Una emicrania senz'aura ad elevata frequenza

salve, da quando avevo 5 anni soffro di emicrania. oggi ne ho 37 e, col passare degli anni, i miei attacchi sono aumentati sia di intensità che di frequenza. Sono andata in un centro delle cefalee di zona e mi è stata diagnosticata una emicrania senz'aura ad elevata frequenza di crisi. Mi è stato dato il limbitryl 12.5/5, 1 per una settimana e poi 2 la sera. Dopo circa un mese gli effetti collaterali mi rendevano difficile svolgere le normali attività: stanchezza, torpore, secchezza fauci, sbalzi di umore, sogni vividi. Il medico che mi segue mi ha diminuito la dose a 1 cp la sera ma,dopo 15 giorni, la stanchezza, la secchezza delle fauci e il risveglio faticoso sono ancora insopportabili. Posso smettere di colpo l'assunzione del Limbitryl visto il basso dosaggio?
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,3k 2k 23
Gentile Utente,

mi dovrebbe dire da quanto tempo assume il Limbitryl.
A parte gli effetti collaterali, ha notato un certo beneficio sugli attacchi emicranici?

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
ho iniziato con una cp il 14 maggio c.a., 2 cp dal 21 maggio al 10 giugno, poi ancora 1 cp la sera dal 11 giugno a oggi. Non ho riscontrato nessun miglioramento. La frequenza e l'intensità sono rimaste invariate.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,3k 2k 23
Gentile Utente,

l'amitriptilina (la molecola principale del Limbitryl) non è un farmaco di prima scelta per l'emicrania senz'aura. I farmaci più efficaci sono, per es., la flunarizina, il vecchio pizotifene, il topiramato e tanti altri. L'amitriptilina, invece, è il farmaco principe per la cefalea di tipo tensivo.
Le consiglio di parlarne col Suo neurologo aggiornandolo anche degli effetti collaterali del Limbitryl e della volonta di volerlo sospendere.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
la ringrazio della risposta. Purtroppo non è molto semplice riuscire a contattare il mio neurologo. Quando gli ho parlato degli effetti collaterali mi ha diminuito la dose e alcuni effetti, tipo i sogni vivici, sono scomparsi ma la stanchezza, il torpore e l'irritabilità sono rimasti. Ho tre figli di cui una di un anno. Se si sveglia di notte faccio una fatica abnorme ad accudirla. Questo è il motivo per cui volevo smettere da questa sera. Ho paura,però, dell'effetto rimbalzo dell'antidepressivo.
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,3k 2k 23
Gentile Utente,

potrebbe sospendere il farmaco assumendolo per qualche giorno a sere alterne oppure parlarne al Suo medico curante per vedere se è favorevole a prescrivere l'amitriptilina a gocce per ridurla gradualmente (anche se il dosaggio che lei assume è basso).

Cordialità
[#6]
dopo
Utente
Utente
Granzie ancora per il suo consulto. Il mio medico curante non era favorevole a questo tipo di cura. E' dell'idea che l'emicrania bisogna saperla "gestire". Penso di accogliere il suo consiglio e assumere il farmaco a giorni alterni per 10gg. E' sufficiente?
Grazie ancora
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,3k 2k 23
Direi di sì. Comunque non capisco cosa intende il Suo medico dicendo "l'emicrania bisogna saperla gestire".
Spero che non voglia dire che l'emicrania bisogna tenersela e basta (purtroppo sono tanti che la pensano così).
Per l'emicrania bisogna fare due cose 1)quando è poco frequente occorre bloccare la crisi sul nascere con farmaci appropriati. 2)quando gli attacchi sono frequenti bisogna intraprendere anche una terapia di prevenzione della durata di alcuni mesi, eventualmente ripetibile ciclicamente.
Va da se che nei casi in cui si riconosce una causa scatenante (molto raramente) bisognerebbe rimuoverla se possibile.
Mi tenga aggiornato, se Le farà piacere.

Cordiali saluti
[#8]
dopo
Utente
Utente
E' proprio dell'idea che l'emicrania chi ce l'ha se la tiene. Mi ha proposto di fare un po' di yoga o cercare di capire le cause scatenanti. Ha aggiunto che se l'emicrania è cominciata all'età di 5 anni, è probabile che qualcuno a me caro ne soffrisse e per empatia ho assunto lo stesso fastidio, oppure che con l'inizio della scuola ho risposto allo stress con l'emicrania. Non so, è probabile (mio padre soffriva di emicrania) ma i miei attacchi coincidono col ciclo mestruale e con l'ovulazione ed è difficile credere ad una coincidenza.
La ringrazio molto per la sua cortesia. La terrò aggiornata con piacere.
Cordiali saluti
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,3k 2k 23
Gentile Signora,

"l'emicrania chi ce l'ha se la tiene" è l'idea più sbagliata che possa esistere (solo le forme croniche sono difficili da trattare). Esistono delle rare forme farmaco-resistenti ma la stragrande maggioranza può essere gestita farmacologicamente e positivamente per il paziente. Molto frequente poi la forma scatenata dal ciclo mestruale, in questi casi si potrebbe pure provare la mini profilassi (circa 10 giorni).
Comunque non si arrenda all'emicrania!

Cordialmente
[#10]
dopo
Utente
Utente
tenterò ma non so più a chi rivolgermi. Il neurologo mi ha dato degli antidepressivi mentre il mio medico curante lo yoga. Capisce che mi sento molto confusa.
Grazie per la sua cordialità.
[#11]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,3k 2k 23
Gentile Signora,

si rivolga ad un altro centro cefalee o cambi il neurologo.
Mi scusi la crudezza di ciò che ho scritto.

Le auguro una buona domenica
[#12]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,
dopo diversi giorni, finalmente oggi il mio neurologo mi ha contattato via email (avevo perso la speranza) e mi ha cambiato la terapia con il topamax.
Mi ha anche elencato a quali effetti collaterali devo stare attenta:Avvertenze durante il trattamento con topiramato: ‐ E’ necessario bere molta acqua, soprattutto in situazioni di clima molto caldo; sono stati descritti fenomeni di riduzione della sudorazione con possibile insorgenza di febbre. ‐ Se si verificasse persistente formicolio (possibile effetto collaterale del topiramato) si può somministrare Polase 1+1 bustina al dì, fino alla scomparsa del disturbo. ‐ Non bere succo di pompelmo o di arance amare o bevande a base di coca‐cola, interferiscono con il farmaco e variano la sua concentrazione nel sangue. ‐ In caso di disturbo visivo, tipo perdita della visione / annebbiamento protratto o altro, sospendere il farmaco ed effettuare visita oculistica con controllo del tono oculare (sono stati descritti rari casi di glaucoma).
Cioè mi passa l'emicrania ma divento cieca?
Visto come reagisco ai farmaci.....non me la sento proprio.
[#13]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,3k 2k 23
Gentile Signora,

io ho diversi pazienti in terapia preventiva per l'emicrania con topamax e sinceramente finora non ho visto questi effetti collaterali. Quali dosaggi Le ha prescritto?
[#14]
dopo
Utente
Utente
Topiramato 25 mg 1 cp la sera per una settimana, poi 25 mg al mattino e 25 mg la sera per una settimana, poi 25 mg al mattino e 50 mg la sera per una settimana, poi 50 mg al mattino e 50 mg la sera.
[#15]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,3k 2k 23
Gentile Signora,

certamente non posso sapere la reazione individuale al farmaco ma in linea di massima posso dirLe di cominciare la terapia prescritta dallo specialista.
[#16]
dopo
Utente
Utente
la ringrazio per la tempestività della sua risposta. Le farò sapere.
[#17]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,3k 2k 23
Ok, Le auguro di trovare finalmente la molecola giusta per Lei.

Cordialità

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa