Possibile tumore ai polmoni: radiografia è sufficiente o bisogna effettuare una tac?

Gentili dottori,
vi scrivo per chiarire alcuni dubbi e per chiedere un vostro parere.
Mia madre, 50 anni, non fumatrice (tuttavia, ha subito fumo passivo a causa di mio padre) soffre, ormai da mesi, di tosse persistente (soprattutto al mattino, dopo aver bevuto latte e caffè insieme a nausea), dispnea e dolore alla spalla.
Non riesce a completare il respiro e dice di avere proprio fame d’aria.
Tre mesi fa, proprio per questi sintomi e per anemia rilevata dalle analisi del sangue, ha effettuato gastroscopia, colonscopia, ecografia addominale e radiografia ai polmoni.
Dalla gastroscopia si è scoperto che aveva l’elicobatterio e ha effettuato la cura di antibiotico per qualche settimana.
Dagli altri esami non è stato rilevato nulla.
Tuttavia, ancora a distanza di mesi, continua ad avere tosse persistente al mattino, problemi respiratori e dolore alla spalla.
Se ci fosse stato un tumore ai polmoni si sarebbe visto dalla radiografia?
È necessario fare una TAC?
Pensate ci sia il rischio di un cancro ai polmoni?
È anche un soggetto fortemente allergico (ad una serie di piante, segale e così via.
Le è stato anche consigliato un vaccino per le allergie).
Siamo estremamente preoccupati soprattutto perché il medico non ha dato neanche un consiglio su come proseguire.

Vi ringrazio anticipatamente!
[#1]
Dr. Vito Di Cosmo Pneumologo 1.3k 76 2
Magari le neoplasie polmonari si evidenziassero con i sintomi...... Sono silenti e vengono evidenziate proprio con gli esami radiografici che invece a sua madre, sono come lei dice, normali. I sintomi che lei espone sembrano relativi invece sono ad una banalissima lieve rinite (ciao le dice che ha mamma è allergica). Secrezioni che arrivano per via retronasale nella via aerea alta, procurano tosse per vellichio, solletico, o per apposizione di poche secrezioni in faringe laringe. La tosse che ne deriva è davvero fastidiosa è spesso irrefrenabile: colpi di tosse a rapida successione che spesso non permettono l'atto respiratorio tra un colpo di tosse e l'altro. Sensazione davvero molto molto fastidiosa. Converrebbe effettuare una semplicissima prova: le chiuda una narice con un dito e gli inviti ad aspirare forte con l'altra e viceversa. Se la narice controlaterale non fosse perfettamente libera ed asciutta offerte lavaggio delle narici con acqua salina ipertonica spray da liberare perfettamente le narici ripetendo l'operazione per più volte al giorno. Potrebbe anche utilizzare un corticosteroide spray nasale dopo i primi e gli ultimi lavaggi della giornata. Per la tosse persistente anche uno spray collutorio da aspirare in laringe.

Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottor Di Cosmo,
grazie mille per la risposta dettagliata, veloce ed esaustiva! Mia madre ha effettuato una radiografia polmonare dove, appunto, non è stato rilevato nulla. Proprio per questo il medico ha deciso che non è necessario effettuare una TAC. Pensa che sia una giusta decisione? Dalla TAC non possono essere individuate anche piccolissime neoplasie polmonari che se prese in tempo possono essere curate? Lei consiglia di fare una TAC per togliere ogni dubbio oppure non è necessario?
[#3]
Dr. Vito Di Cosmo Pneumologo 1.3k 76 2
Ovvio che con la TAC possono essere individuate neoplasie anche più piccole retro cardiache ecc.
Davvero difficilmente sarebbero mai così significative da poter dare i sintomi di cui lei parlava. La decisione di farla la TAC toracica o Total body che sia, spetta al medico curante. Il consiglio è comunque di stabilire che il naso sia perfettamente libero ed asciutto ed eventualmente iniziare ad effettuare lavaggi delle narici con ipertonica ecc. In medicina tutto può essere ma quei sintomi Non sono affatto classici di neoplasie. Fate pure tutti gli esami che volete ma intanto vi esorto a stare del tutto tranquille.
CORDIALMENTE

Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo