Utente 280XXX
Gentile Dottore,
Sono una ragazza di 20 anni e ho un problema da porle.
L'anno scorso nel mese di settembre sono stata ricoverata per 15 giorni pre una broncopolmonite.
Da allora mi trascino spasmi bronchiali,tosse insistente(talvolta soffocante) sempre accompagnato da "catarro".

Questa tosse non sembra avere degli agenti causanti.E' presente di giorno come di notte.

Il mio medico di base mi ha fatto fare una lastra che non ha evidenziato nessuna presunta anomalia e somministrato ventolin,escludendo comunque questi sintomi alla mia allergia agli acari della polvere(i cui sintomi non si manifestano con tosse,ma con prurito al palato).

Le scrivo perchè ormai il mio medico associa questa tosse a cause psicologiche quando in realtà è talmente frequente e incessante(ripeto che si manifesta anche di notte)che arrivo quasi allo sfinimento o ad una completa spossatezza.

Mi auguro di poter ricevere al più presto una risposta.

[#1] dopo  
27942

Cancellato nel 2007
Cara Ragazza,
punto molto importante è di che tipo di catarro stiamo parlando (colore, quantità, consistenza, odore).
Inoltre, è in terapia con qualche farmaco per la tosse per altra patologia?
Alla somministrazione del ventolin le cose come sono andate?
In seguito all'eccesso di tosse sente sensazione di mancamento d'aria?
Se ha usato qualche farmaco per la tosse, quale ha usato , e se ha avuto sollievo e per quanto tempo.

In attesa di una sua risposta la saluto.

Raffaele Marino

[#2] dopo  
Dr. Pierpaolo Maietta

24% attività
8% attualità
0% socialità
AVELLINO (AV)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Chiami il suo medico di famiglia e faccia prescrivere una RX toraca antero-posteriore, e latero-laterale, rx seni nasali con visita otorino. Potrebbero esserci alla base alterazioni a livello del parenchima polmonare.

[#3] dopo  
Utente 280XXX

Dunque..
-il catarro in questione è denso,gialliccio,penso inodore.La quantità varia..ma in generale media.
-Non ho iniziato nessuna terapia per la tosse perchè neanche accennata dal medico di base.
-Il ventolin non faceva alcun effetto,nè di sollievo,nè di risoluzione al catarro o alla tosse o ai fastidiosi spasmi bronchiali(intendo quei fastidiosi rumori alla respirazione).
-Si mancamento d'aria anche se non sempre e sensazione di mancamento:spesso dopo colpi di questa tosse vedi i puntini luccicanti che nn mi è mai capitato di vedere.
-Nessun sollievo.Quest'estate ho avuto un episodio di Bronchide e mi èp stato dato il Fluorifort 1 ogni sera..ha aiutatop solo la bronchite.Il problema è persistito.

Spero di essere stata precisa!
Attendo con attenzione unasua risposta!
Cordiali Saluti

[#4] dopo  
27942

Cancellato nel 2007
Carissima,
è stata precisa.
Io escluderei a priori un problema psicologico in quanto le caratteristiche del catarro depongono per un interessamento batterico almeno dell'albero bronchiale.
Tenendo buona la lastra con esito negativo che ha già effettuato, Le consiglierei innanzitutto di tornare dal suo medico di base al fine di poter fare un'accurata visita ed una probabile tarapia con antibiotici e mucolitici, riguardandosi effettuando un adeguato periodo di riposo in casa.

Spero di esserle stato di aiuto, e mi tenga informato.

Saluti

Raffaele Marino

[#5] dopo  
Utente 280XXX

Gentilissimo Dott Marino,
Inanzittutto la ringrazio per la sua risposta.

A qesto punto mi sento di aggiungere quanto:

il problema di una successiva visita è che nell'alscoltare i polmoni lì per lì il doc non sente nulla perchè in quel momento non è presente alcun spasmo.

Oltrettutto il riposo sono costretta ad escluderlo.Questa sintomatologia è presente dal settembre 2006.

La ringrazio nuovamente per la sua cordiale attenzione :)

[#6] dopo  
Utente 280XXX

Mi scuso per l'errore!
Settembre 2005 e non 2006!

[#7] dopo  
27942

Cancellato nel 2007
Carissima,
la presenza di espettorato giallo comunque è sintomo di infezione bronchiale/broncopolmonare da curare con antibiotici.
Se dopo la terapia continua ad esserci lastra negativa ed evidenza alla visita negativa, ma con il persistere della sintomatologia bisogna approfondire le indagini con TAC e/o Broncoscopia.
Ma credo che non ce ne sia bisogno dopo la terapia, ovviamente quasta è una mia impressione non avendola visitata, comunque la rimando alla visita di un collega pneumologo per poter suffragare e procedere a quanto le ho consigliato.

Saluti

Raffaele Marino

[#8] dopo  
Utente 280XXX

Farò quanto da Lei consigliato!
La ringrazio nuovamente della sua attenzione!
:)