Utente 389XXX
Buongiorno, mi inserisco in questo contesto anche se effettivamente non sono sicuro se serva più un consulto da psicologo, psichiatra o neurologo. Premetto che ho fatto una cavolata una domenica pomeriggio di luglio e abbiamo fumato marjuana con degli amici( premetto che non sono un abitudinario e tra l'altro neanche bevo alcolici), da li il calvario, mi è venuta una forte sonnolenza e al risveglio ho cominciato ad accusare un lieve dolore dietro la testa. Il giorno dopo ancora dolore e stanchezza, sono andato in palestra e la notte mi sono svegliato nel cuore della notte in preda all'agitazione più totale. Così anche il martedi' mal di testa risveglio brusco nel cuore della notte , paura la sensazione di essere in confusione e l'incapacità di stare tranquillo. Da li mi si è bloccato il collo e sono andato dall'osteopata che mi ha migliorato i muscoli cervicali ma il dolore dietro la testa persiste. Fatto tac ( senza contrasto ) che ha dato esito negativo, esami del sangue nella norma. Fatta visita dal Neurologo ( un po' superficiale a mio avviso perchè ha guardato solo l'esito della tac e mi ha diagnosticato " lieve stato depressivo/ansioso da curare con degi integratori di melatonina e triptofano). La cura ha migliorato lievemente il sonno , il problema è che la stanchezza persiste e il mal di testa pure, tra l'altro mi rendo conto che quando penso ad un nome o una cosa recente faccio un po' fatica nel ricordare e quando faccio fatica non trovando la parola giusta mi viene l'agitazione e mi preoccupo ancora di più).
Magari mi sono fatto condizionare troppo, ho letto molto su internet e mi sono pentito molto di aver fumanto, quasi convinto che sia stato quello a scatenare il tutto e magari a danneggiarmi qualcosa dentro alla testa. ( ho letto della possibile modifica dei neurotrasmettitori). Posso anche ammettere che da 6 mesi faccio un lavoro strassante su obiettivi ma prima di quel fatidico week end riuscivo a supportare il tutto molto bene.
Dopo quell'episodio la prima settimana dalla stancheza spossatezza facevo fatica anche andare al lavoro e dovevo andare a casa a metà giornata per coricarmi.
Ora va leggermente meglio per quando riguarda sonno e riposo ma come dicevo prima i dolori persistono proprio dietro la testa come ci fosse una ferita aperta.
il dolore a volte si propaga anche verso le tempie specialmente alla sera.
Tutto questo mi ha peggiorato l'umore, il pensiero è spesso rivolto al mio malessere e faccio fatica a pensare in positivo. Chiedo se è possibile fare degli ulteriori accertamenti, se devo attendere ancora un po' , ma l'attesa sta diventando veramente pesante perchè in primis vorrei sapere effetivamente cos'ho e secondo mi piacerebbe tornare alla normalità e lavorare come prima.
C'è chi dice che non è nulla e che non ci devo pensare, chi dice che può essere sinusite cronica ( mi ammalo spesso di raffreddori e bronchite e att ho gli orecchi tappati.)
Vi ringrazio per la vostra gentile collaborazione

[#1]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
I disturbi che lei riferisce possono essere abbastanza comuni in seguito all'assunzione di canna invidi, accentuati poi dalla successiva rielaborazione in chiave ansiosa.
Generalmente i fastidi tendono ad attenuarsi per poi sparire completamente nell'arco di qualche settimana. Se ciò non dovesse accadere potrebbe essere utile parlarne con uno specialista psichiatra per verificare se sussista un disturbo della sfera dell'a sia e instaurare il trattamento più adeguato, se necessario.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#2] dopo  
Utente 389XXX

La ringrazio per la celere risposta. Il problema è' che ormai sono passati circa 45 gg quindi un po' di più di qualche settimana .
Quindi lei mi dice di stare tranquillo condurre la vita normalmente è tutto dovrebbe rientrare ?
Ho letto che la perdita di memoria e' un disturbo frequente per gli utilizzatori cronici, ammetto che lo spavento è stato forte e le prime settimane sia dal punto di vista fisico che mentale è' stata dura .
Il dolore alla testa e' possibile alleviarlo ? perché se sparisse quello sarei anche più tranquillo e ci penserei meno .
Grazie mille .

[#3]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
rimuginare continuamente su quale sia la causa dei disturbi, quando se ne andranno via e monitorare continuamente il proprio stato di salute, fisica e psichica alla ricerca di segnali patologici, sono tra i fattori principali che favoriscono il persistere di disturbi simili ai suoi. Attribuire minore importanza e minore significato patologico/catastrofico può essere di maggiore aiuto. Se i disturbi comunque dovessero persistere senza tendere ad attenuarsi allora la valutazione dello specialista potrà essere di aiuto a chiarire la strada da perseguire.
Ci informi sull'evoluzione se vorrà.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#4] dopo  
Utente 389XXX

Buongiorno, ho prenotato per oggi una visita dallo specialista, se vorrà le riporterò la diagnosi.
Grazie

[#5]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Attendiamo sue notizie.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#6] dopo  
Utente 389XXX

Buongiorno mi è' stato prescritto serupin 20mg se mi sento in una fase di stallo e non di miglioramento con abbinato l endormin in caso di risvegli ripetuti notturni .
Mi sono messo tranquillo con la speranza che il non pensarci e stare calmo mi possa aiutare , seguito poi da una persona di fiducia . Una parte di me vorrebbe evitare la cura farmacologica puntando sul minimizzare i sintomi e pensando ad altro .
Il problema è che penso molto ai sintomi e il tutto mi ha dato molta preoccupazione . Il mal di testa c'è anche se meno persistente . Persistono gli acufeni e a volte le piccole amnesie di breve termine ( fastidiose ).
Grazie della disponibilità .

[#7] dopo  
Utente 389XXX

Fatta visita neurologica che consiglia utilizzo di laroxyl per la cefalea tensiva 8 gocce per 3/4 mesi.
Il dolore persiste anche se sinceramente cerco di pensarci un po' meno.
Vedo che il sonno leggermente migliora con integratore di melatonina e griffonia.
Continuo a sentire il collo contratto nel medesimo punto senza miglioramenti e leggermente la confusione mentale che descrivevo nel post precedente.Mi sono sforzato a lavorare di più , a parlare di più e tutto sommato riesco a svolegere le primarie funzioni. alla sera sono molto stanco.

[#8]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Segua le indicazioni dello specialista e valuterà nelle prossime settimane gli eventuali miglioramenti.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it