Nodo in gola e difficoltà a deglutire

Salve, sono un ragazzo di 35 anni normo peso.

Ho un problema che da fine febbraio continua a tormentarmi.
Vi spiego...
Verso fine di febbraio sono stato colpito o da un raffreddore pazzesco che ha causato naso tappato per circa una settimana (dove ho abusato anche di rinazina) tanto che non riuscivo a respirare.
Dopo circa 10 giorni il raffreddore è sparito ed è arrivata la tosse secca dovuta ad una sorta di formicolio in gola (come se avessi avuto una piuma in gola) e la sensazione di schiarirmi la gola continuamente.
Il discorso della tosse secca iniziava a darmi parecchio fastidio tanto da non permettermi di lavorare così il mio medico curante mi consiglia inizialmente LEVOTUSS GOCCE le quali non ha prodotto il risultato sperato.
Dopo 10 giorni di terapia chiamo il medico curante e gli dico che il problema persiste e mi consiglia (anche se non ho febbre) di prendere l'antibiotico (KLACID 500) per 7gg e Oki.
Ebbene la tosse passa ma la sensazione di continuare a schiarirmi la voce e deglutire frequentemente persiste.
Sempre sotto consiglio del medico curante allora prendo per altri 7 giorni il FLUIFORT BUSTINE.
La terapia non ha prodotto il risultato sperato.
Ad oggi, a volte, quando cerco di sforzarmi per cercare di liberarmi dal muco che ho in gola la saliva ha un colore biancastro e svolte aimé vedo pure delle puntine probabilmente rosse (sono troppo piccole... non riesco a capire) ora sono molto preoccupato anche perché quando deglutisco cibi solidi a volte il cibo sembra bloccarsi in gola e ho necessità di bere per andar giù il cibo.
Sono parecchio preoccupato e non so a chi rivolgermi visto che in questo periodo tutti i medici sono impegnati con il COVID-19.
Non saprei... vorrei fare una TAC al torace o al collo per capire se ci sono problemi gravi.
Non vorrei sottovalutare la cosa perché mi sta creando parecchi disagi e malumore.
Potete darmi un vostro parere e se in caso è necessario secondo voi fare degli esami diagnostici più appropriati?

Grazie mille.
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,9k 1,1k
Nulla di grave, tranquillo. Da cio' che descrivi, la causa del sintomo potrebbe essere una infiammazione esofagea. Per una conferma o meno di tale ipotesi, sarebbe necessaria una visita specialistica otorinolaringoiatrica con rinolaringoscopia a fibre ottiche. Con una specifica cura, riuscirai a risolvere la sintomatologia.
Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore e grazie per avermi risposto.
Finalmente sono riuscito a sentire il medico curante che ha detto di volermi visitare ed eventualmente farmi fare un RX al torace .
Non mi è sembrato molto convinto dell'RX infatti ha detto più volte che vuole visitarmi e per questo motivo non me l'ha prescritta .
Vediamo che succede e nel frattempo incrocio le dita.
Spero di risolvere e scongiurare altro.
[#3]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,9k 1,1k
Speriamo che il tuo Medico si decida a visitarti presto ed a non farti aspettare ancora!

Dr. Raffaello Brunori

[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore,
Il medico curante mi ha visitato il torace e mi ha detto che i polmoni sono completamente liberi e non ho nulla, quindi niente RX . Mi ha fatto alcune domande e sulla base delle risposte che ho dato sospetta un problema di reflusso. Mi ha consigliato di prendere per un mese lucen 40mg la mattina e esoxx bustine la sera. Lei che ne pensa? Quando potrei riuscire a capire se effettivamente la terapia porta dei benefici? Dopo 2 giorni di terapia il miglioramento è minimo .
Grazie mille
[#5]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,9k 1,1k
E'stato confermato quello che pensavamo. La terapia prescritta è idonea per la patologia diagnosticata. Considera che gli effetti non si vedono prima di una ventina di giorni dall'inizio della cura
Buona domenica

Dr. Raffaello Brunori

[#6]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore, ho fatto la rinolaringoscopia a fibre ottiche come mi aveva consigliato.
Il responso è:
Rinofaringe: nei limiti

Orofaringe: iperemia mucosa. Patina bianca alla base della lingua che si presenta ipertrofica e coperta da una vistosa patina bianca. Ipertrofia delle tonsille linguali, di cui la dx si presenta particolarmente dolente alla palpazione.

Laringe e ipofaringe: marcata ipertermia della mucosa aritenoidea

Collo: clinicamente indenne

Conclusioni: tonsillite linguale. Reflusso faringo-laringeo. Verosimile candidosi alla base linguale.

Terapia consigliata: Lucen 40 (già in atto) da prolungare fino a 1 mese. Esoxx da impiegare a freddo dopo pranzo e prima di andare a letto. Cefixoral orosolubile 1 compressa per 10gg. Mycostatin 5ml 3 volte al giorno lontano dai pasti.
Froben gola colluttorio 2-3 gargarismi per 10 gg

Dottore che ne pensa lei? È una terapia idonea ?
Volevo un ulteriore riscontro
[#7]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,9k 1,1k
In linea di massima, la terapia prescritta è idonea per le patologie riscontrate con la visita da parte dello Specialista

Dr. Raffaello Brunori

[#8]
dopo
Utente
Utente
L'unica cosa che non capisco è l'origine di questa candidosi che non mi aspettavo per nulla . Ho fatto a novembre cortisone e il mese scorso Voltaren per il mal di schiena seguito dall'Oki per il mal di gola ... Non so se può essere stato questo ... Non ho mai sofferto di questi disturbi ! L'otorino mi ha rassicurato dicendo che non è nulla di grave ma inizio davvero a preoccuparmi e a pensare a malattie gravi ... Anche perché in famiglia ho avuto esperienze molto spiacevoli e sono rimasto a dir poco traumatizzato! Tra l'altro sono pure donatore e a fine gennaio gli esami del sangue erano perfette ! A parte un po' di debolezza generalizzata che mi sento in quest'ultimo periodo e il sonno che ho la sera probabilmente dovuta anche al cambio di lavoro ... Poi non ho altri sintomi.... Forse mi faccio troppi pensieri ?
[#9]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,9k 1,1k
La candidosi puo' derivare da un abbassamento delle difese immunitarie da farmaco, da stress, oppure da un rapporto orale. Comunque...nulla di grave, stai tranquillo

Dr. Raffaello Brunori

[#10]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore,
Volevo aggiornarla un attimino sulla situazione a distanza di 20gg circa.
Ho fatto la visita di controllo e il dottore ha detto che c'è un minimo di miglioramento ma ancora la gola si presenta rossa e la tonsillite non è passata.
Una nota un po' positiva è che la candida alla base della lingua sembra attenuarsi.
È stato riscontrato anche un po' di muco in gola .
Ho ancora sintomi di spossatezza generale.

Mi ha detto di continuare con lucene e gaestrotuss Stick.

Se non passa entro altri 15 gg si passa alle punture come terapia di 2 livello.

Pensa che sia corretto l'iter che sto seguendo. Forse è necessario fare degli esami diagnostici come analisi del sangue o indagini strumentali?
Forse sono leggermente preoccupato ma dopo tutti questi mesi penso che le mie paure siano fondate.
Può darmi qualche consiglio su come procedere eventualmente . Capisco tutte le limitazioni di un consulto a distanza.
[#11]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,9k 1,1k
Sono contento che ci sia un accenno di miglioramento della sintomatologia. Procediamo, quindi, con la cura in atto, come prescritta, per poi sottoporsi ad una visita specialistica di controllo

Dr. Raffaello Brunori

[#12]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore le fornisco un aggiornamento perché con il medico curante stiamo attivando una serie di controlli visto che ancora non ho avuto gli effetti sperati nonostante la terapia.
Iniziamo con RX torace; il referto dice:

Non lesioni parenchimali con carattere di focolaio.
Minima accentuazione dell'interstizio perivascolo-bronchiale a sede parailare inferiore e posteriore.
Illi simmetrici ben rappresentati.
Profilo cardiaco nei limiti
Liberi i seni costo frenici.

Non so come le sembra questo referto?
Cosa vuol dire minima accentuazione dell'interstizio....?
Grazie mille.
Saluti
[#13]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,9k 1,1k
La risposta del torace è negativa per processi infiammatori bronchiali e polmonari. Cio' che chiede non è di rilevanza clinica: si evidenzia nei soggetti fumatori od in quelli esposti a smog.
Cordialmente

Dr. Raffaello Brunori

[#14]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore,
ho fatto la gastroscopia di seguito il referto:
Normale aspetto endoscopico dell'esofago e della linea Z; presenza di due lingule erosive non confluenti che risalgono in senso caudo-craniale per un tratto inferiore ai 5 mm. Lago gastrico limpido. Stomaco normodistensibile con regolare plicatura. Regolare il fondo esplorato anche in retroversione. Nella norma il corpo e anto gastrico. Nella norma il duodeno esplorato fino alla seconda porzione.
Conclusioni:
Esofagite di grado A sec. Los Angeles.
Si consiglia di passare a doppio dosaggio del Lucen 40mg (20 minuti prima di colazione e cena) per tre settimane. Poi passare ad una compressa al giorno per altre 3 settimane e quindi sospendere.

Cosa ne pensa del referto? E come la terapia le sembra adeguata.. Io per ora è da 40 giorni che prendo Lucene 40 mg 1 compressa al giorno e gastrotuss da una 15 di giorni.
Grazie mille
Saluti
[#15]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,9k 1,1k
Concordo sulla rimodulazione della cura fatta in seguito all'esecuzione dell'esame. Il referto conferma quello che dall'inizio avevamo supposto.
In bocca al lupo!

Dr. Raffaello Brunori

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test