Fame compulsiva

Salve, questo è ilmio dilemma, dovrei perdere peso soprattutto perchè la risonanza ha riscontrato 13 ernie discali sparse lungo tutta la colonna.
Il mio problema è che riesco a seguire la dieta fino a che non mi assale una crisi di fame dove mangio di tutto, da solidi a liquidi, da dolci a salati, anche per 2/3 ore ininterrottamente. Questo, valutandolo con la psicologa, mi succede in momenti di noia quando sono quasi sempre davanti alla tv...in quei momenti vorrei controllarmi ma è come se entrassi in trans e non riesco a smettere neppure pensando che rovino il lavoro fatto perdendo del peso.
Ho provato di tutto, rimedi alle erbe, tengo un diario, evito i momenti di noia (ma non posso stare eternamente attiva) ma niente mi è servito (ho preso 10 kg in 1 anno) adesso mi arrendo all'unica soluzione che mai avrei voluto prendere, gli psicofarmaci perchè so che già da se fanno ingrassare. Dovrei far cessare questa fame con gli psicofarmaci che me la fanno venire ancor di più. Questa cosa non capisco, per ingrassare ce la faccio anche da sola...perchè allora gli psicofarmaci? Qualcuno può spiegarmelo?
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41k 1k 63
[#2]
Dr. Vassilis Martiadis Psichiatra, Psicoterapeuta 7.3k 161 83
Gentile utente,
Se il suo problema rientra nella sfera dei disturbi del comportamento alimentare, il miglior trattamento è la combinazione di psicoterapia e farmacoterapia. Le consiglierei di rivolgersi ad uno specialista che abbia particolare esperienza nel trattamento di questo tipo di disturbi. I farmaci usati hanno la funzione di limitare la frequenza degli episodi di alimentazione incontrollata. Lo specialista saprà essere più preciso in base alla sua condizione clinica.
Cordiali saluti

Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
Dottor. Ruggiero, al momento nessuno mi ha prescritto psicofarmaci (non ho ancora contattato alcuno psichiatra), ho sempre lasciato fare per paura degli effetti indesiderati di questa tipologia di farmaci, sono un tipo che ha voglia di fare e vedermi ridotta ad una sorta di vegetale mi fa paura (conosco chi fa uso di psicofarmaci, leggo i forum), la psicologa cmq mi ha diagnosticato fame compulsiva, quando io invece credevo fosse bulimia (spiegandomi la differenza) e dato che la psicoterapia a poco serve, dovrei chiedere il supporto di vostro collega a palermo. Vorrei sapere se anche a Palermo c'è un centro per i disturbi alimentari.
[#4]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41k 1k 63
Ritengo che non vi sia evidenza di un disturbo alimentare nè indicazione all'uso di farmaci psichiatrici o meno per ridurre la compulsione a mangiare.

E' probabile che la sua dieta non sia perfettamente equilibrata e ciò la spinge a comportamenti anomali per l'assunzione di cibo.

Sarebbe da rivedere il suo profilo dietetico ma anche il suo metabolismo glucidico nonchè una valutazione appropriata dal punto di vista endocrinologico.
DCA: Disturbi del Comportamento Alimentare

I disturbi alimentari (DCA), come anoressia, bulimia e binge eating, sono patologie legate a un comportamento disfunzionale verso il cibo. Sintomi, cause, cura.

Leggi tutto