Utente 391XXX
Buongiorno dottori, da circa 5 mesi sono in cura da uno psichiatra per un disturbo d'ansia generalizzato e una depressione reattiva. Un solo attacco di panico.

L'inizio della cura è stato effettuato con Remeron 30 mg una volta al dì prima di coricarmi, così per circa 2 mesi.
Non avendo notato miglioramenti vistosi si è così deciso di abbinare Cymbalta al mattino.
Quest'ultimo farmaco purtroppo ben poco tollerato da me (mi arrecava sudorazione eccessiva notturna, difficoltà digestive e diarrea) si è così deciso di sostituirlo anch'esso dopo 2 mesi con Cipralex 10 mg.

Essendo un disturbo depressivo/ansioso il quale mi aveva preso di mira sostanzialmente l'appetito e in genere l'apparato gastrointestinale converrete con me che arrecare ulteriori disturbi con effetti collaterali persistenti di un farmaco non era la cosa migliore.

Con Cipralex in 35 giorni di cura ho notato un certo miglioramento sull'ansia, ma per quanto riguarda la depressione ancora ci sono dei momenti/giorni no.
Così ieri si è deciso di passare gradualmente al dosaggio di 20 mg confidando nell'esito parzialmente positivo già con 10 mg.

La domanda è: perchè si aumenta il dosaggio?
Domanda banale, ma mi piacerebbe capire in che cosa consiste il passaggio da 10 a 20 mg: ad un accumulo del farmaco o ad una stimolazione in più da parte di quest'ultimo?

Grazie.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Una stimolazione in più da parte di quest'ultimo, dovuta al fatto che la quantità del farmaco aumenta ovviamente.
Diciamo "stimolazione" nel senso di effetto indotto dalla presenza del farmaco, non è che sia un effetto diretto.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 391XXX

Grazie dottore.

Il fatto è che oggi è ricomparsa prepotente la nausea, solo arrivando a 15 mg, quindi 5 mg in più dell'ultimo mese.

Quindi dovrò mettere in conto un ulteriore malessere fino al raggiungimento dei 20 mg?

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Ne so quanto Lei di come andrà il sintomo in futuro.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it