x

x

Ansia e palpitazioni. serve un betabloccante?

Buongiorno,

sono un ragazzo di 18 anni e in occasione dell'inizio del nuovo anno scolastico mi sento perennemente ansioso e pieno di paure... ma non è una "malattia" temporanea, è da sempre che mi succede cosi'... quando sto in compagnia spesso è come se avessi "paura" di sbagliare: mi sento rigido, alcune volte tremolante, e mi ci vuole molto tempo per "sbloccarmi".

La cardiologa mi aveva diagnosticato prolasso mitralico, tachicardia sinusale e palpitazioni, che piu' o meno (tachicardia sinusale e palpitazioni) sono i sintomi che ho quando sono "attaccato" da queste ansie.. ovvero: battito accelerato e alcune volte "liberamente ascoltabile".

Mi è stato dunque prescritto il farmaco CONGESCOR con dosaggio 1,25mg.
Con la presente volevo sapere se assumendo il predetto medicinale, potrò riuscire finalmente a superare questi problemi...

Vi ringrazio per l'aiuto e vi auguro una buona serata.
Luca
[#1]
Attivo dal 2020 al 2022
Psichiatra, Medico di medicina generale, Perfezionato in medicine non convenzionali, Sessuologo, Psicoterapeuta
Gentile utente,
il farmaco consigliatole fa parte della categoria dei beta bloccanti .Si tratta di sostanze che,fra le altre cose,hanno la capacità di ridurre la frequenza cardiaca.Il dosaggio che lei assume è il minimo disponibile.Per la componente ansiosa dei suoi disturbi penso che vada presa in considerazione anche l'opportunità di un controllo specialistico Psichiatrico che possa indirizzarla verso una terapia specifica,vuoi farmacologica o psicologica,in base a quanto riterrà opportuno lo specialista dopo la visita.
Cordiali saluti
Piergiorgio Biondani
[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la risposta.

Per il momento proverò ad assumere il betabloccante, spero possa aiutarmi....
Lei può dirmi se il fatto che il dosaggio sia il minimo possibile potrebbe influire sulla validità del medicinale?

Voglio dire, rischio di mandare giu' una compressa totalmente inutile?

Buona serata
[#3]
Dr. Stefano Garbolino Psichiatra, Psicoterapeuta, Sessuologo 2,5k 36 3
Gentile utente,

sarà opportuno monitorare il medicinale rifacendo un controllo cardiologico. In quella sede si capirà l'opportunità di modulare eventualmente il medicinale stesso.

Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio