x

x

Comorbità tra depressione ed ansia e disturbo da deficit di attenzione negli adulti

Maschio, 34 anni, buona salute generale

Gent.li Dottori,
avrei bisogno di un aiuto per quanto riguarda la mia situazione psichiatrica attuale. Avevo già scritto in un altro consulto che da molti anni (da circa vent'anni) soffro di depressione e ansia generalizzata (in particolare nelle situazioni sociali). Posso dire che i miei disturbi non sono peggiorati ma sono rimasti gli stessi nel corso degl'anni; è tuttavia il peso che la mia situazione mentale ha nella vita adulta ad esser diventato sicuramente maggiore. Mi sono stati prescritti finora la duloxetina, il bupropione, quindi la mirtazapina e infine l’escitalopram. In tutte queste terapie durate il tempo necessario dei 3-4 mesi ciascuna affinché fosse effettiva, ho avuto sempre una parziale risoluzione dei miei disturbi. Il bupropione in particolare ha cambiato notevolmente la mia depressione; ha completamente risolto la scarsa energia mentale, la letargia e la focalizzazione sulle cose da fare, ma non ha migliorato l'ansia; quindi se da un lato mi sentivo di poter lavorare, la mia ansia limitava comunque la mia vita sociale. Un notevole miglioramento dal punto di vista della fobia sociale l’ho avuto adesso con escitalopram. Purtroppo però è tornata la depressione in forma di letargia, scarsa motivazione e difficoltà a focalizzarmi sulle attività quotidiane. Se prima non potevo stare in contesti sociali perché ne avevo paura, adesso non ci posso stare perché non ho una vita normale fatta di attività e progetti. Questi, tuttavia, sono i risultati che ho avuto a cui non posso essere indifferente e che mi hanno permesso di essere veramente me stesso almeno in alcuni periodi più o meno brevi. Mi è capitato poco tempo fa di leggere un libro sulla ADHD negli adulti e mi sono ritrovato in pieno nella descrizione dei sintomi riguardanti maggiormente il deficit di attenzione. Ho poi scoperto che il bupropione è tra i farmaci prescritti per questo disturbo, come anche per il disturbo distimico in cui mi ritrovo anche. Proprio con il bupropione ho potuto notare come la mia attività mentale e i miei pensieri fossero più su due binari verso una direzione più chiara, piuttosto che un instancabile lavorio mentale ciclico che non porta quasi mai a niente. Tuttavia ho sempre avuto dal mio psichiatra una diagnosi di depressione e ansia generalizzata (forse perché ho sempre parlato di me stesso in termini di depressione e ansia?). Mi chiedo allora se è possibile che la mia situazione possa essere in realtà più complessa di questa. Ho fatto un test on-line sulla ADD fornito nel sito della Eli Lilly in cui risulto pienamente affetto dal disturbo. Mi rendo conto che un test on-line può non dire niente di una persona, allora come posso andare più a fondo a questa mia condizione? Come è possibile avere una diagnosi più dettagliata della mia situazione mentale? E’ possibile che in questi anni sia stato affetto da ADD e che questo mi abbia portato a soffrire di depressione e ansia nei contesti sociali?
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38k 912 63
Il disturbo citato ha caratteristica di essere diagnosticato in età infantile ed attualmente non vi sono indicazioni diagnostiche nell'adulto.

Consideri che la depressione può portare deficit cognitivi e sensoriali anche temporanei.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Attivo dal 2015 al 2015
Ex utente
Gent.le Dottore,
la ringrazio dio nuovo del veloce riscontro che avevo letto già tempo fa ma non avevo avuto occasione di rispondere.
Tuttavia volevo precisare che il disturbo di deficit di attenzione non viene spesso diagnosticato o viene confuso con altri tipi di disturbi, come appunto ha voluto precisare lei stesso può essere la depressione.

Noto che finora tra gli antidepressivi che mi sono stati prescritti quello che mi ha permesso di risollevarmi dalla depressione ritornare ad avere lucidità mentale, energia e motivazione è il bupropione. Ricordo che in un commento ad un mio consulto, scrisse che il bupropione non ha un effetto duraturo nel tempo.
Perchè questo accade?
Ci sono antidepressivi alternativi al bupropione ovvero con caratteristiche simili?

Grazie ancora. Cordiali saluti.
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38k 912 63
Le alternative terapeutiche vanno discusse con il prescrittore nel momento in cui il farmaco perde effettivamente la sua efficacia.

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto