Psicofarmaci

Carissimi dottori, da un anno esatto prendo regolarmente il Tienor10: mezza compressa la mattina, mezza alle 14 ed una alle 22 circa.
Alle 22 prendo anche 1 pastiglia da 40 mg di citolapram.
Il Neurologo che me le ha prescritte si è trasferito all'estero dopo circa sei mesi dall'inizio della cura, nel frattempo ho tolto da solo mezza pastiglia di Tienor alle ore 14 da circa un mesetto, tutto bene fino a ieri che ho avuto un po d'ansia con affanno..
Posso continuare questa cura dato che sto bene con queste medicine, ho devo farmi vedere da uno psichiatra per cambiare, ridurre o altro.
un anno è troppo per questi farmaci?
Non soffro di attacchi da panico e non sono depresso, ma ho problemi di agorafobia a volte.
Grazie
[#1]
Dr. Michele Patat Psichiatra, Psicoterapeuta 640 11
Gentile utente,
una terapia andrebbe sempre seguita da un medico che possa valutarne l'efficacia ed eventuali reazioni avverse, specialmente se l'ultimo contatto con il precedente curante risale diversi mesi fa.
Dei farmaci che ha citato, in particolare, tienor andrebbe assunto per periodi il più brevi possibile e quindi andrebbe rivalutato con uno specialista.
Cordiali saluti,

Dr. Michele Patat
https://www.medicitalia.it/michelepatat

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore per la pronta risposta.
Coma mi consiglia, uno psichiatra o neurologo?
Il dottore delle prescrizioni era un neurologo.
Nel frattempo posso continuare la cura fino a settembre, dato che parto per un lungo viaggio?
Mi potrebbe dire perchè il Tienor va preso per brevi periodi a differenza di altri psicofarmaci tipo xanax ect.. Che vengono dati anche per anni?
Grazie mille dottore.
[#3]
Dr. Michele Patat Psichiatra, Psicoterapeuta 640 11
Per i disturbi che ha indicato lo specialista più idoneo è lo psichiatra.

Non sono in grado di darle un'indicazione rispetto al proseguimento della terapia, in quanto per poterlo fare sarebbe necessario conoscere la situazione direttamente.

Rispetto invece all'ultima domanda, anche xanax (come tutte le benzodiazepine: lexotan, tavor, valium...) andrebbe assunto per brevi periodi.
Diverso è il discorso per i farmaci SSRI (come citalopram) che possono essere assunti anche per molto tempo.

Cordiali saluti,
[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore, il motivo è l'assuefazione col tempo e la sua conseguente non funzionalità in caso non si dovesse aumentare la dose o perchè il farmaco è dannoso a lungo termine.
Grazie
Nel frattempo sono stato dal medico di base a farmi fare la prescrizione per una visita specialistica come da lei consigliato.
Grazie

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto