Utente 108XXX
Buongiorno,

io e mio marito stiamo pensando di avere un bambino a breve, ma poiche' ho fatto il richiamo dell'antitetanica il 12 maggio del 2009,il mio ginecologo mi ha consigliato di aspettare 3 mesi prima di concepire.
Per maggiore sicurezza abbiamo deciso di iniziare a provare nella prima settimana di settembre( momento probabilmente fertile per me )e quindi attendere quasi 4 mesi dal richiamo.
Vorrei chiedere se l'aver fatto questo richiamo pochi mesi prima del concepimento puo' comportare rischi o danni per il bambino nel momento in cui dovra' effettuare le varie vaccinazioni obbligatorie ( soprattutto quello dell' antitetanica che viene praticato poco dopo la nascita e per cui suppongo lui avra' gia' in questo caso specifico una buona dose di anticorpi che dovrei trasmettergli io se non erro...).
Inoltre vorrei chiedere informazioni riguardo al rischio influenza in gravidanza, di solito si fa' il vaccino durante la gestazione oppure no ? Puo' comportare rischi questo vaccino ?
Grazie.

[#1]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Il vaccino antitetanico non è fatto con virus vivi attenuati ma con l'anatossina ossia con la tossina originaria prodotta dal clostridio del tetano rea inoffensiva da determinati trattamenti. Mi sembra che la prudenza del vostro ginecologo sia fuori luogo, addirittura la vaccinazione antitetanica si può fare DURANTE la gravidanza.

Diversa sarebbe stata ad esempio la vaccinazione contro il morbillo e rosolia perchè quelli sono a virus vivi attenuati...

Quindi nessun problema, "concentratevi" sulla gravidanza in tutta tranquillità con i miei più cordiali saluti e sinceri auguri

Dott.Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Utente 108XXX

Grazie Dott.ssa Pozzi,
da quello che mi ha scritto ne deduco anche che il mio richiamo antitetanico non avra' nessuna influenza negativa sulle reazioni alle vaccinazioni che dovra' fare poi il bambino dopo la nascita, giusto?
Mi sono un po' allarmata quando ho fatto le prime ricerche su Internet ed ho trovato alcuni siti che parlavano della presenza pericolosa del Thiomerosal nei vaccini e soprattuto altri dell'aumentata incidenza di autismo nei figli nati da donne vaccinate durante la gravidanza oppure pochi mesi prima del concepimento.
Vedi capito articolo epidemia di Autismo sul sito : http://www.mednat.org/vaccini/produzione_vaccini.htm
Questo mi ha fatto venire dubbi sulla sicurezza per il feto nel caso di una prossima gravidanza e sulle incidenze negative che il mio richiamo antitetanico potrebbe apportare alle successive reazioni del bambino alle proprie vaccinazioni obbligatorie.
C'e sempre molta confusione in giro sull' argomento "vacinazioni".

[#3]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Ah...cara Signora
lei apre un armadietto pieno di problemi e per quanto mi riguarda una parentesi molto conflittuale sulle vaccinazioni. I vaccini sono pieni di porcherie e non per colpa di virus e batteri e tossine ma per gli additivi usati nelle preparazioni. Nessuno ha studiato seriamente i problemi correlati alle vaccinazioni, specialmente quelle obbligatorie dove sarebbe necessario ottenere il consenso informato, ed a maggior ragione, dovrebbero darlo i genitori di un minore. Si dà per scontata l'obbligatorietà ma se uno volesse andare fino in fondo e battagliare, dovrebbe chiedere alla propria ASl e/o al Ministero della salute chiarimenti e letteratura specifica in merito alle vaccinazioni, nonchè dichiarazioni che i trattamenti non abbiano alcuna ripercussione sulla salute dei loro piccoli. La legge prevede il consenso informato ma mìnessun genitore viene mai informato sui rischi delle vaccinazioni. Ad esempio per il morbillo, il rischio di encefalite post-vaccinica è praticamente pari a quello di una encefalite da infezione naturale...ma chi ce lo dice? nessuno! I rischi di reazioni allergiche ci sono ma chi ce lo dice? nessuno!

La cosa migliore da fare è parlarne tranquillamente col vostro pediatra, perchè in internet potrete essere solo terrorizzati da notizie che spesso sono allarmistiche, non hanno fonti scientifiche e verificabili. Sappiamo bene la pressione mediatica delle case produttrici di vaccini e non voglio aprire un altro armadio pieno di schifezze (vedere le notizie allarmistiche sulla febbre dei poveri innocenti suini, dei poveri innocenti polli ecc ecc...).

Posso però consigliarvi di consultare un medico Omeopata che vi prescriverà i rimedi opportuni (da assumere prima e dopo) a contrastare gli effetti dannosi delle vaccinazioni.

Ancora cordialmente
Dott.Agnesina Pozzi

[#4] dopo  
Utente 108XXX

Gentile Dott.ssa grazie dlle preziosi informazioni.
Vorrei pero' chiedere : Ho visto su internet che il richiamo dell' antitetanica contiene "Thiomerosal" e quindi etilmercurio ( se non sbaglio ), sostanza tossica al di sopra di un certo quantitativo.
La quantita' di etilmercurio che mi hanno iniettato con il richiamo puo' comportare dei rischi per il feto se rimango incinta a breve ? Anche per questo mi sto' ponendo dubbi su quanto tempo aspettare prima di concepire.
Inoltre mi sono dimenticata di dirle nel primo messaggio che le ho scritto, che questo richiamo l'ho fatto il 12/05/2009 quasi un anno prima della sua scadenza(29/02/2010 ), questo anticipo puo'comportare il dover aspettare i famosi 3 mesi o forse anche piu' prima di rimanere incinta ?

Grazie di nuovo e scusi se posso risultare un po' paranoica, ma le cose che ho letto mi hanno allarmato e reso leggermente apprensiva sull' argomento. ( forse perche' sara' la prima volta come tutte le cose ... )
Grazie mille.

[#5]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
No assolutamente, non si definisca paranoica..la prudenza non è mai troppa. Il problema si pone maggiormente per vaccinazioni multiple che contengono tiomersale (che viene trasformato in eltilmercurio) ma gli studi relativi a questo prodotto sono scarsi rispetto a quelli fatti sul metilmercurio. Di mercurio è contaminata tutta la terra e il mare e l'aria (e gli studi dentistici); il mercurio viene usato nella preparazione di una infinità di sostanze anche di uso quotidiano (detersivi, adesivi, pile ecc);

quello che poi mangiamo/beviamo alla fine non credo sia meno dannoso di una piccola quantità di mercurio in pochi ml di vaccino..
Comunque consulti il documento dell'Istituto Superiore di Sanità in merito. Magari sarà tranquillizzata per la sua gravidanza, ma dovrà necessariamente riflettere e preoccuparsi in futuro per le vaccinazioni multiple che dovranno essere fatte ad un lattante! Fino ad allora stia tranquilla la dose da lei assunta è davvero irrisoria.

Il mercurio però una volta entrato nelle cellule difficilmente ne esce. Hanno proprietà chelanti sul mercurio il Selenio e lo Zinco (in forma di sali di Schussler e come oligoelementi), e la vitamina C

Questoè il link del sito.
Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi
http://www.simi.iss.it/files/vac_par.pdf