Utente 109XXX
Buongiorno, sono la mamma di un ragazzino di 11 anni ricoverato a causa di una polmonite. La terapia prevede Rocefin e macladin da 250, due volte al giorno, oltre ad aerosol. Da un'ecocardiogramma è risultata anche un'infiammazione al cuore, che secondo i medici sparirà insieme alla polmonite, con gli antibiotici. Tra i vari esami che hanno fatto abbiamo scoperto che è allergico agli acari, le graminacee e i peli di gatto.
La situazione, dopo 4 giorni di terapia è nettamente migliorata, ma volevo chiedere dei chiarimenti. Innanzi tutto, la cosa che mi preoccupa molto, è che gli hanno trovato dei globuli bianchi bassi, intorno a 4.000. Può essere compatibile con il fatto che ha la polmonite, o è una cosa che va approfondita?
Inoltre, il fatto di essere un soggetto allergico può determinare una sorta di "debollezza" a livello dei polmoni (anche all'età di 4 anni è stato ricoverato per polmonite)?
Infine quanto dovrà durare la convalescenza e quando potrà riprendere le sue normali attività (scuola, sport)?

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
una leucopenia può essere causata dal cortisone che molto probabilmente gli avranno somministrato per ridurre la flogosi polmonare e cardiaca. Stia tranquilla vedrà che risaliranno.
Sicuramente l'allergia respiratoria rende l'apparato respiratorio maggiormente suscettibile alle infezioni e delicato.

Cordiali saluti ed auguri
Dott.ssa Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Utente 109XXX

La ringrazio molto per la risposta.
Ora siamo tornati a casa in dimissioni protette, domani dobbiamo andare a fare l'ecografia della milza e del fegato e di nuovo le analisi del sangue e fra 10 gg una nuova Rx al torace.
Riporto la Rx al torace al momento del ricovero "incremento volumetrico dell'ilo sin verosimilmente in rapporto ad impegno linfonodale con tenue addensamento iloparailare sinistro. Non evidenti aree di consolidazione parenchimale a destra. Non versamento pleurico.
La Rx fatta al momento delle dimissioni, cioè 5 gg dopo "Al controllo odierno marcatamente ridotto il tenue addensamento precedentemente segnalato a livello iloparailare sinistro. Non si osservano alterazioni parenchimali in atto a destra. Invariati i restanti reperti".
Aggiungo che i globuli rossi sono 4.800.000, PLT 220, LDH 234U/L, striscio periferico N 41%, L45%, M 9%, E 5%.
Sono un po' preoccupata per questo linfonodo per il quale i medici vogliono continuare ad approfondire. Potrebbe essere solo legato alla polmonite? Se fosse qualcosa di più serio le restanti analisi non dovrebbero essere alterate?

[#3] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Potrebbe il tutto rientrare in un quadro virale da Cytomegalovirus il quale non solo provoca polmonite interstiziale e va a dare fastidio ai linfonodi ingrossandoli, ma nei soggetti con basse difese immunitarie può anche dare linfopenia vista l'inversione della formula a favore del linfociti.

Non state in ansia e lasciate indagare, servirà a tranquillizzarvi; intanto vi sia di conforto il miglioramento del quadro radiologico e l'ottima quantità di globuli rossi e piastrine. l'LDH non è specifico ed aumenta in tante condizioni comprese le malattie virali. Sono sicura che a breve si rimetterà in piena forma