Utente 202XXX
ho un bimbo di 3 mesi e 18gg, nato con parto naturale distocico con uilizzo di ventosa ostetrica per brevità di funicolo la fase espulsiva è stata un pò difficoltosa. Alla nascita era 3530, al 4°g 3260 e ora pesa 6260. Alla nascita ha avuto una IVU(anke se 2 urinocolture + e la 3°- e 3 stick urine-)ha subito una terapia antibiotica per 5gg. Dopo meno di 3 settimane siamo stati nuovamente ricoverati: RGE. Pianto inconsolabile per ore che si esacerbava quando gli arrivava/refluiva materiale gastrico in gola, rigurgiti frequenti raramente vomito a getto, ruminazione continua. Da allora è in tp con ranidili(poi sostituito con lansox perchè lo rifiutava il ranidil)e peridon. Dopo 10g ha avuto un episodio di riflesso vagale, aveva in bocca un eccesso di saliva che non tiusciva a rideglutire nè vomitare e di colpo ha perso i sensi!!! EEG e visita NPI nella norma. Ora da 2w continua scuotere il capo soprattutto quando è nel letto!! Dorme poco, ma da sempre anche se 1 mese fa aveva iniziato a dormire anche5h quasi di fila...sono preoccupata è un bimbo da sempre nervoso, iperattivo si muove tantissimo, impaziente diventa di tutti i colori prima di mangiare e appena gli si toglie la tettarella del biberon piange disperato se gli si dà il ciucio si tranquillizza quasi sempre. Altrimenti s'inarca, s'irrigidisce e piange piange per 15'. Devo preoccuparmi?? La sua pediatra dice che se non scuote il capo anche quando è in braccio o comunque quando da solo regge il capo è ancora riconducibile al reflusso. Per quanto riguarda il suo caratteraccio dice che è dovuto anche al fatto che la mia gravidanza è stata carica di ansia. Il mio piccolo da sdraiato vuole solo stare supino, se provo ad appoggiarlo su decubito immediatamente si posiziona supino e s'arrabbia prono, resiste 1 minuto!!! Deve ripetere una consulenza NPI per lei?? Io vivo osservandolo, perchè in questi 3 mesi e mezzo ci siamo molto spaventati e non è stato proprio un percorso facile. In attesa di una risposta anticipatamente ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
12% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Signora
la sua pediatra ha ragione: a parte il reflusso che lo disturba, i traumi emozionali materni si riflettono sul piccolino fin dentro la pancia. Inoltre il piccolo ha avuto un trauma da parto che ha subito insieme a tutta la sua famiglia, col carico di ansia che ne consegue.

Le suggerirei di farsi aiutare in questo senso da un pediatra Omeopata che potrà, dopo l'anamnesi e la visita, somministrare al piccolo dei rimedi del tutto innocui che potranno alleviare gli strascichi emozionali della brutta avventura del parto. Magari somministrerà il rimedio adatto anche alla mamma che è in continuità emozionale col suo piccolo..

Auguri e cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Utente 202XXX

Dott.ssa la ringrazio infinitamente per la consulenza che m'ha dato in così breve tempo.
Ma il fatto che scuote la testa nervosamente frequentemente a letto o in sdraietta a volte anche quando è in braccio(ma sembra in quest'ultimo caso che voglia o cambiare posizione o è irrequieto perchè non riesce ad addormentarsi), non è strano??? E il fatto che non vuole mai stare sul fianco quando lo metto a dormire?
Il periodo espulsivo è stato di 38',il ph funicolo 7.32, apgar 6 e subito dopo 9! Ah, parto in epidurale! Mentre mi stavano suturando mi sono letteralmente collassata! Ho sentito strigere la gola con dispnea...Pa 60/20 e per le successive 18h sempre ipotesa!!! Il mio piccolo l'ho preso in braccio e attaccato solo dopo 24h! svenivo di continuo ogni volta che stavo in piedi.
Io ho il terrore ci sia qualcosa che non va dal punto di vista neurologico(sò che ad ex l' autismo è molto diffile da diagnosticare soprattutto poi a questa età).
Lui segue con lo sguardo, capisce che se ci si siede e si mette la bavaglina finalmente si mangia(lo si capisce dal pianto che è meno forte)e se ci si rialza(ad ex per far raffreddare il latte art)si arrabbia e il pianto diventa nuovamente forte! A volte sembra mi sorrida se per un pò mi sono assentata. Si sveglia praticamente sempre incavolato e quindi piangendo. Quando andiamo a spasso in passeggino non piange quasi mai, o si guarda attorno o riposa ciuciando il succhiotto. Sembra iperirritabile e si spaventa facilmente...Boh, sono troppo apprensiva? In parte spero sia solo io sbagliata a pormi continuamente problemi. Lei cosa ne pensa? La ringrazio nuovamente.

[#3] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
12% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
..penso che le risponderei esattamente come prima.

Provveda al più presto alla sua ansia e non si metta bachi in testa per favore. MA cosa va a pensare? Lasci crescere tranquillo il piccino (che ha tutti i motivi per svegliarsi incavolato...), sarà il suo pediatra a capire nel tempo se tutto procede regolarmente.

Dott.Agnesina Pozzi

[#4] dopo  
Utente 202XXX

Credo proprio abbia ragione, ma in famiglia ho una cugina quasi sorella che è una disabile grave!!! con problemi neurologici non indifferenti e ho vissuto e vivo con ansia ogni cosa che sembra fuori dagli schemi della normalità. Vede??..non 'acceto' il 'se tutto procede regolararmente'io pretendo che proceda tutto regolarmente. Perchè sò e vedo quanto si soffre in certe condizioni. Mi scuso e la ringrazio!!!!! Ci stavo già pensando ad andare in psicanalisi..è giusto che risolva la mia ansia.

[#5] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
12% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007

Ci sono problematiche gravi neurologiche che hanno una base genetica e che si riscontrano in nuclei famigliari, nei quali è bene fare uno studio in tal senso.

Un singolo malaugurato evento in una linea famigliare non giustifica alcun timore. Certo è che se lei ha vissuto male la disabilità di sua cugina da quando era bambina, dovrà affrontare terapeuticamente il discorso dell'ansia e della paura legata a questa tragica realtà che l'ha coinvolta affettivamente ed anche emotivamente nel contesto delle relazioni famigliari.

L'ultima cosa che dovrà fare è far crescere il suo piccolo nella culla delle sue paure, pur pretendendo che "TUTTO VADA BENE!" perché rischierebbe di creare un altro tipo di disabilità che è quella di non saper affrontare al meglio la vita con le sue normali difficoltà, imprevisti, piccoli malanni..

La saluto cordialmente porgendole con
l'occasione anche gli auguri per queste prossime festività, insieme alla sua famiglia

Dott.Agnesina Pozzi

[#6] dopo  
Utente 202XXX

Nel caso di mia cugina non c'è ereditarietà genetica(spina bifida+Arnold Chiari 2+idrocefalo etc..), ma le assicuro che le ansie e le sofferenze fisiche che ha e che è costretta a subire hanno segnato tutta la nostra famiglia. Vederlo così nervoso e poco sereno poi ora scuote la testa quasi tutta notte e a volte anche prima di doversi addormentare o mangiare...boh.
Ha ragione, ma non riesco a razionalizzare con mio figlio anche un semplice raffreddore non vorrei se lo prendesse. Molto stupida. Comunque a breve inizierò delle sedute con una psicologa, spero m'aiuti. La ringrazio nuovamente e anch' io le auguro una Buona Pasqua!

[#7] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
12% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
No non si colpevolizzi, lei non è affatto stupida!
E' solo segnata da una tragica esperienza in famiglia. Sono sicurissima che le sedute l'aiuteranno moltissimo.
Grazie anche a lei per gli auguri.

Si rivolga tranquillamente a questo sito se avrà bisogno di qualche parere per il piccino..

Dott.Agnesina Pozzi