Utente 322XXX
Salve,
i Dottori mi conoscono probabilmente, sono una donna e una madre di 39 anni. Prendo Citalopram da 2,5 per arrivare a 18 (l'ha deciso il medico di famiglia), prima sono stata da un psichiatra che diceva solo 12 per l'ansia e l'insonnia. Per dormire fino a poco tempo fa prendevo Alprazig 25gg ma il psichiatra ha cambiato pet Tavor oro da 2,5 mezza compressa. Quando il psicologo ha saputo che prendo Tavor tutte le sere mel'ha fatto togliere dicendomi di affidarmi anche al medico di famiglia che al psichiatra per quanto riguarda la terapia specialmente quella per il sonno. Ha motivato la sua risposta per la mia giovane età e per l'effetto pesante di Tavor. Ha motivato la cura con il medico curante per il cemplice fatto che mi conosce da 20 anni. Il medico quindi mi ha prescritto Notten 10 mg. Ma io dormo lo stesso soltanto 4 ore e di giorno questo mi pesa tantissimo. Per favore posso suggerire qualcos'altro al mio medico per dormire meglio e di più che non porti la dipendenza? Aiutatemi. Citalopram mi aiuta presto a togliere l'ansia e dormire sogni tranquilli? Sono anche in depressione da stress scoppiata dalla malattia e lutto di mio padre. Vi prego datemi Dottori una risposta riassicurante e sincera.
Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La motivazione è che il tavor non è fatto per essere preso regolarmente, anche perché così facendo si induce un legame non terapeutico, e si peggiora l'esito della terapia, nel senso che l'ansia peggiora.
Però nel toglierlo, se si è già assuefatti, si deve effettuare una riduzione graduale, la sostituzione con nottem 10 non è equivalente a 2,5 e mezza di tavor.

Perché dovrebbe necessitare di qualcosa per dormire ? L'insonnia è parte del disturbo che sta curando. Se la cura funziona, il sonno ritorna decente.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 322XXX

Grazie mille Dottore,
Quando comincio a dormire di più e sentire meno l'ansia di giorno (per qualsiasi banale cosa, ogni stimolo e pensiero) vuol dire che cura comincia a funzionare?
Perchè ha scritto "se"? Citalopram non è dei migliori? E quando ci vuole per sentire gli effetti? Chiedo scusa per queste domande, ma gestire la situazione famigliare con questo è difficilissimo.

[#3] dopo  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
4% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2013
Gentile Utente,
mi sembra di capire che lo psichiatra le avesse prescritto Tavor oro 2.5 mg 1/2 compressa. Farei riferimento a lui per il problema del sonno, anche perchè forse è l'unico che potrebbe indicarle farmaci che aiutano a normalizzare il sonno che non siano benzodiazepine. Certamente con il prosieguo della cura il sonno tenderà a normalizzarsi, ma al momento non si può prevedere il giorno esatto in cui ciò accadrà, possono volerci diversi giorni, per cui intervenire per migliorare il sonno ora non è una cattiva idea.
Cordialità,
Dr. Roberto Di Rubbo

[#4] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

SE la cura funziona, allora insieme ai sintomi ansiosi e depressivi, anche quelli relativi al sonno si risolvono. Quindi non è teoricamente necessario pensare a qualcosa di separato per trattare il sonno, se non all'inizio del trattamento quando ancora la cura non ha avuto tempo per fare effetto.

Nessun farmaco è dei migliori. "SE" vale per qualsiasi cura.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it