x

x

Fallimento entact

Gentili Dottori,
assumo Entact 10 gc da 28 giorni e non ho ottenuto alcun risultato.
Siccome di tempo ne è passato e di questo farmaco non ho avuto giovamenti ma solo danni,volevo chiederVi se bisogna prendere in considerazione l'idea di cercare altre strade.

Giunto alla consapevolezza che la mia ansia ha un motivo chiaro,una paura grande,mi chiedo se l'antidepressivo sia la scelta migliore per placare una paura,o se in questi casi è meglio assumere benzodiazepine (che tra l'altro mi hanno aiutato molto di piu di questo farmaco)

Una persona che deve convivere con un grave male,mi perdonerete l'esempio,e mostra una forte ansia a riguardo,viene curato con SSRI o benzodiazepine?

Inizio ad avere l'idea che gli SSRI si rifacciano piu ad un'ansia aspecifica che ad un'ansia di coscienza,dove si conosce la causa della proprio ansietà.

Mi piacerebbe avere una risposta a riguardo,grazie.

[#1]
Dr. Vassilis Martiadis Psichiatra, Psicoterapeuta 7,1k 159 114
Gentile utente,
quale sarebbe la causa della sua ansia? Per inciso, 28 giorni non sono un tempo sufficiente a valutare l'efficacia di un antidepressivo.
Cordiali saluti

Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#2]
dopo
Attivo dal 2011 al 2012
Ex utente
Gentile Dottore,
è difficile poterle scrivere la causa della mia ansia in poche righe.
Comunque si rifà ad un triste evento della mia vita.
L'ansia sarebbe un problema piu fisico che psichico se non fosse per il fatto che derivi da tale evento,perché ciò sta a significare per me che si tratta di un'ansia grave.
E' poi presente anche "Un tratto di DOC" come ha detto il mio ex terapeuta che peggiora la situazione ma non ne è la causa e quindi a suo dire il DOC non va curato.

Spero sia riuscito a capire perché mi sono paragonato alla persona che ha l'ansia per un grave male,e Le rinnovo la domanda:come curerebbe una persona che ha un grave male,che dovrà conviverci per tanto tempo,e che manifesta ansia riguardo a ciò?

La speranza piu grande per me è la psicoterapia,la prima ha fallito e sto avendo risvolti psicologici negativi da questo fallimento,sopratutto perché mi sono sentito preso in giro dal mio psichiatra-psicoterapeuta.

Sono fermo da un paio di mesi ma conto di ricominciare al piu presto.

Distinti Saluti
[#3]
Dr. Vassilis Martiadis Psichiatra, Psicoterapeuta 7,1k 159 114
Gentile utente,
la questione non è come curare chi ha ansia per un grave male. La questione è curare lei. E' lei che paragona la sua situazione ad un'altra e chiede la cura per quest'ultima. Ma non è detto che la sua interpretazione sia corretta. Proprio per questo è necessaria la visita diretta di uno specialista che possa decidere per il meglio. Resta fermo che 28 giorni di terapia non sono sufficienti a valutare gli effetti di un ssri.
Cordiali saluti
[#4]
dopo
Attivo dal 2011 al 2012
Ex utente
La visita dallo specialista l'ho fatta e non mi sembra che abbia deciso il meglio....
Io so quello che dico.
In realtà non sono 28 giorni,bensì 49 se si contano i 21 giorni in cui ho assunto il farmaco a dosi minime

Sono partito da una goccia e ogni due giorni ne aumentavo una. In 10 giorni sono arrivato a 5 gocce. Dopodiché altri 5 giorni di assunzione a 5 gocce,poi 7 gocce per un giorno,10 gocce per due giorni,marcia indietro a 8 per 3 giorni causa effetti collaterali e ritorno a 10.

Se ritenete opportuno considerare anche questi giorni,la cura credo sia fallita.
Mi fa piacere se mi risponderete. Grazie di cuore per la disponibilità Dottor Martiadis
[#5]
dopo
Attivo dal 2011 al 2012
Ex utente
Gentile Dottore,
mi perdonerà se scrivo un altro post.

Ieri ho avuto una crisi d'ansia dopo sette mesi dall'ultima. Inutile descrivere il mio stato d'animo.
Ma mi chiedo,queste grandissimo farmaco le crisi - insieme all'ansia generalizzata-non doveva farmele sparire?
In piu è stata una crisi con sintomi diversi dalle alte....

Sopratutto,volevo porvi questa domanda. Avevo preso dell'alprazolam,ma cinque minuti dopo ho avuto un forte getto di vomito -vomitando anche il pranzo di 10 ore prima- mi chiedo:è possibile che il farmaco non abbia fatto effetto a causa di questo inconveniente?

Grazie per la risposta
[#6]
Dr. Vassilis Martiadis Psichiatra, Psicoterapeuta 7,1k 159 114
Gentile utente,
se ritiene che la terapia non stia dando i risultati sperati, dovrebbe chiarie questo aspetto con lo specialista di fiducia, ed eventualmente optare per altre strategie faracologiche. Se vomita dopo 5 minuti dall'assunzione orale di un farmaco, è molto probabile che la quantità assorbita non sia tutta quella assunta.
Cordiali saluti

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio