Utente 393XXX
Gentili dottori, prima qualche premessa. Ho sviluppato una depressione nel corso degli anni, che è degenerata da gennaio scorso fino a raggiungere l'attuale minimo storico. La situazione è abbastanza grave: umore a terra, forte perdita di peso, non riesco a fare neanche le cose più semplici, mi stanco subito, sto iniziando a rimanere indietro negli studi perchè mi è impossibile studiare e tantomeno seguire le lezioni. Leggere due righe o sostenere una conversazione è di una pesantezza unica. Stare sdraiato con lo sguardo perso nel vuoto è l'unica cosa che mi riesce bene.

Mi sono stati prescritti dallo specialista diversi antidepressivi. Ho provato nell'ordine Sereupin, Wellbutrin e infine Prozac.

Dopo qualche ora dall'assunzione di paroxetina ho avuto un grave peggioramento dei sintomi, a tal punto da provare un forte desiderio di suicidarmi. Anche prima avevo fantasie suicide, ma senza mai volerlo realmente realizzare e mai fino a quel punto e con una tale intensità. Ci tengo a precisare che ciò non era dovuto ad una diminuizione dell'apatia (che anzi era aumentata) e ad un aumento dello spirito d'iniziativa come spesso si dice e non può essere stato un effetto placebo non avendo mai io provato una cosa del genere. Ad ogni modo dopo due giorni questi sintomi sono scomparsi lasciando però una grave apatia, rallentamento mentale, stanchezza, sonnolenza (dormivo tutto il giorno) e umore bassissimo. Ho tenuto duro per 14 giorni sperando che tali sintomi passassero, ma dato che non è avvenuto, e non potendo sopportare ulteriormente, ho interrotto. Dopo due giorni sono stato meglio e la mia depressione era ritornata al livello precedente alla paroxetina.

Poi ho provato il bupropione, e non ho avuto nessuno di questi sintomi, ma neanche alcun giovamento, solo un accentuamento dell'insonnia che non mi faceva dormire e dopo 20 giorni ho smesso anche questo.

Circa due settimane fa ho iniziato col Prozac ed è accaduta la stessa identica cosa che con la paroxetina, solo in tempi diversi: col Prozac ho iniziato a stare male dopo qualche giorno, anche quì il peggioramento era tale da desiderare fortemente il suicidio e anche quì dopo un paio di giorni questi sintomi hanno iniziato a scemare lasciando però sempre un grave peggioramento dell'apatia, totale insensibilità agli stimoli esterni, rallentamento mentale, umore bassissimo, decisamente peggio di com'era normalmente senza antidepressivi. E come con la paroxetina ho interrotto dopo 8 giorni perchè non ce la facevo ad andare avanti un giorno di più. Stavolta questi sintomi sono spariti più lentamente, nel giro di qualche giorno.

Questo in aggiunta ai classici sides degli SSRI: nausea, ecc.

Facendo qualche ricerca pare che sia l'unico ad aver avuto una risposta così negativa dagli SSRI, possibile? Riponevo molta fiducia in questi farmaci non potendomi permettere una psicoterapia e sono spaventato all'idea di provarne altri e avere di nuovo questi effetti. Ci sono altri farmaci che, con buona probabilità, non mi darebbero questi sintomi?

[#1]  
Dr. Manlio Converti

48% attività
16% attualità
20% socialità
MUGNANO DI NAPOLI (NA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2011
Non posso prescriverli online, ma esistono altri farmaci, altre categorie di farmaci intendo ma anche altri tipi di antidepressivi, che lei non ha ancora provato e che vale la pena di provare.
Spetta però al suo paziente psichiatra prescriverli.
Dr. Manlio Converti

[#2]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#3] dopo  
Utente 393XXX

Vi ringrazio delle risposte.

I dosaggi erano 20 mg Sereupin, 150 mg Wellbutrin e 20 mg Prozac.

[#4]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#5] dopo  
Utente 393XXX

Si ho iniziato e tenuto questi dosaggi.

[#6]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
L'inizio dei trattamenti è un pò veloce ed è possibile che vi siano questo tipo di effetti.

Ciò però non giustifica un cambio repentino del farmaco ma vanno approntate delle soluzioni per mantenerlo.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139