Utente 357XXX
Buongiorno, sto lottando contro la mia depressione che è peggiorata diciamo dopo il parto, ho sempre un pò sofferto di ansia ed in passato con attacchi di panico che ho curato con cymbalta da 60 mg e psicoterapia. Questa volta non riesco ad uscirne e mi toglie totalmente le forze e non ho voglia di fare nulla, costanmtemente stanchezza mentale e fisica, che purtroppo mi è tornata dopo il parto perchè ho avuto anche dei problemi in famiglia. Ho provato con una psichiatra del cim ma non è andata bene con i farmaci che ho assunto. Prima con gabapentin poi con zoloft poi con seroquel, insomma ho ritenuto necessario tornare dal mio vecchio neurologo. Ho iniziato la cura con cymbalta 60 mg al giorno con un leggerissimo miglioramento ma nulla di che, poi mi ha aumentato a 120 mg e mi ha inbserito le punture di tricortin 1000 e liposom forte. Inizlamente per qualche giorno benefici poi niente. Poi mi ha aumentato il cymbalta a 180 mg al giorno x una settimana ma in questa settimana ho avuto l'influenza e sono stata a pezzi senza forze. Da oggi ha ritenuto necessario aumentare definitavemnte cymbalta a 240 mg dosaggio massimo al giorno 2 la mattina 2 alle 17.00 Devo dire che cymbalta non mi da effetti collaterali. Ora la mia preoccupazione che ho detto anche al mio neurologo ma il dosaggio max non è 120 mg? Lui dice non preoccuparti di quello che c'è scritto il dosaggio max è di 240 e vedrai che andrà bene e starai meglio insieme alle punture di tricortin e liposom. Chiedo un parere ad un neurologo grazie e se anche lui ritiene che il dosaggio max è di 240 mg e che problemi può dare. Grazie

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Il dosaggio massimo è 120 mg. In alcuni casi i dosaggi impiegati per i medicinali possono anche essere superiori, specie se l'assorbimento o il metabolismo fanno sì che la dose reale sia in realtà più bassa. Non saprei in questo caso il tipo di considerazioni fatte.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
La prescrizione al di fuori del limite previsto è una responsabilità del prescrittore che fa delle valutazioni secondo la sintomatologia che riscontra.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#3] dopo  
Utente 357XXX

Ma se a dosaggio di 180mg ancora nn ho avuto risultati e' possibile che a 240 io ne abbia?

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Fondamentalmente non è noto, visto che i dosaggi utilizzati sono fino a 120 mg. E' teoricamente possibile se non assorbe il medicinale come la media degli altri o lo metabolizza di più, cosicché la dose teoricamente alta in realtà corrisponde ad una quantità normale. Questo nel suo caso non è noto.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 357XXX

Mi scusi dr e quindi? Nn ho capito

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Le medicine sono studiate in maniera sistematica in riferimento a determinati tempi, dosi e tipi di persone a cui sono somministrate.
Pertanto fuori da questi connotati non si sa di preciso. Ovvio che se si stabilisce che il tetto di dose per una medicina è x, si ritiene che sopra, in base a osservazioni preliminari o emerse durante gli studi, ci siano troppi effetti collaterali o rischi.
Accade spesso che questi valori di dosi massime siano poi ritoccati, a volte aumentati, altre ridotti, in base a nuove conoscenze in merito.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it