Utente 852XXX
Ho un bimbo di quasi 3 mesi.
Soffre di reflusso dalla 2^-3^ settimana di vita (ruttini e rigurgiti anche a distanza dalla poppata, salivazione, ruminazione, deglutizione continua, voce rauca).
Lo allatto esclusivamente al seno. La crescita è stata di 1kg e mezzo il primo mese, quindi cresce bene ma per alleviare in qualche modo i fastidi del reflusso e per evitare l’esofagite, la pediatra ci ha consigliato di somministrare il Medigel (1 cucchiaino da caffé con 5 ml di acqua) prima di ogni poppata e da 1 mese ci ha prescritto il Ranidil (1 ml 2 volte al giorno)
Terapia posturale: dopo la poppata lo teniamo in verticale appoggiato sulla spalla per 15 minuti dopo avergli fatto fare il ruttino. Il suo lettino ha un materasso inclinato di circa 25 ° su cui dorme sempre a pancia in su.
FIno a qualche giorno fa stava bene durante il giorno e male di notte per via della continua deglutizione e regurgitini, ma ora sia di giorno che di notte si lamenta, fa dei gridi di dolore e non riese ad addormentarsi: sgambetta allungando le gambe, piagnucola e deglutisce in continuazione per molto tempo, quindi non riesce a dormire e sembra volersi attaccare continuamente al seno per trovare sollievo.
Lui dorme nella sua culletta accanto al nostro letto. La prima poppata notturna è delle 24.30, al termine sembra più sveglio che mai e non riesco a farlo addormentare: lo cullo, lo accarezzo senza parlargli e tenendo solo una lieve luce accesa.
Prima lo attaccavo al seno pensando di dargli conforto poi però ho cominciato a pensare che così confonde l’alimentazione al seno con la tetta-ciuccio-conforto. Non vorrei dargli il ciuccio, ma non so come alleviare i suoi fastidi da reflusso o tranquillizzarlo.
Mi sono rivolta ad un omeopata per vedere se con una terapia diversa si poteva evitare di somministrare un medicinale tradizionale (Ranidil). Mi ha consigliato di dare al bambino la calcarea carbonica e la nux vomica
Sapreste per favore dirmi se la terapia medica e posturale prescritte sono adeguate?
Ritenete corretto evitare l'uso prolungato del ranidil o è meglio interremperlo per dei periodi?
Grazie. Cordiali saluti.


[#1]  
40088

Cancellato nel 2010
Gentile signora,
la terapia anti-reflusso, che Le ha prescritto il suo Pediatra è corretta.Il suo bambino, se non ha più rigurgiti, potrebbe soffrire di coliche gassose.
Provi a ridurre la dose di Medigel, che essendo una sostanza di origine vegetale,potrebbe,in dosi eccessive,
produrre gas intestinale e quindi coliche. Si attenga alla MODALITA'DI PREPARAZIONE E ALLE DOSI consigliate sul foglietto illustrativo,presente nella confezione del Medigel.
Cordialmente