Utente 221XXX
Buona sera,

Sono d'America e mi sono trasferita in Italia 2 anni fa quando mi sono sposata con un uomo italiano. Da 2 anni, ho "visite" al mio psichiatra in America via telefono e ogni tanto quando torno per le ferie. Comunque, ho le diagnosi seguenti: attachi di panico (ma non c'e' l'ho attachi quasi mai piu'); ansia generale e la depressione.

In America prendevo Klonopin (.5mg 2 volte al giorno), Wellbutrin XR (300 mg. una volta al giorno) e Effexor XR (187.5mg una volta al giorno). Insomma, il Wellbutrin mi ha aiutato di piu' rispetto agli altri medicinali, ma la depressione e l'ansia c'e' sempre, anche se e' di meno.

Sono andata al psichiatra qua per la prima volta oggi e lui mi ha esaminato, era d'accordo con le mie diagnosi e ha cambiato le mie medicine cosi: Invece di Klonopin, devo prendere Frontal (5 gocce 3 volte al giorno); ha diminuito Effexor XR a 150mg una volta al giorno quando mi sveglio; e siccome mi ha detto che in Italia non c'e' Wellbutrin SR e non c'e' Wellbutrin XL (purtroppo!), devo prendere 300mg. di Wellbutrin (quello normale, non SR o XL) all'ora di pranzo.

Io sono un po' preoccupata con questo cambiamento perche:
1) Frontal e' piu' pericoloso perche agisce velocemente e puoi diventare "addicted"
2) Ho sentito che Frontal puo' causare ingrassarsi
3) Ho paura di prendere Wellbutrin normale perche so che agisce piu' forte di SR e XL e puo' avere piu' effeti indeserati come convulsioni, tremi, molto agitazione, ecc.
4) Ho letto dapperttutto che non si deve prendere piu' di 150mg. di Wellbutrin ad una volta e lui vuole che prendo 300mg. a pranzo, tutto in una volta. Ho paura di cconvulsioni, ecc.

La prego di darmi la Sua opinione su questo cambiamento di medicina. Sembra normale? Sembra pericoloso? E' vero che non c'e' Wellbutrin SR o XL in Italia? Pensa che mio corpo puo' adattarsi al Wellbutrin normale?

La ringrazio gentilmente per la Sua risposta.

[#1]  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
quanto è noto a me, in Italia deve essere disponibile una formulazione di Bupropione a rilascio prolungato sotto il nome commerciale "Zyban". Si tratta però di una formulazione che ha come le indicazioni, la terapia adiuvante all'astinenza da nicotina, non è mutuabile, ed è abbastanza costoso. Può comunque parlarne con il Suo attuale psichiatra.

Il Wellbutrin 300 mg si può assumere anche in una dose monogiornaliera. Rispetto alla modifica della formulazione e delle modalità di assunzione: se Lei assumeva il farmaco già da tempo (a rilascio prolungato o meno), le sue concentrazioni nell'organismo e nel sangue si sono già da tempo stabilizzate ad un certo livello che non è un livello zero. Assumendo adesso il Wellbutrin, fa apporto a questi livelli e non ad un livello zero, dunque l'organismo risentirà della modifica in modo minore rispetto al caso nel quale iniziasse la terapia da capo. In ogni modo, se ha dubbi sulla prescrizione dello psichiatra, deve contattarlo. Via internet ovviamente non possiamo confermare una prescrizione.

Rispetto a Frontal (nome chimico: alprazolam), i rischi di sviluppare la dipendenza non mi sembrano rilevanti al Suo caso: se da più tempo Lei assume il Klonopin (nome chimico: Clonazepam), ha già "sviluppato la dipendenza" da questo ultimo, che può essere crociata con il Frontal. Tutti e due appartengono ad una classe di farmaci con meccanismo d'azione e con caratteroistiche abbastanza simili. Semmai è importante trovare una dose equivalente, in modo che non sentisse la "carenza" di Klonopin. Lei scrive che ne assumeva 5 mg x 2 al giorno..E' sicura che erano 5 mg e non 5 gocce ?

Rispetto alla situazione nella Sua complessità, direi che condivido pienamente la Sua decisione di rivolgersi ad uno psichiatra in Italia, perché essere seguiti telefonocamente secondo me non è un modo adatto. Tuttavia, la diagnosi per me rimane vaga: attachi di panico, ansia generale e depressione possono essere anche una descrizione dei sintomi e non una diagnosi più concisa (che possa porre magari l'accento sul disturbo principale da curare).

La terapia farmacologica, se con essa non è riuscita ad ottenere i risultati ottimali, era da rivedere, e se l'attuale psichiatra l'ha modificata, ciò era da aspettarsi. Tuttavia, la riuscita della terapia dipende sempre dall'esattezza della diagnosi.
Dr. Alex Aleksey Gukov


[#2] dopo  
Utente 221XXX

Grazie della risposta.

1) Per quanto riguarda i 300mg. da prendere tutto insieme, tutto quello che ho letto anche nel foglio della medicina in America dice:
"DOSING: Bupropion usually is given in one, two or three daily doses. For immediate-release tablets, no single dose should exceed 150 mg and each dose should be separated by 6 hours".

Sono preoccupata perche in America, e' sempre scritta che il dosaggio di 300mg deve essere dato in 2 dosaggi di 150mg separati da 6 ore.

Si dice che con un monodossagio piu' di 150mg e' piu' facile avere convulsioni e altri effeti indesiderati come molto agitazione, panico, ecc.

Che ne pensa?

2) Come posso trovare quanto gocce di Frontal e' uguale a 10 gocce di clonazepam (2 volte al giorno)?

3) Non capisco bene la Sua risposta: "Tuttavia, la diagnosi per me rimane vaga: attachi di panico, ansia generale e depressione possono essere anche una descrizione dei sintomi e non una diagnosi più concisa (che possa porre magari l'accento sul disturbo principale da curare)."

Per essere piu' esatta la diagnosi di tutte le 2 dottori e: il Distrurbo da Attacchi di Panico (in remissione); il Disturbo d’Ansia Generalizzato (GAD) e Disordine Distimico.

Questi sono i disturbi che stanno provando a curare.

4) Non e' che il mio trattamento in America andava male - sono migliorata tanto ma non sono stata "ottima" come dice Lei. Comunque pensavo che i farmaci non fanno miracoli e che stavo abbastanza bene anche se non "ottima". Che pensa? Questo psichiatra ha fatto bene cambiare alcuni farmaci?

5) Sentiro' la differenza tra Wellbutrin XL e Wellbutrin normale? Cosa puo' prevedere come dottore che ora non prendero' Wellbutrin a rilascio prolungato. C'e' una grande differenza riguardo al come mi sentiro'?


[#3]  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
1) in Italia è diffusa la prescrizione in dose unica giornaliera; le differenze fra paesi diversi in realtà sono dovute ai produttori diversi: ciascuna ditta fornisce un foglio illustrativo con indicazioni diverse. Penso comunque che Lei ha ragione: assumere 300 mg diviso in più somministrazioni, almeno all'inizio, può essere più prudente, e contribuerebbe anche alle concentrazioni più stabili del farmaco nell'organismo. Consulta però la Sua psichiatra.

2) non deve essere Lei a cercare l'equivalenza fra le dosi di Clonazepam (uno dei nomi commerciali: "Klonapin") e di Alprazolam (il "Frontal" è uno dei nomi commerciali), ma la Sua attuale psichiatra. Bisogna che verifichi quanto esattamente assumeva di Klonapin e lo dica a lei.

3) "Distrurbo da Attacchi di Panico (in remissione); il Disturbo d’Ansia Generalizzato (GAD) e Disordine Distimico" è già "meglio" (vedo che sono stati usati i termini giusti). Però mi spiego. Effettivamente, secondo il metodo diagnostico dell'Associazione degli Psichiatri Americani (riconosciuto anche in Europa) possono coesistere più diagnosi. Ciò permette una maggiore completezza, ma anche di non sbilanciarsi a favore di una diagnosi piuttosto che un'altra e formulare tutte e due (o tre, o anche di più) diagnosi. Quando però pensiamo di valutare l'efficacia delle cure e la prognoosi, questo può essere un problema.

Ad esempio, sia l'ansia generalizzata, sia gli attacchi di panico, possono essere delle manifestazioni del disturbo di umore ("Disordine Distimico"), che in tal caso sarebbe il disturbo principale da curare, e la terapia farmacologica sarebbe il metodo principale, in particolare il Bupropione, che è indicato nei disturbi depressivi.

Viceversa, il disturbo di umore può essere secondario ai disturbi d'ansia, e in tal caso è utile l'associazione fra la psicoterapia e la terapia farmacologica, la quale ultima dovrebbe essere scelta in modo diverso. Ad esempio, il Bupropione effettivamente può essere attivante, sopratutto all'inizio di trattamento, può aumentare l'ansia, e può essere mal tollerato dalle persone che soffrono dai disturbi d'ansia. Più indicato può essere, ad esemio, l'Efexor (nome chimico: venlafaxina). In generale, le cure farmacologiche sono meno risolutive nei disturbi d'ansia (rispetto ai disturbi di umore), mentre può essere importante associare la psicoterapia.

Lei assume tutti e due farmaci, ma questo non è necessariamente un vantaggio. I due farmaci possono interagire fra di loro, ad esempio, il Bupropione può aumentare i livelli ematici della Venlafaxina, e non si può escludere l'ansia come un conseguente effetto collaterale.

4) sono d'accordo che i farmaci non fanno i miracoli. Non intendevo "ottimo", ma "ottimale" (soddisfacente). Non voglio disprezzare i miglioramenti che ha fatto. Penso però che vivere con l'ansia e la depressione che "c'e' sempre, anche se e' di meno", come Lei scrive all'inizio, non è normale. Se Lei lo considerasse davvero normale per Lei, non ne avrebbe scritto. Penso che la Sua nuova psichiatra abbia fatto bene di fare le Sue modifiche. In particolare, riguardo al Klonapin, è possibile che col tempo si sia instaurata la tolleranza ai sui effetti ansiolitici, e poteva avere senso di sostituirlo.

5) Penso che, a differenza di quello che Lei aspetta, l'effetto del Bupropion (nome commerciale Wellbutrin) semplice può essere minore (e meno attivante) rispetto alla formulazione a rilascio prolungato, perché si tratta dello stesso principio attivo, ma che ha una durata di permanenza nell'organismo più breve, dunque con minori potenzialità di accumolo, e si assisterebbe allo stabilizzarsi delle concentrazioni del farmaco nell'organismo sui livelli più bassi di prima. Questo non elimina la necessità, ogni volta che si cambiano le cure, di un monitoraggio attento da parte dello specialista che le prescrive.
Dr. Alex Aleksey Gukov


[#4] dopo  
Utente 221XXX

La ringazio moltissimo per il Suo tempo e per tutta l'informazione. Mi ha aiutato molto! Ancora, mille grazie.

NB - Da due giorni prendo 300mg Well e' come Lei ha detto, sto bene!

Grazie!

[#5] dopo  
Utente 221XXX

Un'ultima domanda e mi scusi del disturbo.

Non prendo piu' Rivotril (1mg la mattina e .5mg o 1mg la sera e che il dottore negli USA mi ha prescritto) perche il dottore in Italia mi ha detto che Rivotril non va bene per l'ansia ma e' meglio per i convulsioni e solo rilassa i muscoli. Ha detto che non e' un buono ansiolitico. Per questo ho cominciato ieri come lui ha prescitto a prendere, come ho detto sopra, .125mg Frontal 3 volte al giorno. Da ieri, non mi sento bene e non penso che c'entra Wellbutrin. Ho un po' di vertigine, mi sento fuori del corpo, ma allo stesso tempo sono ansiosa.

Negli USA, siamo molto contro dell'uso di alprazolam perche' e' forte e c'e' un maggiore rischo di dipendenza perche' agisce presto e non sta nel corpo per tanto come altri benzos (i.e., Rivotril).

Io devo tornare al medico lunedi', ma intanto, Lei mi consiglia di smettere il Frontal e prendere il Rivotril come prima, e poi chiedere il dottore cosa fare o pensa che dovrei continuare con questo Frontal anche se mi sento molto strana?

In piu' - se bevo un bicchiere di vino, posso essere in pericolo siccome prendo Frontal per ora? Non sono alcolizzata ma spesso prendo un bicchiere di vino col mio marito a cena. Non bevo superalcolici, solo un bicchiere di vino. Cosa mi puo' consigliare? Ho gia' letto tutto riguardo alcol e alprazolam, ma vorrei un opinione diretto da un medico se col mio dossaggio, ecc. mi puo' fare male.

Grazie mille di nuovo.

Grazie di nuovo.

[#6] dopo  
Utente 221XXX

Ho dimenticato - forse questo e' un elemento importante legato alla domanda sopra -

Penso che questo Frontal mi sta anche facendo piu' giu' che sono stata prima (quando prendevo Rivotril). Negli ultimi 2 giorni che prendo Frontal mi sento triste, triste, come se il Wellbutrin non funziona piu' e voglio piangere tutto il giorno (i.e., mi sento come mi sentivo prima del Wellbutrin - nel passato ho visto il mio umore migliorare tanto col Wellbutrin).

Grazie.

[#7]  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
Lei scrive:

<<.. Io devo tornare al medico lunedi', ma intanto, Lei mi consiglia di smettere il Frontal e prendere il Rivotril come prima, e poi chiedere il dottore cosa fare o pensa che dovrei continuare con questo Frontal anche se mi sento molto strana? ..>>

Non posso risponderLe perché su questo sito non facciamo la prescrizione dei farmaci, né il monitoraggio della terapia. Il nostro servizio in internet dà solo informazioni orientative che non debbano essere intese come suggerimenti diretti di prendere o no un farmaco, di cambiare o no la dose et cettera.. Mi dispiace se Lei pensava diversamente. Secondo me, sono le domande alle quali è scorretto cercare le risposte su internet.

Se la Sua situazione non può aspettare fino alla prossima visita dalla Sua psichiatra, prova a contattarLa, e se ciò non è possibile, può rivolgersi allo specialista di guardia se lo specialista è del servizio pubblico o, altrimenti, allo specialista del pronto soccorso o medico di base o alla guardia medica. In ogni modo, senza la conoscenza diretta di Lei (anche tramiteuna visita specialistica breve) non si può fare niente.

La situazione è da valutare da parte del medico che La visiterà (meglio se la Sua psichiatra), anche perché può essere ma non è detto che il problema sia riconducibile a Frontal.

Può trattarsi del problema di dosaggio e non del farmaco in sé. Le dosi di Frontal a Lei prescritte sono abbastanza basse, ed è possibile che non esercitino un effetto ansiolitico sufficiente. Le dosi di Clonapin che Lei asssumeva erano invece abbastanza alte. Dunque è possibile anche l'effetto della "mancanza di Clonazepam (Clonapin)". Un altro aspetto è legato a possibile effetto più debole dell'antidepressivo: come Le scrivevo prima (al punto 5), l'effetto di Wellbutrin semplice può essere minore rispetto a quello a Rilascio prolungato, perché nella formulazione semplice il farmaco permane meno tempo nell'organismo, dunque si accumula di meno e, in teoria, le sue concentrazioni nell'organismmo scendono.

Lei chiede anche:

<<..In piu' - se bevo un bicchiere di vino, posso essere in pericolo siccome prendo Frontal per ora? Non sono alcolizzata ma spesso prendo un bicchiere di vino col mio marito a cena. Non bevo superalcolici, solo un bicchiere di vino. Cosa mi puo' consigliare? Ho gia' letto tutto riguardo alcol e alprazolam, ma vorrei un opinione diretto da un medico se col mio dossaggio, ecc. mi puo' fare male..>>

Mi asterrei in ogni modo dall'alcool (che sia il vino o che siano le altre forme più leggere) in questo periodo della transizione alla nuova terapia, e poi ne chiederei le indicazioni alla Sua psichiatra.
Dr. Alex Aleksey Gukov


[#8]  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
ho visto che Lei ha postato il Suo quesito come una nuova domanda, e lascio che lì Le risponda anche qualcun altro delgi specialisti del sito. La mia risposta aggiungo qui.

Ci sono ovviamente anche gli altri ansiolitici oltre a Clonazepam (Klonapin) e ad Alprazolam (Frontal) che potrebbero essere adatte alla Sua situazione. Non è il caso che io li stia ad elencare. La Sua psichiatra sicuramente li conosce. Comunque anche il Clonazepam (Clonapin) stesso può essere efficace come ansiolitico.

Condivido l'opinione che le benzodiazepine con effetto più immediato ma più breve (come Alprazolam; di cui uno dei nomi commerciali è Frontal) possono avere maggior potenziale di sviluppare la dipendenza da farmaco. Tuttavia, tutte le benzodiazepine hanno questo potenziale. Il rischio di sviluppare la dipendenza dipende anche dalla durata di assunzione e dalle dosi assunte. Visto che Lei ha assunto il Klonapin a dosi alte e per un lungo periodo, posso ipotizzare che il Suo organismo ha già sviluppato la dipendenza da Clonazepam. Bisogna confrontarsi con la Sua psichiatra rispetto a questa ipotesi. In tale caso, qualunque possa essere un farmaco ansiolitico alternativo, non è opportuno ridurre bruscamente o sospendere del tutto un farmaco dal quale si è sviluppata la dipendenza. Se è necessario cambiare il farmaco, lo si potrebbe fare più gradualmente.

Il problema del capirsi fra di voi può essere legata agli approcci differenti nei paesi diversi. Se fossi al posto della Sua nuova psichiatra, sarei rimasto impressionato delle dosi così alte di Clonazepam che nei disturbi di umore e d'ansia in Italia si usa a dosaggi molto minori. Sarei rimasto impressionato e avrei pensato ad un uso non appropriato del farmaco. Magari un approfondimento sui modelli diversi di pratica medica, "paese-dipendenti" chiarirà l'equivoco (sia per la Sua psichiatra che per Lei). Nel rapporto con lo psichiatra il capirsi e l'alleanza sono importanti.
Dr. Alex Aleksey Gukov


[#9] dopo  
Utente 221XXX

Le ringrazio tanto per il Suo tempo e per le Sue risposte.