Utente 241XXX
Gentili dottori,
sono un ragazzo di 31 anni a cui 2 anni fa circa sono stati diagnosticati un disturbo borderline e paranoide. Sto assumendo da circa 20 gg Depakin 150 mg (mezza capsula spezzata), dopo una terapia di 10 giorni a base di Wellbutrin (bupropione), il quale mi aveva fatto sprofondare in uno stato depressivo allucinante (e questo in seguito a 3 settimane di ottimo umore senza aver preso NIENTE). Poi la terapia, appunto, è stata cambiata in monoterapia con Depakin 150 mg per iniziare. Il punto è che io non sono più in me: ho continui e forti pensieri suicidari, mi sono procurato tutto il materiale con cui iniziare ad agire, sto continuamente pensando su come mettere in atto il tutto e quando (possibilmente quando i miei non ci sono) - perché io non voglio mettere in scena tentativi manipolativi, ma voglio farla finita una volta per tutte in modo che QUELLA volta sia quella giusta e vada BENE, ossia non voglio che ci siano intoppi. Mi chiedo: ma è possibile che il valproato mi faccia questo effetto?! e se ciò è possibile, ma come ciò può essere possibile?! Premetto che non solo sono in questo stato, ma ho forti dispercezioni, basta una frase detta in modo storto e per me è una critica a sangue o un giudizio inappellabile, sono diventato sensibilissimo in modo pauroso. Seguo anche una psicoterapia, ma ho perso ogni fiducia nel terapeuta, perché basta che mi dica qualcosa e io mi offendo a morte. sento di aver perso ogni speranza, non vedo alcun futuro, ho una vita di fallimenti relazionali e professionali alle spalle, un senso di morte dentro che non dà tregua e di insoddisfazione perenne. Mi chiedo come sia possibile che questi farmaci peggiorino la vita e le condizioni di una persona, dato che comunque senza farmaci, a questo punto, io conducevo una vita molto più spensierata, dinamica, iperattiva, ero di buon umore o comunque avevo lo stimolo a fare, per es. mi lasciavo incantare dagli alberi in fiori, dalle gocce di rugiada, dal tramonto, dalle nuvole che scorrono in cielo e tutto ciò mi dava sensazioni esilaranti, mi sembrava di diventare io stesso una parte di loro! Mi sembrava di fondermi con la natura! E stavo BENE!! Avevo turbini di pensieri (di qualsiasi tipo, positivo e negativo) che si accavallavano come un mulino tutto il tempo, senza sosta. Tutto ciò forniva nutrimento al mio spirito. Invece, con questi farmaci, tutto è peggiorato. Vorrei aggiungere che ancor prima di Wellbutrin assumevo Serenase (aloperidolo) ed EN al bisogno e comunque questi non mi avevano mai dato problemi. Cosa posso fare? Il mio psichiatra di riferimento, dell'ASL, peraltro è irraggiungibile, perché non accetta visite o telefonate personali all'improvviso (non potrei neanche chiamarlo, dato che quando glielo chiesi si rifiutò di darmi il suo numero).

Vorrei ringraziarvi e ringraziare già ora tutti coloro che di voi mi leggeranno (o risponderanno) e augurarvi una buona serata.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Il dosaggio di farmaco è troppo basso per dare qualsiasi effetto anche terapeutico.

Deve riportare la problematica al suo psichiatra che deve intervenire eventualmente anche con un ricovero.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 241XXX

Gentile dott. Ruggiero,
il mio psichiatra è irraggiungibile. non ha voluto darmi né il suo recapito telefonico, né altro, io sto perdendo ogni speranza e fiducia totalmente. il dosaggio di 150 mg era pensato per 20 giorni o 3 settimane circa in quanto fase iniziale. a questo punto io allora alzo il dosaggio da solo a 300 e invece di prendere mezza capsula spezzata al giorno, ne prendo una intera, dato che comunque quelle che ho io corrispondono una intera a 300 mg. Grazie comunque della risposta. Arrivederci

[#3]  
Dr. Giuseppe Quaranta

32% attività
8% attualità
16% socialità
PISA (PI)
SAN MARZANO DI SAN GIUSEPPE (TA)
BENEVENTO (BN)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Gentile utente,

I suoi pensieri non sono da mettere in relazione con il depakin il cui dosaggio è minimo, ma alla fase del suo disturbo. Se non riesce a contattare il curante può andare al pronto soccorso. Li ci sarà uno psichiatra che valuterà la sua situazione.
Cordiali saluti
Dr. Giuseppe Quaranta
giuseppe.quarant@gmail.com

[#4] dopo  
Utente 241XXX

Gentile dott. Quaranta,

nel frattempo proprio oggi sono andato al mio CSM di riferimento e ho parlato con lo psichiatra di turno, che mi ha alzato la dose del Depakin da 150 a 300 mg al giorno e mi ha segnato Cymbalta 30 mg una capsula al giorno (contro l'apatia, la depressione e la voglia o lo stimolo a non fare niente), con un controllo immediato per questo martedì che viene, quindi tra 3 giorni. Stiamo a vedere come procede la cosa. Vi ringrazio tutti per l'attenzione e per avermi letto e risposto e auguro a tutti voi buon riposo del weekend.

[#5]  
Dr. Giuseppe Quaranta

32% attività
8% attualità
16% socialità
PISA (PI)
SAN MARZANO DI SAN GIUSEPPE (TA)
BENEVENTO (BN)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Gentile utente,

Buona ripresa a lei.
Dr. Giuseppe Quaranta
giuseppe.quarant@gmail.com

[#6]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Il suo psichiatra non è tenuto a fornire il proprio recapito privato.

Ha fatto bene a rivolgersi al CSM, avrebbe dovuto chiarificare la presenza di questi pensieri.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139