Utente
Buongiorno,ho effettuato in data 29.05.2006 una ecografia regione parotidea sia dx che sx dove l'esito è stato il seguente : "Non si riconoscono immaggini di riferimento patologico , a dx nel prolungamento masseterino si riconosce piccolo linfonodo con morfologia conservata del diametro max di 4-5 mm . Nulla di rilevante a carico delle ghiandole sottomandibolari.
Nel terzo medio lobo tiroideo di sx si rileva una formazione nodulare ipoecogena del diametro max di 6mm (già cosi in settembre), avascolare al power doppler. La trachea ed i fasci vascolo-nervosi del collo sono in asse.In sede laterocervicale si riconoscono alcuni linfonodi,con morfologia conservata del diametro max inferiore al cm."
Tale ecografia è stata eseguita per vari dolori che presento da circa 3 mese sia all'orecchio dx che lungo la fascia mandibolare dx con dolori anche sotto la mandibola sempre dx.Ho eseguito visite ortodontiche e otorinolaringoiatriche senza che nessuna possa aver evidenziato nulla di particolare tranne una malocclusione di terza classe per la quale mi è stato consigliato l'uso del bite,
Per i suddetti dolori sono state effettuate anche una lastra emimandibola dx e un ortopanoramica la prima non ha evidenziato nulla la seconda ancora la devo portare dall'ortodontista.Il giorno 14.06.2006 ho eseguito una tac encefalo rocca e mastoide con particolare attenzione forame acustico interno ,senza contrasto.
Dove il risultato è stato il seguente :"Sistema ventricolare di normale morfologia e in sede.Non alterazioni densitometrichedei tessuti encefalicie dell'orecchio."
Eseguita cura antibiotica per una settimana con Augmentin ed il dolore all'orecchio è diminuito ma in tutte le altre parti del viso e mandibola gola e collo lato dx no.
Ci tengo a specificare , per un consulto più professionale possibile che il mio quadro clinico generale non è dei più rosei in quanto nell'ottobre del 2004 ho subito un orchiectomia del testicolo sx per K formato da seminoma con 10-15% di carcinoma , nel Dicembre 2004 ho subito una linfoadenectomia in via laparoscopica lungo la barra lombo aortica sx con 19 linfonodi asportati e tutti negativi all'esame istologico , nel Giugno 2005 ho subito una linfoadenectomia introartocavale(credo si dica così) sempre per via laparoscopica lato dx per asporatazione linfonodo positivo all'esame istologico per metastasi da seminoma e a Luglio sono stati eseguiti 4 cicli di radioterapia lungo la barra lombo aortica, nel contesto mi è stata eseguita anche una colecistectomia laparoscopica per calcoli , mentre a Novembre sono stato operato per ernia inguinale bilaterale con inserimento reti .
Ai successivi esami radiologici ( tac Total Body con contrasto) effettuati , dei quali l'ultimo riportante data 12.04.2006 , risulto negativo.
Vi sono infinitamente grato sin d' ora per ogni utile consiglio vogliate darmi per riportare un po' di serenita nella nostar vita , salutando anticipatamente ringrazio.
P.S. : Effettuata altra eco in data 21.06.2006 risulta uguale a quella del 29.05.2006.
24.08.2006 I dolori all'orecchio si sono attenuati dopo aver preso (su consiglio dell'ennesimo otl ) zitromax per 6 gg più cortisone in gocce , ma purtroppo sono aumentati i dolori sotto l'orecchio lungo la mascella e sotto la mandibola , ora ho anche delle piccole bolle sulla lingua sempre lato dx vicino il dente del giudizio .
Cosa mi consigliate ? Secondo voi può essere utile fare un agoaspirato ? una risonanza magnetica mi potrebbe aiutare a capire cosa ho ?
N.B. ripetuta eco in data 29.08.2006 ed è risultata invariata rispetto a quella del 29.05.2006 (linfonodo 6 mm reattivo), aggiungo inoltre che da circa una 20 giorni mi sento il lato dx della lingua , in fondo vicino i denti giudizio , come se fosse gonfia.
Grazie ancora.

[#1]  
Dr. Giuseppe Nicolò Frau

24% attività
0% attualità
0% socialità
VILLA LAGARINA (TN)
ROVERETO (TN)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2004
Caro Signore, i suoi dolori potrebbero essere dovuti ad una artrosi dell'articolazione temporomandibolare o ad una sua disfuzione legata a malocclusione, posizione a letto eventuali traumi. Le consiglio di valutare con il suo medico di base l'utilità di un ciclo con farmaci antinfiammatori e antispastici, di usare il bite già consigliato e di dormire in posizione supina. Si faccia inoltre rivalutare per il problema linguale.
Distinti saluti

[#2]  
Dr. Antonio Frisina

24% attività
0% attualità
0% socialità
VICENZA (VI)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
La sintomatologia da lei riferita e gli esami da lei effettuati ( ecografia del collo, TAC encefalo e rocche petrose senza contrasto) portano a pensare ad un artrite temporo-mandibolare da malocclusione, pertanto sarebbe utile utilizzare il bite da subito per valutare la riduzione della sintomatologia algica associando analgesici se il dolore è più acuto (Tipo auli, Tachidol bustine…). Certo è che se il dolore si accentua durante la masticazione questo sintomo potrebbe avvallare tale ipotesi diagnostica. La TAC total body con contrastonegativa mi tranquillizza sul sospetto di possibili metastasi da seminoma.
Sarebbe utile conoscere le caratteristiche del dolore: acuto o sordo, quando compare, è continuo o intermittente, quanto dura, ecc…. Questo per escludere un eventuale nevralgia trigeminale. Inoltre il dato delle bollicine sulla lingua a destra potrebbe far pensare anche ad una stomatite virale con otalgia riflessa.
Insomma le consiglio un attenta valutazione otologica con esame audiometrico tonale per escludere definitivamente un disturbo legato all’orecchio ed una valutazione dell’ oro-ipofaringe per escludere patologie flogistiche ricorrenti.
Se tutto ciò fosse negativo e la terapia con il bite non produce alcun effetto valuterei l’ipotesi di una valutazione neurologica.
Rimanendo a disposizione per qualsiasi xchiarimento invio cordiali saluti.
Dott. Antonio Frisina.
Dott Frisina Antonio

[#3] dopo  
Utente
Innanzitutto grazie per le cortesi risposte , vi comunico che i dolori più che altro fastidi nella zona vicino l'orecchio dx in particolar modo all'angolo della mascella sotto il lobo dell'orecchio dx (credo dove si trovi il linfonodino)e lungo l'osso che passa dall'orecchio fino sotto l'occhio.Dolori non aumentano con il masticare, anzi quando mangio non sento più quel fastidio dovuto al problema sulla lingua.All'inizio cioè 4-5 mesi fà e fino a metà Luglio il fastidio all'orecchio era continuo e costatnte ora lo sento pochissime volte al giorno mentre è diventato costante quello sotto l'orecchio.Già effettuata audioimpedenzometrica a Maggio e una a Luglio con esito negativo.Aspetto esito tampone faringeo e esami sangue compresi PCR VES TAS , mi hanno consigliato una risonanza magnetica massiccio facciale con mezzo di contrasto che eseguirò nel mese di settembre spero... secondo voi potrà essere utile?
Il bite purtroppo riesco a portarlo pochissimo ... mi provoca dolori alla nuca e tempie attendo visita di controllo per eventuale correzione...
Grazie ancora attendo vs gentile riscontro.

[#4]  
Dr. Antonio Maria Miotti

28% attività
0% attualità
12% socialità
CIVIDALE DEL FRIULI (UD)
UDINE (UD)
TRIESTE (TS)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Sarebbe utile conoscere il risultato dei radiogrammi ("emimandibole ed ortopanoramica"), nonchè il parere dell'Ortodontista che doveva visitarla.
Per quanto riguarda la Risonanza Magnetica che Lei cita, l'indicazione è stata posta solo come "massiccio facciale" o anche come studio dinamico delle articolazioni temporo-mandibolari?
Cordiali saluti
Dott. Antonio Maria Miotti

[#5] dopo  
Utente
Grazie per l'attenzione , mi è stata segnata dal mio medico la risonaza maxillo facciale (in quanto dice che la massiccio facciale non esiste) ,voi cosa mi consigliate quella del ATM ? se si si possono eseguire insieme?
Per quanto riguarda gli esami radigrafici sono risultati tutti negativi mentre l'orodontista mi ha consigliato il bite che non riesco ad usare aspetto la correzione.
Oggi ho ritirato dei risultati sugli esami del sangue che riportano TAS a 300 e l'EMATOCRITO a 22.8% (non è troppo basso ?) gli altri valori sono nella norma,aspetto di ritirare PCR e TAMPONE FARINGEO.
Grazie per ogni vostro utile commento.

[#6]  
Dr. Antonio Maria Miotti

28% attività
0% attualità
12% socialità
CIVIDALE DEL FRIULI (UD)
UDINE (UD)
TRIESTE (TS)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Esiste la risonanza magnetica, come ogni tipo di studio radiologico, del massiccio facciale (termine descrittivo della regione anatomica).
Il termine maxillo-facciale si riferisce alla disciplina medico-chirurgica o specializzazione.
Se deve essere sottoposto a risonanza magnetica del massiccio facciale, data la sintomatologia, può essere opportuno valutare anche le articolazioni temporo-mandibolari.
Per quanto riguarda i Suoi valori ematici e/o di laboratorio, data la variabilità individuale, Le consiglio di farli controllare dal Suo Medico di Medicina Generale (di Base), che La conosce e conosce le Sue condizioni nel tempo.
Cordialmente
Dott. Antonio Maria Miotti

[#7]  
Dr. Antonio Frisina

24% attività
0% attualità
0% socialità
VICENZA (VI)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Concordo a questo punto sull'effettuare la risonanza magnetica con contrasto del massiccio facciale, ma la estenderei al collo. Inoltre eseguirei una fibroscopia rino-oro-ipofaringea presso il suo otorinolaringoiatra di fiducia allo scopo di escludere patologie in tali distretti. Se tutto ciò fosse negativo valuterei l'ipotesi iniziale di una valutazione neurologica per escludere una nevralgia trigeminale.
Rimanendo a disposizione invio cordiali saluti.
dott. Antonio Frisina
Dott Frisina Antonio

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno vi disturbo ancora dicendovi che ritirata i tampone faringeo risulta negativo e la pcr è nella norma,oggi ho provato a fare la risonanza ma purtroppo non sono riuscito nell'intento per problemi con aria.
Nota molto importante :da 3-4 giorni ho un'alterazione di temperatura che và dai 36.4 circa ai 37.3 , specifico che sotto questo punto di vista sono sempre stato regolare non superando quasi mai i 36.5
Sono molto preoccupato cosa mi potete consigliare ? un ricovero per accertamenti è possibile?o posso ancora tentare con antibiotici ed esami?
Grazie ancora

[#9]  
Dr. Alessandro Valieri

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)
CODIGORO (FE)
RAVENNA (RA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro paziente,
il Suo problema pare proprio inscriversi entro sindrome algico disfunzionale dell'ATM.
E' indicata valutazione del chirurgo maxillo-facciale, poichè i sintomi otorino sono in genere epifenomeni.
Dr. ALESSANDRO VALIERI
*Centro Laser Chirurgia Emilia e Romagna*
www.alessandrovalieri.it

[#10] dopo  
Utente
buonasera , per ogni utile commento riporto gli ultimi esami sangue in divisione immunoinfettivologia effettuati :
CD3+ 45%
CD4+ 24%
CD8+ 14%
CD19+ 17%
CD16/56 32%
CD4/CD8 1,7%
HLA-DR+ 18%
DR+CD4+ 2%

TAS 167
C3-C 122
C4 25
IgA 182
IgG 1109
IgM 117
IgE Totali 94.27
EMOCROMO COMPLETO
GLOBULI BIANCHI 4.25
GLOBULI ROSSI 5.25
EMOGLOBINA 16.0
EMATOCRITO 45.0

VALORE GLOBULARE MEDIO 85.8
M.C.H. 30.5
M.C.H.C. 35.5
R.D.V. 13.0
H.D.V. 2.83
PIASTRINE 193
M.P.V. 8.0
NEUTROFILI% 62.2
LINFOCITI% 27.1
MONOCITI% 5.9
EOSINOFILI% 1.7
BASOFILI% 0.4
LUC% 2.7
NEUTROFILI 2.64
LINFOCITI 1.15
MONOCITI 0.25
EOSINOFILI 0.07
BASOFILI 0.02
LUC 0.11
SIEROLOGIA INFETTIVA :
STREPOTZYME POSITIVO
STREPTOCHINASI POS. 1:320
CMV NEGATIVO
EBV NEGATIVO

ADENOVIRUS
anticorpi IgG 1:64
ADENOVIRUS
anticorpi IgM ASSENTI

CHLAMYDIA trachomatis
anticorpi IgG <1:16
anticorpi IgM ASSENTI

MYCOPLASMA pneumoniae
anticorpi IgG 1:16
anticorpi IgM ASSENTI

VIRUS DI EPSTEIN BAR

anticorpi anti VCA IgG PRESENTI
valutazione quantitativa >=750UA/ml

anticorpi anti VCA IgM PRESENTI
valutazione quantitativa 46 UA/ml

anticorpi anti EBNA IgG PRESENTI
valutazione quantitativa 102UA/ml

VIRUS HERPES SIMPLEX 1/2 (HSV1/2)
anticorpi IgG PRESENTI
valutazione quantitativa 8.40 UA/ml
anticorpi IgM ASSENTI
valutazione quantitativa <0.9 UA/ml

VIRUS HERPES SIMPLEX tipo 2 (HSV-2)
anticorpi IgG ASSENTI
valutazione quantitativa <0.9 UI/ml

VIRUS VARICELLA ZOSTER (VZV)
Anticorpi IgG PRESENTI
valutazione quantitativa >=10000 mUI/ml
anticorpi IgM ASSENTI
Grazie sin d'ora per ogni vostro utile consulto.

[#11]  
Dr. Paolo Patrucco

24% attività
0% attualità
4% socialità
CASALE MONFERRATO (AL)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2000
gentile utente ,concordo con ciò che i miei colleghi hanno detto prima di me ,ma aggiungerei ,se non è già stato fatto ,la possibilità di estrarre i denti del giudizio,successivamente una terapia con miorilassanti per decontrarre i muscoli ed infine un cilo di manipolazioni fisioterapiche (o in aggiunta sedute di laserterapia come antiinfiammatorio).
cordialmente
Paolo Patrucco
Paolo Patrucco

[#12]  
Dr. Morando Morandi

24% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,
ho notato, fra gli esami che ci ha riportato, una positività delle IgM anti capside (VCA) relative al virus di Epstein-Bar. Le IgM indicano un'infezione recente che giustifica l'aumento febbrile. Ne parli col Curante...
dott. M. Morandi

[#13]  
Dr. Alessandro Valieri

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)
CODIGORO (FE)
RAVENNA (RA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro paziente,
in effetti parrebbe esserci un movimento anticorpale recente. Si affidi ad un infettivologo.
Dr. ALESSANDRO VALIERI
*Centro Laser Chirurgia Emilia e Romagna*
www.alessandrovalieri.it

[#14]  
Attivo dal 2006 al 2009
Analizzando dall’inizio le sue domande, ho ricostruito la sua anamnesi, infatti esami posti senza alcuna sintomatologia, hanno pochissimo senso, invece ricostruendo dall’inizio, ottengo chiarezza e spiegazione della patologia che lei presenta e della sua progressione.

Chiaramente, lei ha una tiroidite, dimostrata dalla ecografia: “Nel terzo medio lobo tiroideo di sx si rileva una formazione nodulare ipoecogena del diametro max di 6mm (già cosi in settembre), avascolare al power doppler.” con i linfonodi reattivi: “alcuni linfonodi,con morfologia conservata del diametro max inferiore al cm. piccolo linfonodo con morfologia conservata "
I suoi dolori derivano dalla infiammazione subita dalla ghiandola per la produzione di autoanticorpi che stanno distruggendo le cellule; esame che non ha eseguito, perché tutti hanno cercato motivazioni odontoiatriche, ma sotto la mandibola, anatomicamente si trova anche la tiroide; ghiandola analizzata dall’ecografista, di cui nessuno ha tenuto conto.
In cui linfonodi, è presente il virus di Epstein-Barr, che ha stimolato la produzione di anticorpi contro la tiroide attraverso il mimetismo molecolare, errore effettuato dal sistema immunitario; pertanto non ha avuto effetto la terapia antibiotica e cortisonica, soprattutto, perché il virus è ancora presente nell’organismo.
Il virus di Epstein-Barr ha la proprietà di vivere in forma latente nelle cellule, soprattutto del sistema linfatico, per lungo tempo e cominciare a produrre guai, fra cui possibilmente anche quel K formato da seminoma con 10-15% di carcinoma, infatti crea una lieve immunodeficienza.
Così la terapia con il bite, non poteva avere effetto.
Gli esami che lei ha effettuato, dimostrano la immunodeficienza, con una variazione dei linfociti CD4 e CD8, CD16/56, variazione del rapporto neutrofili-linfociti. Questa ha permesso l’ingresso di molti virus e batteri che hanno ulteriormente creato problematiche ed acuito l’infiammazione: Adenovirus, Chlamydia, Mycoplasma, Herpes eVaricella Zoster, premonitore della infezione da Herpes Zoster, virus che ha la capacità di annidarsi a livello dei nervi, anche quelli del collo; tutto questo stimola il sistema a produrre la febbre.

Lei il scritto sabato 2 settembre 2006 - ore: 10.33.33, pone una domanda inerente alla prostatite, di cui non aveva fatto menzione nella domanda precedente del 31 Agosto, con “ho sempre un dolore nella zona compresa tra l'ano e i testicoli,” la quale ha difficoltà di guarigione, menziona il proteus, che è andato via con la cura antibiotica, ma lei ha gli anticorpi anti Chlamydia e Mycoplasma, positivi, che indicano la probabile presenza di questi batteri intracellulari nella sua prostata, che per questa caratteristica, difficilmente sono eradicabili, anche con iniezioni dirette nell’organo. Consideri che lei ha una immunodeficienza creata dal virus di Epstein-Barr, per cui difficilmente avrà la possibilità di eradicare questi batteri, se prima non interviene sull’EBV. Infatti quelle bolle sulla lingua, sono l’espressione del tentativo del sistema immunitario di eliminare quegli agenti patogeni che lo stanno disturbando, con la risposta immunitaria immediata.

Come vede, una analisi degli esami eseguiti, conduce alla risposta, da cui deriva la terapia: il virus di Epstein-Barr, che è stato il primo a entrare e a provocare tutta la progressione patologica.
Saluti

moschinialberto@medicitalia.it

alberto.moschini@fastwebnet.it