Ho avuto una intossicazione da cocaina con danni celebrali o si tratta solo di derealizzazione?

A distanza da all'incirca 6 mesi da oggi, ero a casa di un mio amico con lui e un altro mio amico.

Abbiamo fatto una canna di 3/4 grammi di erba,
E si diceva che questa era bagnata con la cocaina o qualcosa del genere.

Dopo aver fumato eravamo a tavola a mangiare e loro due cominciano a ridere, nel mentre io non capivo il perché, e quindi ho pensato che stessero ridendo di me.
Ad un certo punto comincio a notare che le loro risate erano monotone, avevano sempre lo stesso tono, prima rideva l'uno e poi l'altro.
Avevo perso la cognizione del tempo e allora preso dal panico mi alzo di scatto in piedi al che lo fanno anche loro, copiavano tutti i miei movimenti Immediatamente, quasi come se io fossi stato loro.
Avevo allucinazioni tattili, visive e uditive unite a derealizzazione e depersonalizzazione, battiti molto accellerati e annebbiamento mentale, forse anche altro ma non ricordo.

Dopo 2/3 minuti le allucinazioni erano finite ma il resto no.

Dopodiché vado a dormire per due ore, mi sveglio ed era tutto apposto.

Ad una settimana di distanza dall'accaduto avevo fumato dell'hashish ad ho avuto un attacco di panico perché avevo paura che le allucinazioni potessero ripetersi, ero seduto quando il mio amico pronuncia la seguente frase: "fre sto male".

Ho pensato che magari stavo allucinando di nuovo e che quindi quella frase era un allucinazione per farmi capire che stavo male.

A questo punto inizio a sentire un ronzio nelle orecchie che diventava sempre più forte e mi alzo di scatto come la precedente volta, con la differenza che non erano presenti allucinazioni, ma solo derealizzazione depersonalizzazione e panico.

Vado a dormire pensando che tutto sarebbe tornato alla normalità ma così non fù.

Mi svegliai con derealizzazione e depersonalizzazione che stanno continuando fino al giorno d'oggi insieme ad una strana sensazione quando guardo al di fuori delle finestre, quasi una fobia, un esempio e il palazzo che si intravede dalla finestra in salotto di casa mia, quando sono lontano dalla finestra il palazzo e gigante, quasi come se è di fronte a me, mentre avvicinandomi torna pian piano normale.

Ho paura di aver avuto un intossicazione da cocaina, che mi ha rovinato il sistema percettivo.

Sono graditi i pareri di tutti i tipi, qualsiasi domanda sará risposta e tutti le risposte che mi darete saranno gradite, anche perché la mia vita prima era perfetta, e adesso invece penso di non poter più continuare a vivere così pensando spesso al suicidio.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.2k 1k 63
Ripropone una richiesta già di qualche mese fa, con le stesse modalità.

Assodato che l'utilizzo di sostanze le ha portato questa sintomatologia ha intrapreso percorsi di cura per avere un miglioramento?

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
Utente
Utente
Ho iniziato un percorso di psicoterapia ma non ha ancora avuto effetti, anche se ho fatto solo 3 sedute da quando è iniziato tutto ció, ho un appuntamento ogni due mesi all'incirca perche la sua lista d'attesa è piena.
Ma il fatto è che penso di aver subito danni celebrali, è che non si tratti solamente di dissociazione
[#3]
Utente
Utente
Sarebbe pregato di rispondere
[#4]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.2k 1k 63
Non so se sarei pregato o lo sono, sempre che abbia tempo per farlo e non a comando, con cortesia e senza pretesa.

In ogni caso non ha posto alcuna nuova argomentazione a ciò che ha già scritto.

Una visita ogni due mesi per una agenda troppo piena presuppone che almeno si dia da fare per cambiare professionista.

Eventualmente faccia valutare la situazione da uno specialista in psichiatria che può fornire elementi clinici anche di esclusione da determinate patologie e trattare la questione in modo deciso.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

Ansia

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto