Utente 418XXX
Buongiorno gentili dottori.
Premetto che sono una persona ipocondriaca e molto suggestionabile e che quest anno per me é stato un anno difficile per via della maturità dell esame della patente e della malattia di mio nonno
Tutto é cominciato ad aprile con il mio primo attacco di panico e da quel giorno posso dire che la mia vita e cambiata in peggio cioè non riuscivo più a fare le cose di prima ad esempio correre o giocare a calcio per paura che mi venisse un infarto e ho smesso anche di fumare per paura che mi venisse un attacco cardiaco(cosa di certo positiva ma forse non era il momento giusto per smettere visto il periodo di stress che ho)
Sempre per questa paura dell infarto sono andato in ospedale e mo hanno fatto esame del sangue ed elettrocardiogramma tutti risultati nella norma e il dottore mi ha detto che era solo ansia e stress
Poi a luglio mi sono comparse le fascicolazioni e avevo paura di avere la sla o la sclerosi multipla e il mio medico di base presentandomi da lui per la 4 volta nel giro di due mesi mi ha detto di andare dallo psichiatra che a sua volta mi ha detto di andare dallo psicologo o psicoterapeuta
Solo che io sentendosi meglio non ci sono andato.
Arriviamo ad oggi sono tornato a stare di nuovo male e ho tanti pensieri per la testa cosa faro della mia vita e altri
Poi ho anche pensieri negativi che non mi escono dalla mente e continuo a rimuginarci sopra dicendomi e possibile che penso a queste cose e possibile che io sia pazzo e cosi via dicendo
Adesso ho paura di essere diventato pazzo comunque giovedì ho prenotato la mia prima seduta dallo psicoterapeuta

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

In effetti il termine ipocondria torna con il discorso che sta facendo, è una diagnosi già fatta da qualcuno ?
Perché direttamente da uno psicoterapeuta ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 418XXX

Salve,ho prenotato da uno psicoterapeuta perche non sapevo se rivolgermi a uno psicologo o a uno psicoterapeuta e leggendo su internet visto che in merito sono ignorante ho letto che lo psicoterapeuta ha una formazione più completa
Dell ipocondria e stato il mio medico di base che quest estate ho cominciato ad andarci piu di 4 volte in tre settimane siccome ogni volta pensavo di essere malato perche andavo su internet a leggere cosa potevo avere e mi identificato su ogni malattia che aveva i miei sintomi e mi aveva prescritto del lexotan da prendere fino alla visita psichiatrica e lo psichiatra mi aveva detto di fare una terapia cognitivo comportamentale
Sempre per la mia ignoranza in materia uno si può rendere conto se sta impazzendo o ha qualche malattia mentale
Un altra cosa c e qualcosa che si puo per liberarsi da pensieri che che turbano la quiete quotidiana

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"a uno psicologo o a uno psicoterapeuta"

E perché non a uno psichiatra ? No, lo psicoterapeuta non è una figura precisa come formazione, può essere un medico o uno psicologo.

Il medico di base le ha dato quindi una diagnosi e una cura generica per l'ansia, che non incide però sulle preoccupazioni ipocondriache. quindi manca quella.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 418XXX

Il psicoterapeuta che ho contattato e laureato in psicologia
E stato lo psichiatra che a luglio mi ha detto di andare da questo psicoterapeuta per fare la terapia cognitivo comportamentale

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Ah, allora è diverso. Sì, può essere utile. In parallelo, o se non funzionasse, tenga presente che ci sono terapie farmacologiche efficaci per l'ipocondria.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 418XXX

Gentile dottore, mi scusi per la mia pesantezza ho un ultima domanda ma lo psicologo/psicoterapeuta se lo ritiene opportuno possono consigliare a un paziente di andare da uno psichiatra per farsi dare una cura farmacologica
Un ultima cosa secondo lei se riprendo a fumare solo in questo periodo si stress potrebbe aiutarmi o peggiorerebbe solo la situazione

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Certo, ma lo psichiatra in questione già ci dovrebbe essere, quello che le ha consigliato una psicoterapia.
Non vedo nesso tra fumo e ipocondria.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 418XXX

Grazie per la risposta, il fumo dicevo per alleviare lo stress che mi affligge in questo periodo la malattia di mio nonno e altre pensieri secondo lei la sigaretta mi può aiutare ad alleviare lo stress o é meglio lasciar perdere

[#9]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Da ex fumatrice le consiglio di non riprendere a fumare, il fumo non allevia lo stress e non riduce l'ansia, mentre la terapia cognitivo comportamentale aiuta, e come le ha già detto il collega Pacini ci sono farmaci efficaci.
Franca Scapellato

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Cerchi di usare questo spazio evitando domande prive di senso. Dovremmo consigliarle se e quante sigarette fumare, abbia pazienza....!
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it