Farmaci e recettori

Gentilissimi dottori, mi è capitato di assumere ( capitato non casualmente ovvio, ma su prescrizione medica) 20 gocce di Alprazolam, e non averne non sono tratto nessun beneficio, ma una camomilla o nulla sarebbe stata la stessa cosa, per cui tachicardia, tensione nervosa non hanno avuto nessun beneficio. Una stessa situazione ti tensione con cardiopalmo tensione e agitazione ( nel corso di una conferenza di lavoro) sono riuscito a risolverla con 20 gocce ( stessa dose della volta precedente) di Tranquirit ( diazepam) e sono stato molto meglio,tachicardia e tensione spariti. Non riesco a spiegarmi il perchè lo Xanax non l'abbia minimamente percepito mentre il Tranquirit mi ha dato molto giovamento, mentre il mio medico insiste non prescrivermi in caso di necessità le 20 gocce di Xanax. Vorrei dei chiarimenti, dovrebbero essere uguali questi farmaci essendo entrambi benzodiazepine.
Cordiali saluti
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.7k 1k 63
I farmaci agiscono in modo differente sia perchè sono differenti sia perché ogni paziente risponde in modo differente agli stessi.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
Attivo dal 2012 al 2014
Ex utente
ma quali sono le differenze oggettive ( visto che entrambi i farmaci hanno la stessa molecola) che possono giustificare, al di la della risposta individuale, effetti cosi diversi ed efficacia?
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.7k 1k 63
Con le benzodiazepine non si può parlare realmente di efficacia in quanto il farmaco va utilizzato per un tempo breve per la gestione della sintomatologia ansiosa che però va trattata in modo efficace con i farmaci previsti.

I due farmaci in questione non hanno la stessa molecola ma appartengono alla stessa classe.

La differenza tra tutte le benzodiazepine riguarda il profilo di concentrazione che viene considerato come emivita per consentire che vi sia più o meno farmaco a seconda del farmaco utilizzato, dopo un certo periodo di tempo, secondo l'azione che si vuole sfruttare e lo scopo terapeutico da raggiungere.

A queste si aggiunge la risposta individuale che varia anche per costituzione fisica, nonchè la risposta al farmaco che può essere immediata o meno.

Ad essi si aggiunge anche l'eventuale assuefazione ad una delle molecole in quanto utilizzate per tempi molti lunghi, per esempio.

Per tale motivo solitamente la scelta di un farmaco resta sempre personalizzata e non generica.
Allergia ai farmaci

Allergia ai farmaci: quali sono le reazioni avverse in seguito alla somministrazione di un farmaco? Tipologie di medicinali a rischio, prevenzione e diagnosi.

Leggi tutto