Utente 379XXX
Buonasera sono una ragazza di 24 anni partendo dal fatto che ho un carattere ansioso però qualche anno fa con l inizio del Universita ho iniziato a sentire molta ansia attacchi di panico però saltuariamente ho avuto periodi di benessere ed altri meno, il vero problema però è orto adesso alla fine dei miei esami universitari e sono andata completamente in crisi ho iniziato ad avvertire forti somatizzazioni come senso di vomito, nodo alla gola e particolarmente fastidioso il respiro corto mi sembra di soffocare e poi mi capitano ogni tanto attacchi panico, in più piangevo sempre per ogni cosa, allora il medico mi ha prescritto il serestill a base di paroxetina. Me ne ha prescritto solo 5 gocce una volta al giorno, è una settimana che lo prendo.un altra cosa che mi dà molto fastidio e star con la gente sopratutto a cena non riesco a starci mi viene un ansia tremenda da dover fuggire.mi chiedo perché tutto questo?io caratterialmente sono molto solare ultimamente ero sempre triste, sono una ragazza che ha una buona famiglia un bravo fidanzato, e all Universita ho finito gli esami dovrei esser felice perché tutto ciò?la mia cura può andar bene?

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Il dosaggio di farmaco è piuttosto basso.

Per ottenere risultati terapeutici il prodotto dovrebbe stare al dosaggio corretto.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 379XXX

Si lo so che è basso dottore però a me sembra che ci sia un leggero moglioramento, lui lo ha fatto per far sì che poi per smetterlo sia più semplice.ma cosa ne pensa della mia situazione perché mi sento così proprio ora finiti gli esami?

[#3] dopo  
Utente 379XXX

Ultimamente avverto una secchezza in bocca fastidiosa anche con solo 5 gocce, però il mio medico di base dice lo stesso di aumentare a 10 gocce chr e la dose per veder miglioramenti, ma avendo già effetti non è meglio non aumentare?

[#4]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Il fatto che pensa che ci siano miglioramenti con cinque gocce è solo frutto di suggestione e non un effetto terapeutico.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#5] dopo  
Utente 379XXX

Si dottore può aver ragione ma da quando mi sono venuti questi effett collaterali bocca secca nausea ho paura ad aumentare che mi possano peggiorare lei cosa mi consiglia?


È un altra cosa dato che mi pesa molto a 24 anni prender psicofarmaci pensa sarebbe più utile delle sedute da psicologo potrei risolver?

[#6]  
Dr. Giovanni Portuesi

28% attività
12% attualità
12% socialità
PINEROLO (TO)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Gli effetti collaterali di cui soffre sono abbastanza frequenti con quel farmaco. A questo punto cerchi di vedere la cosa più serenamente : può aumentare gradatamente il farmaco, lasciarlo come è o gradualmente sospendere e utilizzarne un altro. Ovviamente con l' aiuto di uno specialista.
Le dico questo perché il farmaco che assume è mirato a migliorare dei sintomi e può dare degli effetti collaterali, i quali spesso migliorano con l ' abitudine e non è detto che peggiorino con un dosaggio migliore . Inoltre per avere un effetto sarà necessario attendere un po di tempo . Detto questo, sarà lei a valutare con uno specialista il rapporto costo benefici.
Va detto però che nel caso dei sintomi depressivi un miglioramento incompleto comporta dei rischi di cronicizzazione. Fa bene quindi il collega a ricordarle i rischi di terapie sotto dosato.
Anche a me sembra che vi siano aspetti psicologici da vedere. Nel caso voglia intraprendere una psicoterapia, io credo che sia bene farsi consigliare bene e valutare almeno tre psicoterapeuti autorizzati dal loro Ordine Professionale.
Dr Giovanni Portuesi

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Tutto quanto descrive può essere effetto di suggestione a parte piccoli effetti collaterali iniziali che tendono a scomparire nel tempo semplicemente.

La permanenza di dosaggi bassi non porta a risultati terapeutici.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#8] dopo  
Utente 379XXX

Si dottore è vero infatti aumenterò sicuramente, la mia paura sono gli effetti della sospensione ne ho letti su internet di ogni..la paroxetina ha effetti così forti da astinenza?e la cosa si ripresenta finita la cura o è un palliativo?

[#9]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
La maggior parte delle disinformazioni che si trovano sui vari forum riguardano persone che hanno sospeso il farmaco prima del tempo, e confondono la ripresa della sintomatologia con l'astinenza.
La paroxetina è un ottimo farmaco per la cura dell'ansia e delle fobie sociali, in genere è ben tollerato, trascorsi i primissimi giorni. La dose minima efficace è intorno ai 20 mg, e a dosaggio pieno bisogna aspettare almeno tre settimane per vedere i benefici.
Passate queste 3 settimane bisogna avere la pazienza di continuare l'assunzione di una compressa al giorno per circa 12 mesi. Però nel frattempo si osservano dei miglioramenti, e questo aiuta.
Poi trascorso l'anno si decide insieme al medico e si riduce gradualmente il dosaggio, se è il caso. Quando il miglioramento è stabile da alcuni mesi, la riduzione graduale non viene nemmeno avvertita dal paziente.
Concordo col collega Portuesi sull'opportunità di intraprendere un percorso psicoterapico.
Franca Scapellato