Utente 468XXX
Salve chiedo un consulto in quanto sono molto preoccupato, premessa, vengo da 2 settimane di influenza di piu di un mese fa che ho fatto molta fatica a smaltire non avendo preso amtibiotici, da 1 settimana ho iniziato ad avvertire sotto la mascella un piccolo linfonodo dolorante al tatto (mi capita gia a volte che poi passi e torni normale dopo 2/3 giorni), controllandolo spesso e toccandomi quella zona durante il giorno per controllare il dolore perche ero prepccupato non avendo alcun sintomo di mal di gola se non un’afta sul labbro di una dimensione 6mm di diametro circa. Successivamente da quella ghindolina il dolore si distende lungo la linea sottostante la mandobola, fino ad arrivare ad avere dolori anche alla cervicale e alla base del collo, quindi mi reco dal medico di base che controlla la gola e apparte una tonsilla leggermente rigonfia ma senza infezione, mi tasta le ghindole del collo e dice che sono normali non ingrossate, anche se lamento dolori mi dice che puo essere colpo di aria fredda, e di non prendere nessu medicinale. Ascolto il consiglio in parte e prendo 3/4 bustine di oki, ma mi ritrovo che la sensazione si estende alla zona che c’e tra la fine della mandibola (l’attaccatura) e l’orecchio cosi chiamo il mio medico e gli comunico il tutto, mi prescrive quindi Deltacortene 1/2 pastiglia mattina e 1/2 sera x 4 giorni (oggi e il terzo), dicendomi che si puo essere infiammato il nervo e che con l’oki non passa. Da venerdi quindi mi provoca sensazione strana sotto la mandibola come indolenzimento, piu il solito dolore come se fosse infiammata una linea che va dal punto molle di inizio mascella fino quasi al mento. Sabato mattina faccio fosioterapia (massaggio individuale cerivicale che era bloccata in 2 trigger point), e successivamente dal lato della mandibola mi scaturisce un malditesta e nausea. In questi giorni anche appoggiarmi sul cuscino per dormire mi fa male la zona sotto la mascella che mi sta dando tormento. In giornata di oggi il dolore lungo la linea della mascella parte sinistra si è attutito lasciandomi pero sia nella parte sx dove il problema è iniziato, sia nella parte destra, questa senzazione nel punto che descrivevo prima tra la fine della mandibola e la zona sotto l’orecchio: la sensazione capita anche a volte quando si mangia del limone e senti come una pressione una specie di bruciore come mille aghetti ma non dolorosa ma molto fastidiosa, che mi sta perseguitando e mi da sensazione di stringimento come se avessi due dita che mi premessero in quei due punti ai lati del collo, premetto che sento anche la gola strozzata (soffro di esofagite e penso che il cortisone possa essere causa della gola con il nodo, ma non mi spiego questa sensazione alla fine della mascella), ho sbagliato a cercare su internet e mi sono spaventato perche parlano di tumori alla parotide o di calcoli o altre cose brutte e non capisco piu che cosa ho, la cosa inizia a spaventarmi. Mi e sembrato troppo leggero il mio medico di base.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Con molta probabilità, il sintomo è dovuto proprio alla linfoadenopatia di origine reattiva, ovvero infiammatoria. Sbagliato toccare sempre il linfonodo, cosi' come sottoporsi a massaggi fisioterapici. La terapia antinfiammatoria è giusta, ma il dosaggio utilizzato è insufficiente. Direi di fare prima una ecografia del collo, per poi rivedere la cura in base alla risposta.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente 468XXX

Salve dottor Brunori, la ringrazio per pa risposta, oggi chiamero il mio medico e gli diro che il cortisone non ha ancora dato i risultati sperati e chiedo cosi se è il caso che mi prescriva un’ecografia al collo. Volevo solamente sapere quindi se questa linfodenopatia reattiva puo essere dovuta anche solo a un colpo d’aria o a dei denti del giudizio i da una situazione infiammata della cervicale o per forza c’e da aspettarsi qualcosa di brutto come spesso si legge su internet cercando informazioni riguardo i linfonodi? Mi auguro e spero che qualcosa di piu grave non si manifesti nel giro di 1 settimana. Grazie ancora per il suo tempo

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sicuramente, l'infiammazione non è legata ad una grave patologia, ma ad un problema dentario o faringeo.
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente 468XXX

Salve dott. brunori la aggiorno circa la mia situazione: successivamente dopo 4 giorni di cortisone senza risultato ho chiamato il mio medico chiedendo il da farsi, mi ha detto che non sapeva che fare, gli ho detto che magari e per il dente del giudizio che sta bucando la gengiva, allora mi ha dato 5 giorni di augmentin 2cp dia. Il dolore che descrivevo dall’estremita della mandibola fino a sotto il mento e aumentato, creamdomi pressione e dolore sordo, la tonsilla in tutto cio resta sempre di volume piu grande di quella opposta, dove il dolore e il fastidio e presente ma molto molto leggero quasi impercettibile. Provo anche rogidita al collo e dolore nelle corde di muscoli del collo, e dopo i pasti e la masticazione sento pressione in quella zona lato collo inizio mascella. Giovedi chiamo in dentista e prendo appuntamento per lunedi 18/03..mi suggerisce di finire l’antibiotico insieme a brufen 600 dopo i pasti per dolore e infiammazione. Da giovedi il dolore forte e migliorato e mi ha lasciato intorpidimento dei denti inferiori ieri, e fastidio alla deglutizione dove ho la tonsilla gonfia (zona in cui ho i maggiori problemi e sta spuntando la punta del dente del giudizio). Oggi non ho piu intorpidimento denti ma sento fastidio sempre zona tonsilla, bruciore che va e viene sui muscoli del collo (le chiamo corde del collo)..e sempre questa sensazione di dolore al tatto dei linfonodi sull’angolo della mandobola
Sotto l’orecchio, e anche sotto la mandibola..ho questa sensazione di gonfiore del sotto collo...volevo farle una domanda, da subito ho avuto pensieri riguardo il papilloma virus, e vedendo i sintomi ho paura che sia qualcosa di brutto..lunedi ho il dentista, martedi l’ecografia del collo, volevo un suo parere, per quanto possibile a distanza, ma mi sto preoccupando, le ho fatto delle foto riguardanti la tonsilla e la gola, secondo lei e normale o qualcosa di anomalo Di cui preoccuparmi ? Grazie

https://www.dropbox.com/s/7wangpwzmr7s2qh/Foto%2016-03-19%2C%2014%2038%2005.jpg?dl=0

https://www.dropbox.com/sh/7ks179iejl7m0sw/AACp5-nL_dFKNpWExF0zTmGLa?dl=0

Puo visualizzare le immagini in dropbox anche senza essere iscritto.

Grazie

[#5] dopo  
Utente 468XXX

E vorrei capire come mai mi bruciano/dolora sotto la mandibola, fino a quel punto tra inizio mandibola e sotto orecchio dove sento due piccolo linfonodi... e possibile che siano tutto infastiditi?...mi sto preccupando dottore...

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Purtroppo, non riesco a vedere bene il cavo orale attraverso le foto postate. Una volta risolto il problema dentale, rimane l'infiammazione tonsillare. Nulla di grave. La prossima settimana direi di fare un tampone tonsillare per la ricerca di germi patogeni.
Dr. Raffaello Brunori

[#7] dopo  
Utente 468XXX

Salve dottor Brunori, ho effettuato visita dentista, mi ha detto che il problema e di tipo tensivo dei muscoli temporo mandibolari e aggiungo all’uscita del dente del giudizio il tutto crea questa infiammazione con dolore. L’ecografia al collo ha rivelato che non c’e alcun tipo di linfonodo gonfio o reattivo, e ieri ho fatto visita con otorinolaringoiatra che conferma quanto detto dal dentista, riguardo il dente del giudizio e dice che la tonsilla leggermente infiammata dipende da quello secondo lui, pero io ho paura che non abbia visto questi piccoli rilievi come rigonfiamenti tra tronsilla, palato e base lingua, che le ho sottolineato in una foto ben illuminata, possibile che se fosse un’invezione di papillomatosi non se ne sia accorto ? O si tratta di semplice infiammazione? Grazie le allego foglio della visita dell’otorino e foto della tonsilla ben visibile

https://www.dropbox.com/s/edaxy1cflcpv7oh/Foto%2021-03-19%2C%2015%2017%2003.jpg?dl=0

https://www.dropbox.com/s/uob1t8sb7fch7cs/Foto%2021-03-19%2C%2015%2020%2048.jpg?dl=0

[#8]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Si tratta di una infiammazione
Dr. Raffaello Brunori

[#9] dopo  
Utente 468XXX

Con cosa posso sfiammare dottore? Non mi sono state date indicazioni se non generiche (prendere al bisogno anti infiammatorio, ma ne il tipo ne le quantita) perche ho dolori alla tonsilla e nella zona che ieri le ho indicato con le frecce, sensazione di puntura come con un ago quando deglutisco o muovo la testa di lato sollecitando le parti infiammate.

[#10]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La cura deve concordarla con il Medico curante. Io non posso fare alcuna prescrizione in questa sede, mi dispiace. Posso solo dire che la cura antinfiammatorio non puo' essere al bisogno ma, al contrario, deve essere fatta giornalmente per almeno una settimana
Dr. Raffaello Brunori

[#11] dopo  
Utente 468XXX

Dottore scusi la mia insistenza, ma ho paura che l'otorino possa aver sbagliato , ripeto é una mia paura non sto dicendo che sia così, ho sempre male nella zona della tonsille e la percepisco anche quando non deglutisco, provo dolore quando deglutisco, e ho questa sensazione di corpo estraneo in quella zona. E ciò che mi lascia perplesso sono quelle mini escrescenze che sono tante in quella zona sotto e sopra la tonsilla, nella.altra parte della bocca dove risiede l.altra tonsilla la superficie e liscia e priva di queste escrescenze. Deglutendo ho dolore alla.orecchio corrispondente alla parte della tonsilla dolente. E possibile che queste escrescenze siano solo dovute a un.infiammazione ? Ho paura che magari avendo raccontato alla.otorini del dente del giudizio abbia sottovalutato la cosa e magari non abbia considerato queste escrescenze. Possono essere dovute a un cancro della.oro faringe o sintomi di HPV? Con la mia compagna ho sempre avuto rapporti orali da 4/5 anni.

[#12]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Io non so che dire, ma non credo proprio che lo Specialista cui si è rivolto abbia potuto ignorare formazioni o trasformazioni della mucosa orale e faringea che potrebbero far pensare a gravi patologie e, per questo, mi tranquillizzerei.
Dr. Raffaello Brunori

[#13] dopo  
Utente 468XXX

Dottore sto continuando con gli anti infiammatori 3 giorno 2 oki al di dopo i pasti, ma riscontro ancora gonfiore sulla tonsilla e le palline rilievi intorno che le avevo segnalato, con i soliti fastidi alla deglutizione e fastidio in corrispondenza orecchio. Mi sono accorto di avere tante piccolissime palline dure sul palato che si sentono scorrendo la lingua e non so se sono normali del palato e io me ne sono accorto solo ora o se sono dovute a qualcosa? Le allego la foto so che non si vede molto perché in realtà anche ad occhio nudo si vedono solo con i riflessi che sono in rilievo e sono su tutto il palato molle.

https://www.dropbox.com/s/4h273i0f1mxvv35/20190326_172051.jpg?dl=0

[#14]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Onestamente, attraverso la foto non si comprende cio' che descrive. Piu' che un fans come antinfiammatorio, utilizzerei un cortisonico. Ne parli con il Medico curante
Dr. Raffaello Brunori

[#15] dopo  
Utente 468XXX

Dottore le scrivo qui proprio perché non so cosa fare, il medico di base dice che non sa che fare, il dentista dava la colpa alla tensione della.mandibola e allo stress, e mi dice antinfiammatorio al bisogno, l.otorino dice che non ho nulla e la tonsilla e ok e che non devo prendere nulla, ma io ogni giorno ho i problemi che le ho già indicato, o l.otorino e stato superficiale e ho qualcosa, perché non è possibile che abbia questi problemi se mi dice che non ho nulla. Non so più cosa fare i dolori e fastidi li ho, adesso si aggiunge pure l.orecchio corrispondente. Sto scrivendo qui perché non so cosa posso fare...non ho terapie indicate, però ho dolore alla deglutizione, gola sempre a corto di saliva, sensazione di corpo estraneo, dolore su quel lato del collo e orecchio tappato e dolente che si aggiunge. Capisce dottore perché le scrivo, non avessi nulla mi sarei tranquillizzato con quello che ha detto l.otorino, ma così non so come comportarmi e nessuno mi ha detto cosa fare.

[#16]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La comprendo perfettamente e mi dispiace . Deve comprendere, pero', che da lontano non so proprio come poterla aiutare.
Dr. Raffaello Brunori

[#17] dopo  
Utente 468XXX

Salve dott. Brunori la aggiorno circa la mia situazione: ieri dolore molto forte alla tonsilla, che si irradia alla.orecchio e al collo, da fermo e aumenta alla deglutizione, dolori al tatto sotto ma mandibola ai linfonodi del collo (che però non sono risultati ingrossati 2 settimane fa nella.ecografia). La settimana scorsa ho effettuato u tampone faringeo stamattina ho ritirato l.esito dice "nessuna presenza di streptococco e candida, rilevata invece crescita di alcune colonie di stafilococco aureo".

Adesso le chiedo se può essere questo stafilococco aureo a procurarmi questi dolori e fastidi che si protraggono da 3/4 settimane e quindi se le escrescenze che le avevo sottolineato e lei e l.otorino avete classificato come infiammazione possano dipendere dallo stafilococco aureo?
E come é possibile che ci sia dopo che il dottore mi fece fare 5 giorni di Augmentin antibiotico?

[#18]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Si, è possibile che il tutto sia stato scatenato dal germe in questione. L'antibiotico utilizzato potrebbe essere non sensibile per eradicare il germe, oppure i giorni di cura possono essere stati pochi: generalmente, ne occorrono 8/10 . Con la risposta del tampone è stato fatto anche un antibiogramma?
Dr. Raffaello Brunori

[#19] dopo  
Utente 468XXX

Salve dottore, no non é stato fatto, perché non ne ero a conoscenza, il tampone l'ho fatto su mia decisione in quanto ne otorino ne medico di base mi avevano suggerito di farlo. Ora avendo i risultati mi consiglia di rifarlo e fare anche l'antibiogramma prima di rivolgermi ad un altro otorino o non é necessario? Grazie per la disponibilità

[#20]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non è necessario rivolgersi allo Specialista. Puo' ripetere il tampone con antibiogramma
Dr. Raffaello Brunori

[#21] dopo  
Utente 468XXX

Salve dott. Brunori, ho fatto un'altra visita da un otorino diverso, ha riscontrato faringite secondo la sua opinione per esofagite da reflusso, e per quel che riguarda il dolore lato mandibola e sotto dice che so tratta dell.articolazione mandibolare infiammata. Mi ha detto che non serve prendere nulla per lo stafilococco aureo...la cosa mi lascia perplesso, e possibile? Cosa devo fare lasciarlo lì sto germe ? E nemmeno per la faringite mi ha detto di prender nulla. Mentre per l.articolazione infiammata mi ha detto di andare da macello facciale.

Grazie

[#22]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Il reflusso và curato, al limite utilizzando degli integratori, se non si vuole iniziare subito con gli inibitori di pompa. Anche per quanto riguarda il germe, penso che debba essere eradicato cn una specifica terapia antibiotica. Per l'articolazione, si, una visita da parte di un maxillo facciale potrebbe essere utile per capire il problema.
Credo di averla messa in crisi, ma non è colpa mia!
Dr. Raffaello Brunori

[#23] dopo  
Utente 468XXX

No, invece lei mi sta dando più delucidazioni dei due m otorini che ho pagato (a caro prezzo aggiungerei). E di questo devo solo ringraziarla dott. BRUNORI. Per quel che riguarda l.artocolazione mandibolare, l.otorino di due giorni fa ipotizzava sindrome stjiloidea e mi ha detto che se così fosse me la devo tenere (quindi cosa faccio mi tengo il dolore o posso usare antidolorifici o anti infiammatori?)..per quanto riguarda il germe ed il reflusso oggi chiamerò telefonicamente il mio medico di base per vedere di sistemare le due cose con delle.cure come da lei suggerito.

[#24]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Proviamo con una cura antinfiammatoria per una settimana. Se il dolore dovesse persistere, allora consulterà un Maxillo Facciale.
Buon fine settimana
Dr. Raffaello Brunori

[#25] dopo  
Utente 468XXX

Oki o brufen 600 dottore?
Grazie dottor Brunori.

[#26]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Si, sempre a stomaco pieno, mi raccomando
Dr. Raffaello Brunori

[#27] dopo  
Utente 468XXX

Meglio oki o brufe dottore?

[#28]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Uno vale l'altro
Dr. Raffaello Brunori

[#29] dopo  
Utente 468XXX

Grazie dottore la aggiorno presto.

[#30] dopo  
Utente 468XXX

Salve dottore sto continuando con gli anti infiammatori. Vorrei comunque fare una radiografia retromascellare, come indicato da otorino, secondo lei con quella in caso di processo stiloideo allungato si può vedere se effettivamente é così? Perche leggo che molti lo hanno visto con tac senza contrasto

[#31]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Segua la prescrizione del suo Specialista: sarà lui, eventualmente, a richiedere la tac (preferibile)
Dr. Raffaello Brunori

[#32] dopo  
Utente 468XXX

Sto trovando delle difficoltà.dottore, già 3 istituti di medicina non fanno il tipo do rxgrafia che l.orotino mi ha prescritto cioè la rx grafia della zona retromandibolare. Ho letto su internet che per la maggiore viene prescritta tac senza contrasto per trovare la sindrome del processo stiloideo allungato, ma non so quindi che devo dire ai medici quando richiedo la tac? Che genere di tac si indica per verificare o meno la presenza di processo stiloideo allungato? (L.otorino non è disponibile in quel centro di medicina fino al mese prossimo e non mi danno nessun numero di telefono per contattarlo, già lui mi aveva detto che pensava fosse difficile che qualcuno mi facesse una rxgrafia della zona retromascellare)

[#33]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Deve farsi fare la prescrizione di una tac mandibolare senza mezzo di contrasto per studio della regione processo stiloideo. Comunque, è sempre bene informare prima lo Specialista sull'impossibilità di sottoporsi ad una RX, come da lui richiesto.
Dr. Raffaello Brunori

[#34] dopo  
Utente 468XXX

Salve dott.Brunori, ho ricevuto l'esito della Tac e nell'attesa di rivedere l'otorino che mi aveva suggerito la radiografia le chiedo gentilmente delucidazioni riguardi al referto in relazione alla mia sintomatologia, (se gentilmente può spiegarmi il referto e cosa ne pensa lei a riguardo) tenga presente che i fastidi che ho sempre lamentato sono nella parte sinistra.

Referto: "in relazione al quesito clinico si precisa come sia riconoscibile calcificazione-ossificazione del legamento stilo-ioideo bilateralmente, estesa per circa 20mm a sinistra e 27-28 mm a destra lungo il decorso dei muscoli stilo-ioideo e stilo-faringeo-glosso. Sono presenti anche alcuni minimi ispessimento mucosi di tipo infiammatorio a livello della parete di entrambi i seni mascellari e in particolare anteriormente. Coesiste ispessimento dei turbinati medio e inferiore di sinistra."

[#35]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La calcificazione del legamento stiloioideo è di facile riscontro in un numero di casi, solo che spesso è asintomatica. la risoluzione è una resezione parziale del legamento e con cio', la sintomatologia scompare. L'indagine radiologica, infine, mostra una modesta sinusite mascellare, risolvibile con una cura specifica.
Dr. Raffaello Brunori

[#36] dopo  
Utente 468XXX

Salve dottor Brunori buona Pasqua. Per quando riguarda la calcificazione del legamento stiloideo può essere imputata a un mio problema di sovraccarico dell'atm dovuto al mio stringere i denti di notte? O un problema di occlusione che ha portato a sovraccaricare il legamento infiammandolo e quindi calcificandolo? Se e così in questo caso ora come mi devo comportare? L.otorino che mi aveva detto che potevo avere questa cosa ha detto che se fosse stato così me la sarei dovuta tenere.. ho visto che si trova poco nulla in Italia riguardo la resezione del legamento stiloideo e in più volevo capire se fosse anche il caso di farmi vedere da uno gnatologo per capire se ho anche problemi di occlusione...e per quel che riguarda il trattare la calcificazione del legamento stiloideo ho visto che pochissimi otorini in Italia hanno esperienza in questo, e cercando su internet si trovano notizie solo di due otorini che hanno esperienza nella resezione. Io chiedo a lei come potrei fare a chi potrei rivolgermi senza dover girare l,Italia, io sono di Venezia. Grazie

[#37]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non credo che il tutto possa essere dipeso da una malocclusione. Certo, una valutazione da parte di uno Specialista maxillo-facciale sarebbe utile. Per quanto riguarda l'indicazione di un Chirurgo, non so consigliare in merito.
Un augurio di una serena pasqua anche da parte mia
Dr. Raffaello Brunori

[#38] dopo  
Utente 468XXX

Salve dottor BRUNORI. Mi stavo chiedendo, ho letto che viene considerata sindrome di eagle se lo stiloide é maggiore di 3mm, e nel mio caso non lo sono anche se ci va vicino ma la parte che da sintomi e quella in cui la calcificazione e di 2mm quindi mi sorge il dubbio che magari la sintomatologia possa essere dovuta a problemi di occlusione Atm...perché ho letto che può capitare che si calcifichi il legamento stiloideo ma e raro che sia dei sintomi. Io vengo da gennaio pieno di stress che sono andato a convivere, dormendo male per 2 mesi e poi e comparsa pian piano la sintomatologia...cosa ne pensa? Potrebbe anche essere un mix tra faringite da reflusso (che mi provoca la sensazione di corpo estraneo/a volte meno) e problemi della Atm?

[#39] dopo  
Utente 468XXX

Dottore sarebbe il caso che mi visitasse uno gnatologo o un chirurgo maxillo facciale?

[#40]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Personalmente, consulterei piu' uno Specialista maxillo-facciale. Certo, una esofagite da reflusso potrebbe contribuire ad aggravare la sintomatologia descritta.
Dr. Raffaello Brunori

[#41] dopo  
Utente 468XXX

Salve dott. Brunori, le scrivo per aggiornarla sulla situazione e chiederle un suo parere di cui mi fido molto. Ho voluto effettuare anche una risonanza magnetica collo e laringe senza metodo di contrasto ( di testa mia e privatamente) facendo vedere le carte della visita con l'otorino (che le ho precedentemente riportato qui nel post)al tecnico che però non ha capito molto e non ho presentato la mia precedente ecografia del collo dove non risultava nulla. Il referto della risonanza é questo:

"Il paziente riferisce algie in sede retromandibolare bilaterale. Non risultano effettuate o comunque sono disponibili indagini di primo livello ( ecografia del collo ). Nell'indagine RM le ghiandole salivari maggiori, parotidi e sottomandibolari presentano volume morfologia e intensità di segnale regolari. POSTERIORMENTE ALL'ANGOLO MANDIBOLARE E ANTERIORMENTE ALLA BIFORCAZIONE CAROTIDEA SI OSSERVA QUALCHE LINFONODO CON VOLUME MODESTAMENTE AUMENTATO , MORFOLOGIA REGOLARE, DI NA5UA VEROSIMILMENTE REATTIVA. SI PRECISA COME TALI STAZIONI LINFONODALI ANDREBBERO INDAGATE, IN MODO OTTIMALE CON UN ESAME ECOGRAFICO."

Le ho riportato maiuscolo la parte della quale sono preoccupato e confuso. Ho stupidamente omesso al tecnico che due mesi fa quando sono iniziati i miei fastidi avevo effettuato l'ecografia al collo senza alcun esito. Ora mi chiedo come mai ci sono questi linfonodi? E perché prima no. Ora il dolore e diminuito rispetto a quando ho iniziato a scrivere qui a lei. Pero riscontro sempre infiammazione alla gola e corpo estraneo (ora questo va e viene come sensazione) penso dovuti al problema della faringite cronica da reflusso come disse l'otorino, in aggiunta del fatto che mi sento le orecchie che si strappano e strappano e a volte doloranti, con il solito dolore (anche se di moltissimo alleviato) nella zona retromandibolare e sotto orecchio. Quindi a questo punto mi chiedo se non c'entri nulla con la calcificazione del legamento stiloideo che ho letto spesso e volentieri é asintomatica. Sono un soggetto allergico e nei cambi stagione ho sempre problemi allergici. Lo scorso anno ho avuto un'infiammazione dei condotti tra gola e orecchie che mi facevano sentire pressione e scappamento delle stesse. Quindi le chiedo un parere dottor Brunori, lei che ha seguito l'evolversi del mio caso, secondo lei questi benedetti linfonodi modestamente aumentati a cosa posso essere dovuti? E i miei disturbi possono essere quindi un mix tra problemi Atm, faringite e allergici piuttosto che dovuti dalle calcificazioni dei legamenti stiloidei (che tra le altre cose inferiori a 3mm e quindi non considerati sindrome di eagle da quel che leggo)?

Grazie per il suo tempo spero possa capirmi e darmi qualche delucidazione in merito alla mia situazione.

[#42]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La linfoadenopatia, confermata anche dalla RM cui si è sottoposto, è di natura reattiva, ovvero su base infiammatoria, probabilmente del distretto faringeo. Credo, quindi, che con una cura specifica antinfiammatoria, il tutto dovrebbe risolversi. Ovviamente, deve proseguire anche la cura per l'infiammazione esofagea. Non vedo, quindi, motivi di preoccupazione ma, comunque sia, consiglio sempre di far leggere le immagini dell'esame ad uno Specialista.
Cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#43] dopo  
Utente 468XXX

Grazie della celere risposta dottore. Ciò che mi sfugge però é quindi quale sia la causa di tutti i problemi che ho avuto e sto avendo improvvisamente da 2/3 mesi. Linfodenopatia infiammatoria, faringea secondo lei dottore. Ho già provveduto a 15 giorni di brufen 3 cp al die 600mg senza alcun risultato se non il peggioramento del mio reflusso. Attualmente come già le spiegavo noto continuo stappamento/ trattamento vai e vieni alle orecchie (specialmente la parte sinistra quella che ha sempre avuto più problemi) e il dolore sotto l'orecchio. Pero quando mi visitarono sia il primo otorino che disse non avevo nulla, sia il secondo che ipotizzo sindrome di eagle e vide la faringite cronica da reflusso, non avevo problemi alle orecchie ma solo i dolori nell'angolo mandibolare e corpo estraneo in gola. I fastidi alle orecchie sono recenti della settimana scorsa (in concomitanza ad un aumento di sensibilità in casa alla polvere con conseguente prurito degli occhi), non capisco il collegamento tra i linfonodi reattivi e i miei fastidi, e come mai secondo lei quando feci l'ecografia non risultarono reattivi ? Non riesco a comprendere e a capire quindi come agire per cercare di sistemare una volta per tutte questi problemi che ormai da febbraio mi stanno tormentando.

Posso solo che ringraziarla comunque la sua competenza anche nel spiegarsi con il paziente é stata maggiore attraverso un forum che quella di due suoi colleghi di persona e pagati.

[#44]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Comprendo perfettamente il suo stato d'animo. Vorrei, ripeto, esserle piu' di aiuto ma, piu' di tanto, non sono in grado di rispondere ai suoi quesiti, non avendo la possibilità di effettuare un esame clinico. Probabilmente, la terapia eseguita non è stata sufficiente e per la durata e per il dosaggio. Si deve, quindi, affrontare il problema infiammatorio faringeo ed il reflusso esofageo con una diversa e piu' mirata terapia farmacologica.
Dr. Raffaello Brunori

[#45] dopo  
Utente 468XXX

Grazie dottore, la tengo aggiornato appena ho novità, spero che presto potrò scriverle che tutti i fastidi si sono risolti. Nel frattempo non posso che ringraziarla.

[#46]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Glielo auguro di cuore! Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#47] dopo  
Utente 468XXX

Dott. Brunori mi sono scordato di porle questa domanda. Ho letto che anche un tumore può provocare aumento di volume dei linfonodi, e anche dolore e senso di corpo estraneo, quindi esclusa l.ispezione con lo specchietto nella mia gola, la tac che ho eseguito e la risonanza magnetica anche senza liquido di contrasto, se per assurdo ci fosse stato questo tipo di problema, lo avrebbero rilevato?

Grazie, buona giornata

[#48]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Certamente
Dr. Raffaello Brunori

[#49] dopo  
Utente 468XXX

Salve dottore, volevo sapere se mi consiglia una visita dal maxillo facciale o da uno gnatologo? Se fossero problemi di Atm chi sarebbe più indicato? Visto il quadro generale in cui mi trovo lei mi consiglio maxillo facciale, mi riconferma la cosa anche per quanto riguarda eventuali problemi dell'atm e il discorso delle calcificazioni del legamento stiloideo. Questa settimana farò gli esami del sangue prescritti dall'otorino, successivamente la visita con gnatologo o maxillo facciale e poi andrò con tutti i risultati da lui. Quindi vorrei sapere nuovamente se é più adatto un maxillo facciale o uno gnatologo ? Grazie

[#50]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non essendoci una specializzazione in gnatologia, il tutto si basa sull'esperienza in materia dell'Odontoiatra. Se, pertanto, non ha modo di informarsi su questo, allora è preferibile rivolgersi sicuramente ad un Maxillo-facciale.
Dr. Raffaello Brunori

[#51] dopo  
Utente 468XXX

Gentilissimo dottore, grazie

[#52]  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
La specializzazione esiste ed è in Ortognatodonzia.E comunque la Gnatologia è materia d'insegnamento al corso di laurea ed è ,o almeno dovrebbe essere nel bagaglio culturale di ogni dentista.Purtroppo il Maxillo ha solo competenze chirurgiche in materia e il piano di studi non prevede detto insegnamento.
Le invio a titolo esplicativo,senza voler bypassare lo stimato Collega Otorino che fin qui l'ha seguita,un articolo informativo



https://www.medicitalia.it/blog/gnatologia-clinica/439-lo-gnatologo-ma-chi-e-costui.html



Cordiali Saluti ed Auguri
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#53] dopo  
Utente 468XXX

Salve dottor De socio, la ringrazio, ma se ha letto la situazione in cui mi trovo, da cui il dottor BRUNORI mi segue dall'inizio, chiedevo lui cosa ne pensasse, a chi dovessi rivolgermi vista la mia situazione. Siccome non so ancora per certo da cosa derivino tutti i miei problemi che sto avendo da marzo

[#54]  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Le invio anche un articolo informativo sul disordine temporo-mandibolare,veda se si riconosce nei sintomi


https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-e-dolore-facciale.html


Poi se ha domande chieda pure


Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#55] dopo  
Utente 468XXX

Solo in parte mi ci ritrovo in alcuni sintomi dottore, il problema e non c'entrano nulla con la sensazione di corpo in gola che mi ritrovo, e i dolori a volte bruciori, nell'angolo mandibolare e sotto l'orecchio.

[#56]  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Riporto quello che le ha detto il dentista consultato
"ho effettuato visita dentista, mi ha detto che il problema è di tipo tensivo dei muscoli temporo mandibolari e aggiungo all’uscita del dente del giudizio il tutto crea questa infiammazione con dolore"

Forse era una giusta chiave di lettura...
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#57] dopo  
Utente 468XXX

Dott. Brunori i linfonodi reattivi che mi fanno male in entrambe le parti nell'angolo mandibolare, e sono percepibili al tatto, mi provocano fastidio e leggero dolore muovendo il collo perché l'osso della mandibola é a contatto. Questi linfonodi reattivi non sono pericolosi? Indicano solo un infiammazione o sono campanello di cose più serie?

Invece ho notato che durante il giorno (lavoro tenendo la testa rivolta verso il basso sulla scriva ia) inizia ad aumentare la sensazione di orecchie tappate e pressione proprio in quel lato del collo (ambo le parti come dicevo per i linfonodi). La sensazione di corpo estraneo persiste anche nella gola nonostante io stia prendendo il patoprazolo da 40 mg da due settimane e anche la mucosa della gola resta infiammata e non vedo migliorie riguardo la faringite. Per la sensazione di orecchie tappate sto facendo lavaggi nasali con acqua di mare ipertrofica 3 volte al di e noto sangue scuro dalle narici (piccole tracce), inoltre 2 puf di rinoclenil al di, e aerosol la sera con fluimucil e cloni da una settimana. Ma non ho al momento migliorie. (Prendo anche antistaminico)

[#58] dopo  
Utente 468XXX

Dr. De socio per quanto riguarda la mandibola, spesso sento i muscoli affaticati e la zona Atm in tensione dopo la masticazione, mi capita anche di sentire un piccolo scricchiolio ogni tanto se spingo con il dito la mandibola dall'angolo mandibolare verso il collo, fa un crick e si assesta e per u po non lo fa se ripremo. E come se sentissi il bisogno di spingerla perche sento tensione. Puo c'entrare con l'atm o con il discorso calcificazione del legamento stiloideo?

[#59]  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Per il discorso ATM le consiglio una visita da un Collega Gnatologo per una corretta valutazione clinica.

Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#60]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
I linfonodi reattivi non sono pericolosi; sono indice di una infiammazione e, pertanto, con una specifica cura, possono regredire. Per quanto riguarda la faringite da reflusso, due settimana di cura sono poche per vederne i risultati. Per le tracce di sangue dal naso, è bene non utilizzare spray od aerosol a base di cortisone che , invero, favoriscono il sintomo. Si consigli con il suo farmacista di riferimento circa uno spray decongestionante le mucose nasali magari con ac. ialuronico ed acetilcisteina.
Dr. Raffaello Brunori

[#61] dopo  
Utente 468XXX

Dott. Brunori grazie, sto per rifare gli esami del sangue come indicati dall'otorino, vorrei però verificare anche che non si tratti di mononucleosi può essere? Come si chiama l'esame da fare nel sangue per verificare la presenza o meno di questo virus?

[#62] dopo  
Utente 468XXX

Ho riscontrato anche questa cosa bianca da due settimane nel fondo della gola, zona dove sento sempre un corpo estraneo. Di cosa si tratta secondo lei dottore?

https://www.dropbox.com/s/65mm3wqbhn790so/20190523_134250.jpg?dl=0

https://www.dropbox.com/s/higs7seylxk36pz/20190523_134303.jpg?dl=0

[#63]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Per un sospetto di mononucleosi, la prescrizione riguarda l'ebv ed il citomegalovirus. Per quanto riguarda le foto postate, non consentono una diagnosi: probabilmente, si tratta di un processo infiammatorio del tessuto linfatico faringeo.
Dr. Raffaello Brunori