eventualità è molto difficile. Entrambi ovviamente hanno preso atto dei sintomi visibili ad occhio nudo e del lieve gonfiore linfonodale. In ogni caso, non ho avuto (almeno per ora) problemi relativi al mal di gola.
Mi permetto di porgele un'altra domanda, a causa di queste opinioni discordanti sulla necessità di procedere a tipizzazione, ho letto vari articoli e consulti presenti su questo sito; da alcuni mi è parso di capire che l'HPV tendenzialmente può guarire da solo, da altri che tale eventualità è più teorica che altro, quale scuola di pensiero è più credebile?
Nelle prossime visite, probabilmente proverò a chidere al medico di prescrivermi delle analisi per venire a capo della questione.

Grazie per la disponibilità.

Le auguro una buona giornata.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Prima di tutto, per scrupolo, ripeta un tampone linguale per la ricerca di germi patogeni e miceti con un eventuale antibiogramma.
Circa , invero, le possibilità di guarigione spontanea dall'HPV, possiamo dire che, in linea di massima, siano teoriche, in linea generale.
Una buona giornata anche a Lei
Dr. Raffaello Brunori