x

x

Nevrosi ansiosa

Buona sera, un anno fa feci richiesta invalidita' civile per fibromialgia, ma non raggiunsi il terzo minimo per ottenere qualcosa.
Mi venne riconosciuta diplopia e nevrosi ansiosa.
Per tali parologie venni inviato in commissione patemti per revisione.
Fatto visita, la diplopia e' scomparsa e comunque la diagnosi fu errata ed ho chiarito la cosa.
Corca la nevrosi d'ansia, mi venne riconosciuta dal centro psico sociale di riferimemto della mia zona ma la cosa curiosa e' che fui io a chiedere un consuto e non fu il mio medico di famiglia a mandarmici.
I fatti sono che siccome ho una situazione familiare difficile, ho una sorella invalida grave a carico e due genitori anzini e malati, essendo io molto serio e responsabile, mi logoro per fare del mio meglio e mi faccio sensi di colpa e vivo questa situazionecon ansia per paura di non riuscire ad aiutare i miei familiari.
La psichiatra provo a prescrivermi benzodiazepine, cimbalta etc ma senza benefici.
In commissione ho quindi consegnato documento della psichiatra che scrive che soffro d'ansia da adattamento per problemi familiari e che ho sospeso tutti i tentativi di cura in quato inefficaci, rimandandomi al medico curante col solo consiglio di iniziare terapia psicologica e che non asso farmaci psicotropi o psicoattivi.
Il mio medico ha scritto cge sto bene e non prendo farmaci.
Cio'nonostante ka commissione mi ha prorogato la patente per soli due anni chiedendomi di portare unanuova relazione psichiatrica, quando ho detto che non sono piu' in cura da psichiatra, mi hanno setto di fai fare due righedal medico...
Come gia ho fatto per la prima revisione.
Le chiedo quindi per quale motivo secondo lei vogliono rivedermi dopo due anni quando non sono piu' in cura da alcuno e non asso farmaci? Che senso ha?
Grazie
[#1]
Dr. Vassilis Martiadis Psichiatra, Psicoterapeuta 7.2k 160 116
É possibile che vogliano essere certi del fatto che la remissione sintomatologica e l'assenza di terapia farmacologica rimangano costanti nel tempo.
Cordiali saluti

Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Comprendo, ma mi sembra sproporzionato passare da rinnovo decennale a rinnovo biennale per una semplice ansia reattiva a problemi familiari e senza che sia seguito da un medico e assumafarmaci.
Ci sono personache assumo ansiolitici e antidepressivi dati dal medico di base e guidano e non vengono segnalati.
Se assumessi ansiolitici? Mi toglierebbero la patente? Ho visto ottantenni che stanno in piedi x miracolo ai quali veniva rinnovata la patente per due anni come a me.
Mi sembra solo un po esagerata la cosa e poco comprensibile