Utente cancellato
Gentili Specialisti

Sono un ragazzo di 21 anni da fine Aprile ho avuto dei dolori/bruciori nella zona Inguinale, lombare e del basso ventre scrotale DX, molto fastidiosi, prontamente sono andato dal mio medico di famiglia perché nel 2004 ho avuto una Orchiepididimite al Testicolo SX che ha portato ad un’ipotrofismo del didimo e dell’epididimo corrispondente(pensavo a un problema al Testicolo DX) cmq dal 2004 non ho avuto più problemi e dal punto sessuale ad ora non evidenzio nessun tipo di disturbo. Il medico di famiglia mi ha rassicurato che non avevo nulla e mi ha prescritto un antidolorifico 1 Bustina Brufen 600 Mg per 5-6 gg, per qualche settimana il dolore sembrava regredito poi è tornato prepotentemente e ho deciso con i miei famigliari di tornare dall’Urologo che nel 2004 mi aveva seguito per la cura dell’Orchiedpididimite. Dopo accurata visita con l’ausilio ecografico non ha riscontrato nulla di rilevante Reni OK, Vescica OK, Prostata OK,Testicolo DX nella norma e Testicolo SX ipotrofico. Ha diagnosticato una irritazione/compressione del Nervo Genito-Femorale DX e mi ha prescritto una terapia di Nimesulide 100 Mg per 5-6 gg + 2 cp Benexol al gg finendo la confezione. Anche dopo questa visita il tutto sembrava rientrato, ma verso fine maggio il dolore è ripreso sono tornato dal mio medico di famiglia e mi ha consigliato una visita Fisiatrica e Neurologica. La Visita fisiatrica ha evidenziato esclusivamente una modesta lombalgia per il resto era tutto nella norma, quella Neurologica di fatto si è concentrata su un'altra patologia da cui sono affetto da circa un anno ossia Emicrania con Aura, il neurologo per questa patologia mi ha consigliato una RMN celebrarle con contrasto e cmq sostenendo che l’EON è Negativo.
Ad ora soffro di questo dolore/bruciore il medico di famiglia mi ha detto che potrebbe essere un disturbo di natura psicosomatica, sono un soggetto abbastanza stressato e talvolta ansioso, un po’ tachicardico (dal medico di famiglia avevo 134 pulsazioni al minuto, solitamente a riposo mi attesto a 85 pulsazioni al minuto)ho riscontrato che nei momenti di maggior tensione il dolore è più forte.
Chiedo un vostro parere, prima di un eventuale visita in diretta di uno specialista in psichiatria....

Cordialmente, attendo una vostra risposta e vi ringrazio per il tempo che mi dedicherete.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Ma la compressione del nervo è di pertinenza chirurgica, cioè va operata o no secondo il medico ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente

in assenza di diagnosi specifica e considerato il tipo di disturbo da lei lamentato, e' possibile che il tutto sia legato ad un disturbo d'ansia che va trattato da uno specialista psichiatra.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#3] dopo  
163854

dal 2012
Ringrazio entrambi gli specialisti Dr. Pacini Dr. Ruggiero, per la celerità nella risposta....

Gent.mo Dr.Matteo Pacini

-L'Urologo nel referto ha scritto: probabile irritazione e/o compressione del nervo Genito-Femorale DX, non ha parlato di operazioni, cmq non ho esami diagnostici (RMN, TAC, Ecografie) che fugano il dubbio e mi danno una diagnosi certa.
-Il Fisiatra mi ha detto che quel nervo non esiste e che a suo giudizio non sembra necessario nessun approfondimento diagnostico.
-Il Neurologo non si è soffermato molto sul problema all'inguine e quindi anche sull'irritazione/compressione del nervo.
-Il Medico di Famiglia, che stimo molto e è molto preparato, di fatto dice che non ho nulla...
Io e la mia famiglia non sappiamo se continuare con approfondimenti specialistici magari andare da un'Ortopedico??

Se può essere utile in questo periodo assumo causa di Congiuntivite e Rinite Allergica di lunga data,(ne sono affetto da quando avevo 3 anni) un antistaminico per via orale AERIUS 5MG (DESLORATADINA) e al bisogno LEVOREACT 0,5MG/ML spray nasale, sospensione (LEVOCABASTINA)

Gent.mo Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Nella mia città non c'è un reparto di Psichiatria e quindi dovrei andare nella capoluogo di provincia 45 Km da qui, ci si può rivolgere anche a un libero professionista o a una struttura privata??

Cordialmente attendo una vostra risposta.....


[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

il medico non ha detto che "non ha niente", se mai ha detto che potrebbe avere un disturbo di somatizzazione (cosiddetto "psicosomatico"), che è di fatto un disturbo come tutti gli altri, solo che non riguarderebbe in questo caso il testicolo in sé ma l'attenzione, la preoccupazione e la percezione delle sensazioni provenienti da quell'area.
Per ricercare i sintomi e i segni comportamentali caratteristici di queste forme la visita psichiatrica è indicata.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

la aziende sanitarie hanno alcuni servizi dislocati sul territorio, tra questi ci sono i servizi di psichiatria.

Al massimo deve spostarsi verso il centro di appartenenza che puo' distare in modo variabile dalla sua residenza.

Puo' comunque rivolgersi ad uno specialista di sua fiducia.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#6] dopo  
163854

dal 2012
Gent.mo Dr.Matteo Pacini

Per esporle meglio il mio problema, il dolore che riferisco ad ora è ben localizzato e ossia nell'interno coscia DX nella zona inguinale e non al testicolo dove non ho mai sentito nulla (in particolare mi sono tranquillizzato dopo la visita dall'urologo),il dolore però talvolta si irradia al basso ventre e nella zona lombare e lambisce lo scroto. Per questo non mi convince quello che ha detto cioè la natura psicosomatica del dolore. Le chiedo se è possibile che ci sia magari anche solo una piccola contrattura muscolare, magari anche poco sintomatica ma che uno stato di ansia/stress di fatto mi porti a una errata percezione del dolore, con un conseguente aumento di questo??

Cmq in settimana cercherò di comune accordo con il mio medico di famiglia di sottopormi a una visita da uno specialista psichiatra.

Un cordiale saluto e un grande ringraziamento per gli input molto utili che mi avete dato....

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Lei afferma di non essere convinto della natura psicosomatica del dolore, poi però la descrizione (l'ipotesi di sotto) è "una piccola contrattura etc etc..." sarebbe quello che poi si intende con psicosomatico, o meglio somatoforme (psicosomatico è un termine fuorviante). Ovvero, non significa "inventato". Quindi lasci perdere il dubbio che sia un modo per dire che non ha niente, nel caso è un disturbo che origina da una funzione cerebrale e che appunto porta o ad amplificare la percezione, che non è l'intensità del segnale dalla periferia, ma l'interpretazione (cioè quando è importante, saliente o preoccupante), oppure vi è uno stato ansioso, in cui si concentra l'attenzione su segnali corporei, cosicché il sottosoglia diventa soprasoglia.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

e' convinzione comune in chi ha avuto una diagnosi legata ad un sintomo psichiatrico di dubitare di tale valutazione, nonostante gli esami effettuati portino tutti ad una conclusione negativa per altre patologie.

A questo punto sarebbe il caso di effettuare una visita psichiatrica.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#9] dopo  
163854

dal 2012
Gent.mi Dottori

Ho prenotato la visita psichiatrica che effettuerò Venerdì prossimo....
Mi é venuto un dubbio in questo periodo ossia di avere livelli bassi di testosterone, l'ho detto al mio medico di famiglia ma lui ha detto che non vedeva problemi di questo tipo e non mi ha prescritto nessun esame di questo tipo, per mio vezzo ho voluto controllare, so che per avere una valutazione ormonale completa ci vorrebbero i valori di LH FSH Prolattina SHBG e solo che facendo gli esami a pagamento e non avendo grande disponibilità economica mi sono concentrato su quello che mi interessava di più.

Testosterone Libero 42 pg/ml Intervallo di Riferimento 10-40
Testosterone Totale 3,40 ng/ml Intervallo di Riferimento 1,75-7,81

Gli esami del sangue effettuati contestualmente non riportano nulla di anomalo, al massimo i valori sotto riportati che tendono un po’ a livelli elevati…..
Eritrociti 6,02 milioni/mmc
Emoglobina 16,90 /100ml
Ematocrito 48,40 %

Questi valori possono spiegare la mia sintomatologia??

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

deve abbandonare il ruolo di chi fa ipotesi diagnostiche che poi verifica secondo linee di pensiero non mediche.
"per mio vezzo ho voluto controllare...", e quindi non corrisponde a nessun ragionamento medico. Non ha senso eseguire esami in questo modo.

Attenda la visita psichiatrica.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11] dopo  
163854

dal 2012
Gent.mo Dr. Pacini Matteo

Seguirò il suo consiglio di evitare di fare ipotesi diagnostiche....

La aggiorno sulla visita psichiatrica che ho effettuato ieri. Mi sono recato da una dottoressa specialista in Psichiatria, Neurologia, Neuropsichiatria sotto indicazione del medico di famglia. Le riporto il referto:

Il paziente riferisce 3 episodi di emicrania con aura da ottobre a marzo ed episodi di dolore costrittivo - tensivo localizzato alla loggia mediale della coscia DX. L'obiettività neurologica è nella norma. Non prenderei provvedimenti al momento in caso di recidiva e/o accentuazione del dolore consiglierei una EMF se invece si ripresentano le crisi emicraniche specie se con le stesse caratteristiche topografiche suggerirei una RMN encefalica i meglio una angio-RMN. Bene il Maxalt o similari all'inizio dell'emicranea.

La specialista ha aggiunto che non sembra esserci nessun tipo di disturbo psicosomatico/somatoforme come causa del dolore all'Ingunie e che i disturbi da ansia da cui sono affetto rientrano nella normalità (nulla di patologico) non ha visto la necessità di terapie farmacologiche e/o di percorsi psicologici o psicoanalitici. Ha detto che non le sembra esserci un ossessione per questo dolore, cioè una ricerca compulsiva delle cause di questa ma una fisiologica ricerca di una diagnosi di un normale disturbo.


Ho comunicato il tutto al medico di famiglia e lui mi ha detto che non sa più che "pesci pigliare".....

Che cosa ne pensa??


A presto, attendo una vostra risposta.....

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non c'è niente di particolare da aggiungere. Sarebbe però utile un parere psichiatrico, a quanto pare è stata fatta una descrizione neurologica, ma nello scritto che lei riporta non vi sono considerazioni psichiatriche scritte. A voce lei riferisce che è stato escluso comunque.
Se crede può chiedere un secondo parere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13] dopo  
163854

dal 2012
Gent.mo Dr. Pacini Matteo

Il 20 mi sono sottoposto a una nuova visita da uno specialista psichiatra. Abbiamo fatto un'amabile chiacchierata mi ha rassicurato che non sono depresso, ha detto che potrebbe anche starci un disturbo psicosomatico/somatoforme, secondo lui ci potrebbe anche essere qualcosa di organico uno stiramento e/o qualcosa a livello muscolare e che magari l'attenzione che presto al dolore amplifica il dolore. Mi ha consigliato di fare esami ematici tiroidei FT3, FT4, TSH mi ha prescritto un medicinale LAROXYL 3 goccie prima di andare a dormire x 1 Settimana e poi aumentare a 7 goccie prima di andare a dormire (solo se il dolore passa così, si potrebbe trattare di dolore somatoforme/psicosomatico). Adesso mi ha detto che questa cura sarebbe da fare per almeno tre mesi, e poi mi ha consigliato un ECG e una visita cardiologica di controllo per trattamento con cura a base di farmaci antidepressivi tricilici (il medico di base ha detto che non è strettamente necessaria la visita cardiologica e visto che nella struttura dove pratica il mio dottore c'è un apparecchio per l'ECG, potrebbe seguirmi lui e visto che non è nulla di urgente probabilmente ci vorrebbero 1-2 mesi prima di avere l'appuntamento per la visita, lei concorda con quanto detto dal medico di base per l'ECG e la visita Cardiologica??) Il Medico Psichiatra mi ha detto che ci rivedremo fra un mese....per aggiornarci, Cosa ne pensa in conclusione Dott. Pacini??

A presto....ancora un sentito ringraziamento per la disponibilità

[#14]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
E' uno dei trattamenti infatti utilizzati nei disturbi somatoformi di varia natura, ma anche in quelli dolorosi di altro tipo (emicrania per esempio).
Le dosi sono minime, ma nei disturbi somatoformi possono essere sufficienti.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#15] dopo  
163854

dal 2012
Gent.mo Dr. Pacini Matteo

Sembra che il dolore si sia ridotto, anzi è quasi scomparso vorrei dirle che da circa 15 giorni prendo un integratore alimentare 2 cp al dì a base di acido alfa-lipoico, estratto di papaia, glutatione, vitamina e, Vitamina C, coenzima Q10, luteina, astaxatina, acido folico , zinco, rame, che mi ha prescritto il medico dicendo che serve nei casi di neuropatie di vario genere...forse sta andando via da solo il dolore?? è merito dell' integratore?? o del Laroxyl??
Come le ho detto lo specialista psichiatra mi ha consigliato un ECG e una visita cardiologica di controllo per trattamento con cura a base di farmaci antidepressivi tricilici, il medico di base ha detto che non è strettamente necessaria la visita cardiologica e visto che nella struttura dove pratica il mio dottore c'è un apparecchio per l'ECG, potrebbe seguirmi lui e visto che non è nulla di urgente, in oltre le dosi del farmaco sono basse probabilmente ci vorrebbero 1-2 mesi prima di avere l'appuntamento per la visita, lei concorda con quanto detto dal medico di base per l'ECG e la visita Cardiologica??
In ultimo, ho effettuato gli esami della funzionalità tiroidea:
TSH (metodo MEIA) 3,220 MicroU/ml Limiti di Riferimento (0,270-4,200)
FT3 3,40 pg/ml Limiti di Riferimento (2,00-4,40)
FT4 1,19 pg/ml Limiti di Riferimento (0,93-1,70)

Non ho ancora sentito il medico di famiglia per vedere cosa ne pensa dei valori tiroidei.....


ancora un sentito ringraziamento, per la gentilezza e la disponibilità

[#16]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Qualcuno l'ha riconosciuta affetta da qualche neuropatia ?

Per il resto un medico generico può eseguire una visita cardiologica generica, se non ci sono particolari accertamenti fa fare. Sull'ECG va misurato il tratto QTc.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it