Tabagismo

Buongiorno, dopo 20 anni di fumo (1 pacchetto di sigarette al giorno) ho finalmente trovato il coraggio di provare a smettere.
Oggi è un mese che non fumo e sono molto perplessa: non ho ancora fatto un colpo di tosse, non c'è catarro. Ho sempre saputo che gli ex fumatori tossiscono molto dopo aver smesso, perchè io no? E' anche vero che non ho mai tossito neppure durante gli anni nei quali fumavo.
Il mese scorso ho fatto una lastra ai polmoni (screening oncologico) che è risultata negativa.
Comunico inoltre di essere in terapia con interferone dal 1997 per sclerosi multipla.
In attesa di un riscontro in merito a quanto sopra descritto saluto cordialmente.

[#1]
Dr. Cristiano Cesaro Pneumologo, Allergologo 728 45 2
Gentile utente.
Tanto per cominciare grazie per averci contattato e complimenti per la saggia decisione di smettere di fumare che a medio lungo termine determinerà certamente benefici al suo portafoglio, ma soprattutto alle sue condizioni di salute, in modo particolare per quanto attiene al suo apparato respiratorio.
Allora è assolutamente vero che in genere, nella stragrande maggioranza di persone che dopo molti anni di fumo, interrompono tale pratica voluttuaria, si determina una paradossale insorgenza di tosse, piu o meno produttiva, che in genere persiste fino a che (possono passare anche diversi mesi) l'organismo e la mucosa tracheale in particolare non si riappropria delle sue normali competenze fisiologiche, per anni assuefatte dalla continua presenza di catrame e nicotina.
Grazie a dio...tuttavia, non siamo tutti uguali, e non mi meraviglio che nel suo caso non si sia verificato tutto questo.
Ho anche altri pazienti che hanno smesso di fumare senza avere alcun tipo di ripercussione dal punto di vista della tosse.
Il fatto che la radiografia sia risultata negativa, e' certamente un ulteriore indizio relativamente al fatto che non c'e' necessità di preoccuparsi piu del necessario della cosa.
La invito tuttavia a fare un controllo pneumologico a cadenza annuale (almeno nei primi 2-3 anni) meglio se completo di spirometria per valurare il reale stato di salubrita' e funzionalita' del suo apparato respiratorio.
La saluto e ci faccia sapere se ha bisogno di altre informazioni.

Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo Dott. Cesaro, grazie per la sollecita risposta al mio quesito.
Approfitto per chiederLe se secondo lei val la pena fare una spirometria ed una visita pneumologica già ora (le ultime risalgono all'infanzia, quando soffrivo di asma allergica).
Ancora grazie e buona giornata.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test